Cerca e trova immobili

BELLINZONAIn festa per la nuova capanna

08.06.23 - 16:34
È stata inaugurata quest'oggi la rinnovata capanna del Cremorasco ai Monti di Camorino.
ADN
In festa per la nuova capanna
È stata inaugurata quest'oggi la rinnovata capanna del Cremorasco ai Monti di Camorino.

CAMORINO - A un anno esatto dall'inizio dei lavori di ristrutturazione la Capanna Cremorasco si è presentata oggi in tutto il suo splendore. Dopo un'attesa durata (troppi) anni - a causa anche di un ricorso - il rifugio non custodito situato a 1'095 metri di altitudine sui monti di Camorino è stato completamente messo a nuovo. «È un progetto che abbiamo fortemente voluto e il nostro impegno è stato ripagato», ha esordito il presidente del patriziato Pietro Ghisletta, ringraziando tutti coloro che si sono adoperati per la buona riuscita dell'opera e ricordando in particolar modo Ivano Rizzi, che purtroppo è scomparso prima che il rinnovo della capanna fosse ultimato. 

Alla festa, che ha visto il patriziato offrire polenta, mortadella e gorgonzola ai numerosissimi presenti, è intervenuto anche il Vice-Sindaco di Bellinzona Simone Gianini, che ha esordito scusandosi per l'assenza di altri tre municipali. «Se l'inaugurazione si fosse tenuta domenica come previsto (era stata annullata a causa del brutto tempo, ndr) ci sarebbero stati, ma oggi avevano già altri impegni», ha precisato Gianini tessendo le lodi a progetti di questo tipo che danno la possibilità alla popolazione di condividere esperienze e godersi il territorio di Bellinzona. «Con una superficie di quasi 165 chilometri quadrati - ha ricordato il vice-sindaco - siamo la più estesa tra le città svizzera di oltre 30'000 abitanti e sul nostro territorio abbiamo posti splendidi. Questa capanna, che visito per la prima volta, si trova in un vero e proprio paradiso». Dopo il discorso di Gianini è stata la volta della benedizione alla struttura impartita dal parroco di Camorino Don Roberto. In seguito è iniziata la festa vera e propria con il pranzo e l'animazione musicale.

Dalla capanna Cremorasco si può godere di uno spettacolare panorama sulla regione sottostante: da un lato è possibile guardare fino alle isole di Brissago e dall’altro fino oltre il Monastero delle Benedettine di Claro. Il rifugio, costruito nel 1969 e ristrutturato una prima volta nel 1996, dispone di dieci posti letto completamente rinnovati, una nuova cucina e un nuovo bagno. L’efficienza energetica della capanna è stata migliorata grazie all’installazione di due nuovi pannelli fotovoltaici che rendono l’edificio autosufficiente. Il credito complessivo dei lavori - coperto in gran parte dal Cantone, dalla Città di Bellinzona, dall'Aiuto al fondo patriziale, dalla Pro Camorino e dall'Ufficio per lo sviluppo economico - ammonta a 234mila franchi. 

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE