Cerca e trova immobili
Anche studenti ticinesi contro Macron: «La polizia ha reagito in modo sproporzionato»

VAUD/CANTONEAnche studenti ticinesi contro Macron: «La polizia ha reagito in modo sproporzionato»

16.11.23 - 14:35
La protesta, l'accerchiamento, la carica e l'uso dello spray al pepe. «In tanti hanno avuto bisogno di cure mediche»
20Minuten
Anche studenti ticinesi contro Macron: «La polizia ha reagito in modo sproporzionato»
La protesta, l'accerchiamento, la carica e l'uso dello spray al pepe. «In tanti hanno avuto bisogno di cure mediche»

LOSANNA - Critiche, scontri e l'uso dello spray al pepe. La visita di Macron a Losanna non è stata accolta solo con il proverbiale tappeto rosso, ma si è dovuta scontrare con una vera e propria contestazione studentesca.

Oltre duecento ragazzi si sono radunarti davanti all'edificio della Facoltà di Lettere accusando il presidente francese - al grido di «Macron assassino», «Stop al genocidio» e «Palestina libera» - di essere sostenitore d'Israele nel conflitto sulla striscia di Gaza.

Tra i vari manifestanti anche una quindicina di ticinesi, come ci spiega Rudi Alves, coordinatore del Sindacato Indipendente Studenti e Apprendisti (SISA). «La nostra presenza in appoggio alla manifestazione scaturisce dalla necessità di contestare la presenza del presidente Macron in quanto complice, assieme a tutti gli altri Paesi europei, di quanto sta accadendo attualmente in Medio Oriente. Siamo solidali alla causa palestinese», sottolinea il giovane.

Per Alves, il dispositivo di polizia sul posto era spropositato, così come sarebbe stata eccessiva la reazione degli agenti nei confronti degli studenti: «Le intenzioni pacifiche del corteo studentesco, che di fatto voleva solo avvicinarsi all'anfiteatro dove si tiene la conferenza stampa, si sono scontrate con il muro della polizia. Questo nonostante ci si fosse accordati prima con il vice-rettore. Invece il corteo è stato bloccato per un'ora e mezza, fino a che la situazione è degenerata».

Come si evince dalle immagini (in allegato), a un certo punto i ragazzi in prima linea hanno tentato di forzare il blocco. La risposta è arrivata con l'uso degli spray al peperoncino. «I manifestanti si sono sentiti accerchiati, schiacciati e minacciati. Erano pressati da più parti e... hanno reagito. Almeno una ventina di ragazzi hanno riportato conseguenze e sono stati male fino a che non è arrivata l'ambulanza... molto dopo».

Anche altri giovani hanno avuto bisogno di cure mediche, ma non per vere e proprie conseguenze fisiche: «Diciamo che in tanti erano in preda all'agitazione, spaventati e tremanti. Non si aspettavano una reazione simile», sottolinea Alves.

Macron difende la posizione della Francia sul Medio Oriente

Il presidente francese e il suo omologo elvetico Alain Berset hanno incontrato in mattinata gli studenti dell'Università (UNIL) e del Politecnico federale (EPFL) per discutere di Unione europea (UE), guerra in Medio Oriente e cambiamento climatico. Circa 1.400 persone, principalmente studenti, hanno ascoltato gli interventi dei due capi di Stato e partecipato poi alla discussione aperta al pubblico. Macron è stato soprattutto interpellato riguardo alla sua posizione sulla guerra nella Striscia di Gaza. Il presidente francese ha ribadito che la Francia "condanna con la massima fermezza l'attacco terroristico" di Hamas del 7 ottobre e che Israele ha "il diritto di difendersi".Tuttavia, questo diritto "non giustifica il bombardamento dei civili" in corso nella Striscia di Gaza. Bisogna rispettare pure il diritto internazionale dei conflitti armati e quello umanitario. In questo conflitto - per Macron - non ci possono essere "due pesi e due misure".

Il presidente francese ha chiesto "una tregua umanitaria immediata" che porti a un cessate il fuoco, nonché "la ripresa del dialogo politico" affinché il popolo palestinese possa finalmente avere uno Stato. Da parte sua, Berset ha detto che bisogna porre fine all'"escalation" che sta spingendo il conflitto "verso l'orrore". Ha ricordato l'impegno della Svizzera per la protezione dei civili, in particolare alla luce della sua lunga tradizione umanitaria. Macron ha poi parlato soprattutto di Unione europea. "Le fondamenta dell'Europa non sono mai state così scosse", ma "di fronte a tutti i rischi di frammentazione e di ritorno al nazionalismo, l'Europa rimane la risposta migliore", ha affermato. (ats)

 

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Tipp-ex 8 mesi fa su tio
Quello che mi preoccupa è il fatto che se mi guardo intorno vedo solo guerra, odio, criminalità in aumento, economia a rotoli e una sfilza di benpensanti che ogni giorno propinano ricette per salvare il mondo. Ma questo ha un inizio ben preciso, l'aver smesso di avere obblighi e solo diritti. Dispiace dirlo, ma il buonismo a tutti i costi, il siamo tutti uguali e abbiamo tutti gli stessi diritti è veramente una bellissima idea di vita, poi c'è la vita reale che purtroppo implica che non siamo tutti uguali, che non siamo tutti buoni e bravi, che siamo animali e come tali ci comportiamo. Le regole servono, gli obblighi anche, i soli diritti ci hanno messo alla mercé della peggior feccia e ancora stiamo qui a discutere...la guerra si fa in due, a prescindere e entrambi hanno torto. La storia non ci ha insegnato niente. I nostri anziani hanno lottato per guadagnarsi la libertà e metterci a disposizione un mondo migliore e non lo stiamo bellamente annientando. Siamo veramente dei poveri beoti che non imparano mai dai propri errori. Tutti.

correttezza 8 mesi fa su tio
per certa gente è sempre tutto sproporzionato.....ma per favore se non c'è educazione e rispetto ..ma di che cosa stiamo parlando?

Golf67 8 mesi fa su tio
Fossi tuo padre; . Hai il diritto di manifestare pacificamente . Stai lontano dai tafferugli, è possibile . Se ti vedessi nelle immagini mi rifondi il costo di quanto mi costi per 1 mese Punto a capo!

Spartan555 8 mesi fa su tio
„Anche altri giovani hanno avuto bisogno di cure mediche, ma non per vere e proprie conseguenze fisiche: «Diciamo che in tanti erano in preda all'agitazione, spaventati e tremanti“ benvenuti al mondo, dove invece di coccole e cioccolata calda, ti pigliano a legnate. Ottima lezione per il futuro.

Yoebar 8 mesi fa su tio
Sono i manifestanti che sono fuori luogo, non la polizia. Manifestando e creando disordini avevte già ottenuto qualche cosa di positivo? Ri di co li

Dan1962 8 mesi fa su tio
La polizia ha ragione a imporre l’ordine siamo in Svizzera non in Francia rispetto

Dan1962 8 mesi fa su tio
Studenti ticinesi ? Da verificare

Pati 8 mesi fa su tio
Sono con questi ragazzi che esercitano il loro diritto di dire la propria opinione . Condanno i politici che calano le braghe e che cercano in tutti i modi di farci entrare in quel fallimento che è UE!

Golf67 8 mesi fa su tio
Risposta a Pati
Il diritto di che? Di spaccare e picchiare? Gli agenti non attaccano chi è pacifico e autorizzato a manifestare!

Peppiniello 8 mesi fa su tio
Manifestare per una giusta causa fa loro onore

Codu 8 mesi fa su tio
Bastava non essere lì per non "prenderle". Se volete andare a protestare fatelo per cose serie....non per un politico straniero che viene in CH

polonord 8 mesi fa su tio
Ottimo lavoro da parte della polizia! Bene!

Riflessioni 8 mesi fa su tio
Meglio esprimersi e protestare che far finta di nulla e poi esplodere come succede purtroppo 😣troppo spesso. Ma poi perché la visita di Macron ??? Questi sì che son soldi pubblici spesi bene 😌 vero ?

Pocahontas 8 mesi fa su tio
Rudi va a lavurá che l'é mei!!!

Gus 8 mesi fa su tio
Quelli del SISA imparino a lavorare e non solo a farsi mantenere dallo Stato . Detto questo non è che gli agenti siano sempre tutti innocenti e non è che tutte le inchieste contro di loro si svolgano con dovuta perizia.

andrea28 8 mesi fa su tio
Vedo tante persone con la mascherina, probabilmente stavano difendendo se stessi e gli altri da un'infezione virale... Questo stratagemma non ce lo toglieremo più di mezzo.

Pocahontas 8 mesi fa su tio
Risposta a andrea28
Quando c'era da proteggere e proteggersi avevano da dire e non mettevano le mascherine! Oggi, chissà come mai, quasi tutti con la mascherina?!! Ci siamo persi forse una nuova variante di Covid??? La vostra attività preferita è fare i bastian contrari, sempre e comunque!! Nessuna stima.

Stoc* 8 mesi fa su tio
Risposta a Pocahontas
Soprattutto proteggersi! Ma va la dai

Balù 8 mesi fa su tio
Sarebbe meglio che andassero a lavorare

Gufo1 8 mesi fa su tio
Risposta a Balù
Lavorare? Ma no, protestare è un mestiere a tempo pieno. E poi i soldi tanto li caccia qualcun'altro. Tipico dei sinistroidi: solidali si, ma mica di tasca loro. A spese nostre.

Lula14 8 mesi fa su tio
Risposta a Gufo1
sono studenti dell'Università. studiano studiano . lavoreranno quando avranno concluso un master o un dottorato.

John Wayne 8 mesi fa su tio
Come è noto i sedicenti membri del sisa (visto che non c'è nessun nome, evidentemente si nascondono e da qui si dimostra il valore) non sono dal centro verso destra ma sinistri sinistrati! La butto là, dietro cosa scommettiamo che i nomi e volti sono sempre i soliti che girano dove piove sempre sul bagnato a fine mese? Per fortuna che da bravi sinistri si definiscono pacifisti ed antimilitaristi, ma poi non si tirano indietro se c'è da menar le mani contro polizia, pompieri, ambulanza!

ilfastidio 8 mesi fa su tio
Risposta a John Wayne
A dire il vero è scritto chiaramente nell'articolo il nome del coordinatore del SISA, sul loro sito e sui loro social si trovano tranquillamente. La butto là: cosa scommettiamo che lei sta parlando di qualcosa che non conosce, per partito preso e senza nemmeno aver letto interamente l'articolo?

Frakkia 8 mesi fa su tio
Difendono la palestina alla loro stessa maniera difatti aggredendo

Frakkia 8 mesi fa su tio
Risposta a Frakkia
o meglio come israele fa con la palestina

ilfastidio 8 mesi fa su tio
Risposta a Frakkia
Entrambi gli schieramenti fanno pieno ricorso alla violenza: a meno di non voler considerare le colonie illegali israeliane come un'attività pacifica.

Frakkia 8 mesi fa su tio
Che fessi, un capo di stato che viene in visita è protetto dai massimi protocolli di sicurezza, e non ce n’è per nessuno solo botte

Granzio 8 mesi fa su tio
I radical chic le hanno prese ? Bene, era ora.

Gandalf il Bianco 8 mesi fa su tio
Guerra tra poveri…. Che tristezza

Lore55 8 mesi fa su tio
Anche oggi il SISA, rappresentante della saggezza, 🥳 ha marcato presenza. Cosa si aspettavano? Forse Macron che porgeva loro dei fiori?

Unicorno volante 8 mesi fa su tio
Risposta a Lore55
“a un certo punto i ragazzi in prima linea hanno tentato di forzare il blocco”..e già dice tutto..zecche..

John Wayne 8 mesi fa su tio
Non siamo in Ticino dove basta un avvocato professionale a geometria variabile per far passare gli agenti come criminali ed il suo stimato cliente innocente anche se beccato con droga o altro in mano! Questi studenti perché non vanno in Istraele a manifestare, ma basterebbe Parigi per vedere come la polizia interagisce con i manifestanti.

Peter Parker 8 mesi fa su tio
Svizzera libera …. da questi dimostranti che condannano la violenza con…violenza.

Lello 8 mesi fa su tio
pecat che i ga riva ammo a parlaa

Mat78 8 mesi fa su tio
Avete ragione, hanno reagito in modo sproporzionato: troppo molli!

max222 8 mesi fa su tio
Questi con la faccia nascosta (chissa perchè) ne combinano di ogni ed è la polizia a reagire in maniera sproporzionata?? Ma fatela finita. E poi Macron e Berset non sono di sinistra?!?! Si contestano tra di loro.

Hardy 8 mesi fa su tio
Hanno tentato di forzare il blocco, cosa pensavano di ottenere? Baci e carezze?

Fafner 8 mesi fa su tio
Risposta a Hardy
Eh ma pori, si sentivano accerchiati...

blitz65 8 mesi fa su tio
fatto bene.....andate in Francia o Israele a manifestare

AddavenìBaffone 8 mesi fa su tio
Sempre troppo poco.
NOTIZIE PIÙ LETTE