Immobili
Veicoli

CANTONE Sfitto oltre ogni limite: «Fortissimo nei centri, ma la situazione è ben peggiore dei numeri»

13.09.21 - 17:04
L'ultimo rilevamento statistico mostra una situazione «estremamente preoccupante» e i proprietari lanciano l'allarme
Deposit
Sfitto oltre ogni limite: «Fortissimo nei centri, ma la situazione è ben peggiore dei numeri»
L'ultimo rilevamento statistico mostra una situazione «estremamente preoccupante» e i proprietari lanciano l'allarme
La Catef: «Il parco immobiliare ticinese si è ingrossato nell'ultimo anno di 3.100 unità abitative a fronte di una popolazione in calo. Il nuovo costruito schiaccia alla fine il vecchio»

LUGANO - «Non so più dove sbattere la testa. Da un anno, a Giubiasco, cerco un nuovo inquilino. Ho ridotto l’affitto di 200 franchi al mese, ma non c’è nulla da fare e il mio stabile ha solo 5 anni». Sono sempre di più i proprietari di abitazioni inghiottiti nel buco nero dello sfitto in Ticino. Franco (nome di fantasia) ha chiamato anche la Catef, la Camera ticinese dell’economia fondiaria, per sapere qual è la pigione giusta. Ma è solo un mattoncino del problema.

La parete nord dello sfitto - Mentre incombe la votazione sulle “pigioni trasparenti”, s’innalza himalaiana la quota delle abitazioni vuote. A inizio giugno, secondo l’Ufficio cantonale di statistica (Ustat), se ne contavano 7.017 unità (+378 rispetto al 2020). È una soglia psicologica che viene oltrepassata, ma fa ancora più impressione il confronto sul decennio (nel 2011 lo sfitto registrava 1.680 unità e oggi siamo all’ottavo incremento annuo consecutivo). 

La Catef: «Sfitto fortissimo nei centri» - «La situazione è estremamente preoccupante - dice l’avvocato Renata Galfetti, segretaria cantonale della Catef -. Si osserva attualmente uno sfitto fortissimo nei centri urbani, ma abbiamo l’impressione che nelle valli il rilevamento sia molto lacunoso». 

Chiasso cronicamente sfitta - I numeri nudi e crudi dell’Ustat abbozzano l’identikit dell’edificio che resta sul groppone al proprietario: dominano i 3 locali (sono 2.460 le unità sfitte di questo tipo in Ticino, seguite dai 4 locali con 1.736 unità); sono stabili in netta prevalenza da affittare (5.941 unità contro i 1.076 edifici sfitti in vendita), e si trovano nella fascia di frontiera. La regina dello sfitto resta Chiasso (dove il tasso di abitazioni vuote tocca il 7,17%), seguono Mendrisio (4,1%) e Lugano (3,81%); la media cantonale è del 2,83%. «A Chiasso ormai lo sfitto elevato è cronico e, come avviene in questi casi, non si riesce più ad abbassarlo» ricorda l'avvocato della Catef.

Numeri ben peggiori - A quota settemila l’ossigeno dell’affitto comincia a mancare ai proprietari? Fossero solo settemila. «La situazione è in realtà molto peggiore di quanto dicano questi numeri - avverte Galfetti -. So di una città ticinese che da due anni fa rilevamenti in proprio, mandando sul territorio la polizia comunale, e gli sfitti risultano essere tre volte tanto i numeri ufficiali».

Il nuovo schiaccia il vecchio - A complicare la situazione ci sono due tendenze contrastanti. Da un lato lo spopolamento in atto in Ticino, dall’altro l’incremento continuo di nuove costruzioni: «Si continua a costruire, tra il 2020 e il 2021, il parco immobiliare ticinese si è ingrossato di 3.100 unità abitative. Come è possibile a fronte di una popolazione in calo? È un’offerta certo standardizzata, ma che schiaccia le abitazioni più vecchie. La gente oggi cerca molto la comodità a scapito dello “charme” del vivere ad esempio nel nucleo».

«Un problema che tocca tutti» - Chi osserva il buco nero da vicino, fa sapere che il parco delle case vuote è estremamente variegato per tipologia e anno di costruzione. «È uno sfitto che tocca tutte le categorie - conclude Renata Galfetti -. C’è un 15% di sfitto nelle abitazioni nuove, ma restano senza inquilino anche case di 5, 15, 30 e più anni. E ce ne sono dappertutto nel territorio ticinese. Lo sfitto interessa tutti».

