Cerca e trova immobili

CANTONETre premiati all'assemblea di GastroTicino

22.05.23 - 15:35
Nel corso della serata si è anche discusso del futuro della ristorazione ticinese.
GastroTicino
Il premio GastroTicino 2023 alla carriera va a Rosandra Ballinari, nella foto tra Massimo Suter, presidente GastroTicino, e Michele Unternährer, presidente GastroLugano.
Il premio GastroTicino 2023 alla carriera va a Rosandra Ballinari, nella foto tra Massimo Suter, presidente GastroTicino, e Michele Unternährer, presidente GastroLugano.
Tre premiati all'assemblea di GastroTicino
Nel corso della serata si è anche discusso del futuro della ristorazione ticinese.

BELLINZONA - Grande festa, in occasione della 119esima assemblea cantonale, per GastroTicino. E durante la cena di gala svoltasi negli scorsi giorni al ristorante Ciani di Lugano sono stati consegnati anche diversi premi.

Il primo riconoscimento è andato a Flora Bettosini-Macconi, «che quest'anno festeggia i 50 anni al Grotto Flora B&B», mentre il secondo è stato consegnato allo chef Dario Ranza «per la sua lunga e prestigiosa carriera e i numerosissimi premi e riconoscimenti ottenuti». Il Premio GastroTicino 2023 alla carriera è andato invece a Rosandra Ballinari, «socia dal 1963 e molto attiva nell'associazione a livello regionale, cantonale e federale».

Tra gli ospiti della serata il presidente del Governo Raffele De Rosa, il consigliere agli Stati Marco Chiesa, i consiglieri nazionali Fabio Regazzi e Rocco Cattaneo e i rappresentanti di associazioni, enti e aziende partner.

Ad arricchire i lavori assembleari, anche il dibattito su “La ristorazione tra sfide e imprenditorialità”, preceduto dal saluto del vicesindaco di Lugano Roberto Badaracco.

La discussione è stata moderata dal caporedattore di Radio Ticino Angelo Chiello e vi hanno partecipato Massimo Suter (presidente GastroTicino, vicepresidente GastroSuisse e membro del CdA di Svizzera Turismo), Fabio Regazzi (Consigliere nazionale Il Centro, presidente Unione svizzera delle arti e dei mestieri, imprenditore), Andrea Gehri (presidente Camera di commercio, dell'industria, dell'artigianato e dei servizi del Cantone Ticino, imprenditore), Gerhard Lob (giornalista per diverse testate d'Oltre Gottardo) e Michele Valsangiacomo (direttore dell’Hotel Coronado di Mendrisio, imprenditore).

Davanti a una platea che ha gremito l’Asilo Ciani, i relatori hanno analizzato in modo completo e approfondito le sfide che la ristorazione dovrà affrontare (conseguenze della guerra in Ucraina, aumento dei costi di gestione, penuria di personale qualificato, burocrazia, traffico,...), invitando la categoria a considerare l’utilizzo della tecnologia in ogni aspetto della professione, il piano in cinque punti di GastroSuisse per contrastare la carenza del personale, le tendenze del mercato e le preferenze dei clienti, la sostenibilità ambientale, l’importanza della formazione, le sinergie con il turismo e la nuova Legge sugli esercizi alberghieri e la ristorazione (LEAR).

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

bic66 10 mesi fa su tio
Le federali di avvicinano😂😂😂

curiuus 11 mesi fa su tio
Accidenti, che raccolta di persone "importanti" ! Quand mangià e bev l'è gratis...
NOTIZIE PIÙ LETTE