Cerca e trova immobili
È la "star" Maja Hoffmann la nuova presidente

LOCARNO FILM FESTIVALÈ la "star" Maja Hoffmann la nuova presidente

24.07.23 - 14:21
Per la prima volta sarà una donna a ricoprire questa carica. E intanto la lunga era di Marco Solari è al capolinea.
Tio/20minuti - Davide Giordano
È la "star" Maja Hoffmann la nuova presidente
Per la prima volta sarà una donna a ricoprire questa carica. E intanto la lunga era di Marco Solari è al capolinea.

LOCARNO - Sarà per la prima volta una donna ad assumere la presidenza del Locarno Film Festival. Il nome è stato svelato nel pomeriggio di oggi, lunedì. Si tratta di Maja Hoffmann, basilese, classe 1956, ideatrice della Fondazione LUMA, uno dei maggiori progetti culturali in Europa. Allo stesso tempo si chiude la lunga era di Marco Solari che è stato presidente della rassegna locarnese dal 2000. L'edizione numero 76 del Festival, quella che inizierà il 2 agosto per terminare il 12, sarà l'ultima diretta da Solari, che poi fungerà da "spalla momentanea" per la new entry. 

Non parla l'italiano, ma raccoglie l'unanimità – Si esprime in francese, tedesco e inglese. L'italiano lo parla poco. Maja Hoffmann è davvero la scelta giusta? Conosce la realtà territoriale in cui andrà a operare? Quello che è certo è che la proposta della "commissione cerca" per la successione di Marco Solari, coordinata da Mario Timbal, è stata approvata all'unanimità dal Consiglio di amministrazione del Festival. Qualcosa vorrà pur dire. «È una persona conosciuta in tutto il mondo – evidenzia Timbal –. Ha esperienze su tutti i fronti. Anche su quello cinematografico. Ci eravamo detti che se non avessimo trovato una persona ticinese, avremmo puntato su un profilo che qui non si poteva trovare».

Il profilo – Dietro al nome di Maja Hoffmann sembra esserci un personaggio di peso e carismatico. Una vera "star" internazionale. La Hoffmann è anche presidente dello Swiss Institute New York (USA) e della Fondation Vincent van Gogh Arles (Francia), è vicepresidente della Emanuel Hoffmann Foundation Collection di Basilea (Svizzera) e fa parte dei consigli di amministrazione delle Serpentine Galleries di Londra (Regno Unito), della Kunsthalle Zürich (Svizzera), del New Museum e del Center for Curatorial Studies del Bard College, entrambi a New York (USA) ed è membro di Human Rights Watch.

Una donna di grande cultura – «Ringrazio la "commissione cerca" e il Consiglio di amministrazione per la fiducia – sono state le prime parole di Maja Hoffmann –. Sono felice di mettere la mia esperienza e le mie conoscenze al servizio del futuro di questo prestigioso Festival, e contribuire così allo sviluppo della cultura in Svizzera. Da sempre Locarno ha mostrato un’identità forte, fondamentale per rafforzare il posizionamento del Festival a livello internazionale».

«Non sarà come me e Rezzonico» – Solari rivela come ha vissuto i mesi che hanno preceduto la scelta comunicata oggi. «Ero preoccupato per la mia successione. Sono sincero. Ora sono sollevato perché abbiamo una persona affermata in tutto il pianeta. E questo è importante: il Festival non si deve affermare solo in Svizzera, bensì anche a livello internazionale. Certamente il fatto che Maja Hoffmann sia così richiesta segnerà un po' un cambio di paradigma. Non potrà essere presente 7 giorni su 7 in Ticino come è stato per me o per Raimondo Rezzonico. Il legame con la Svizzera italiana tuttavia sarà forte. Maja Hoffmann crede nella libertà. Concetto che è un valore di base del nostro Festival».

Altri "cambiamenti" in vista
Il prossimo 20 settembre verranno sottoposti all’Assemblea straordinaria anche i nuovi statuti che prevedono una riduzione del numero di membri del Consiglio di amministrazione: da 27 a 7. Così come la costituzione di due Advisory Board, il Policy Advisory Board e l’Industry Advisory Board che, grazie alle loro competenze specifiche, supporteranno il Consiglio di Amministrazione nelle scelte strategiche. 

 

 

 

COMMENTI
 

diessegi 7 mesi fa su tio
una gran parte dei commenti su tio e tinews denotano una peculiarità tipicampente ticinese: il criticare tanto per criticare e l'incapacità di vedere oltre il proprio piccolo orticello.... chi è causa del suo mal ecc ecc...

Arturo1954 7 mesi fa su tio
NON parla Italiano, ma che vada a Zurigo a fare il Festival. Alla faccia della cultura Italofona......

comp61 7 mesi fa su tio
una che si presenta in scarp da tennis ha già detto tutto di se. Mi sembra abbia troppa carne sul fuoco: qualcosa brucerà.

nihil 7 mesi fa su tio
È iniziato l‘ululato provinciale!

navy 7 mesi fa su tio
Non la conosco ma le auguro un buon lavoro! A Marco Solari auguro buona pensione, sperando si faccia da parte e stia in silenzio. Di Re in giro per il Ticino ne abbiamo già uno e pecca di protagonismo continuativo…..

angelina 7 mesi fa su tio
ora che lo so dormirò meglio. ah ah ah ah

Porzarama 7 mesi fa su tio
Dopo Solari ci voleva un nome tedesco con l’aggiunta che die Frau NON parla la lingua Italiana. Complimenti! Lokarn Film Festival

rosi 7 mesi fa su tio
Buon lavoro. 🌻

Porzarama 7 mesi fa su tio
Risposta a rosi
GUTE ARBEIT! Così die Frau Praesidentin capisce.

Astalavista 7 mesi fa su tio
Ehm ...vediamo 1 po' !? massimo 1 paio di anni poi, verrà ( anzi ) si sostituirá . Finiti i tempi di cerchia familiare e raccomandazioni 🥲 Auguri cmq

s1 7 mesi fa su tio
l'italiano lo parla poco

curiuus 7 mesi fa su tio
Complimenti per la pettinatura e per l'abbigliamento...

Signore 7 mesi fa su tio
Risposta a curiuus
Ne abbiamo già abbastanza di nullità che si vestono e si pettinano perfettamente... PS. non conosco la persona, ma da quanto leggo non sembrerebbe l'ultima arrivata, anzi.

chris76 7 mesi fa su tio
Risposta a curiuus
Le qualità di una persona e di quello che fa da quando si valutano in base ad abbigliamento e pettinatura?
NOTIZIE PIÙ LETTE