COMMENTI
 
egi47 1 anno fa su tio
E lo scempio continua, per cosa si continua a costruire?
F/A-19 1 anno fa su tio
Purtroppo o per fortuna si costruisce per elargire stipendi e generare ricchezza, stipendi sopratutto a frontalieri e ricchezza ai promotori che il più delle volte non sono ticinesi. Si rinnova comunque il parco abitativo, si attivano molti artigiani con l’indotto, si spinge a transare lasciando il vecchio per il nuovo, si spinge quindi a rinnovare il vecchio, si generano ipoteche e quindi anche le banche fanno il loro lavoro, insomma si fa girare la ruota. Per uno come te che chiede che senso ha tutto questo potrei farti mille esempi tipo: perché cambiare l’auto? Andrebbe bene anche quella vecchia. Perché fare un viaggio magari prendendo l’aereo? Si sta bene anche qua. Perché andare al ristorante? Pane e salame da casa costa meno. Perché andare al cinema quando basta accendere la tele, ecc..., andare dal parrucchiere, comprarsi dei vestiti, farsi le unghie, avete un cane, rinnovare il mobilio...., eppure si fa, si spende, si butta roba ancora buona, si spreca il cibo, si inquina con auto di grossa cilindrata, che senso ha? Eppure tutti lo facciamo.
cle72 1 anno fa su tio
A tutti coloro che si indignano solo perché si soffermano su un numero, che non significa nulla! Sapete la realtà o lo stato degli immobili sfitti? avete idea di quali affitti si parla per degli stabili, con appartamenti in stato di degrado, senza nessuna comodità, nessuna tecnologia moderna? Tanti nuovi palazzi sono cresciuti sulle macerie di vecchi palazzi, e questi sono totalmente affittati ora. L'edilizia è ancora la forza trainante dell'economia, senza questa ciaone! I numeri spesso non contano, celano la verità, si espongono solo per causare panico, reazioni, ma a bocce ferme si rilevano quello che sono, solo dei numeri.
F/A-19 1 anno fa su tio
Deduco che vivi comodamente in un’immobile nuovo e moderno dove non manca niente, hai anche piscina interna, sauna e bagno turco?
Amir 1 anno fa su tio
Vi dovete solo vergognare ..tre mesi fa cercavo casa a vacallo e i proprietari non scendevano nemmeno 50 fr meno altro che case sfitte...li auguro altri 15 anni di rimanere chiuse..per non parlare poi della incompetenza delle immobiliari...
RobediK71 1 anno fa su tio
Certo, abbassassero gli affitti al livello ticinese e non ginevrino forse…
Rusky 1 anno fa su tio
eh bhe continuando a costruire in molti casi con capitali di dubbia provenienza e „offrendo“ un monolocale per Fr 1500.- al mese la situazione é questa
F/A-19 1 anno fa su tio
Il bello è che quando richiedi un credito alla banca queste verificano la provenienza del tuo capitale proprio, la mafia invece non ha bisogno della banca perché usa solo capitale proprio e quindi il gioco è fatto. Un po’ come quando c’era il segreto bancario, i soldi esteri entravano nelle nostre banche a vagonate per la contentezza del nostro paese.
tschädere 1 anno fa su tio
la catef dovrebbe svegliarsi.per porre rimedio agli sfitti ci sarebbe seguente.cominciate a sostituire gli esistenti contratto seccondo i quali posso disdire lo app. solo una volta lànno.introducete che sia possibile disdire due volte in 12 mesi come nel resto della svizzera.cosi la flutuazione sarebbe piu fluida.
dan007 1 anno fa su tio
Il Costo dell’affitto e proporzionale al costo dell’immobile e chiaro che pagate troppo ma quando paghi 1000.000 di franchi un tre locali pensate di pagare quanti l’affitto
dan007 1 anno fa su tio
Avete costruito per cosa c’era una domanda oppure si dovevano ristrutturare l’esistenza comunque si è costruito troppo e male a livello urbanistico Messina strategia per creare spazi di vita distanze tra immobile coerenti con spazi verde orti comuni eliminare parcheggi sulla Strada
Boma 1 anno fa su tio
dove abito io c'è ancora qualche fazzoletto di terra... dovrebbero metterci ancora qualche palazzo...
Dalu 1 anno fa su tio
Mi domando: una volta sfruttato tutto il territorio, poi dove costruiscono? Ricordo il Ticino 40 anni fa… tra altri 40 anni costruiranno sulle vette delle montagne di questo passo🤮
Leonardo-P 1 anno fa su tio
Sentire piangere (lacrime di coccodrillo) continuamente i proprietari è talmente tanto insopportabile da far venire un brivido di goduria. Bando alle ciance che sui prezzi degli affitti ormai è usura totale ancor di più per palazzi con appartamenti indecenti, mentre i nuovi sembra debba venderti un rene al mese. Bravi ticinesi, tutti via e soprattutto andiamo a fare i frontalieri dove riceviamo dal Ticino (paghe) e non restituiamo nulla (tasse). Vedrete quando si frusteranno ma sarà irrimediabilmente troppo tardi. Godo.
ZioG. 1 anno fa su tio
Dovrebbero bloccare le costruzioni di palazzi che sorgono come funghi!
LHOST 1 anno fa su tio
Con i prezzi che sparano con la scusa di “e ma qui cè la vista lago”, “e ma sei in/vicino al centro”, “e ma lo stabile è nuovo”, ecc poi non cè da sorprendersi se la gente cambia cantone per spendere meno o se attaccano a fare i frontalieri trasferendosi appena fuori confine. Iniziamo a renderci conto che un affitto che porta via metà stipendio è TROPPO per il tempo che si passa tra quelle mura.
Tato50 1 anno fa su tio
Quelli che si sono spostati oltre confine, a sud, da ottobre avranno un rincaro della luce o del gas del 45 % -)) Poi stanno già pensando ad altro ma forse con gli stipendi del Canton Ticino, resisteranno -))
Leonardo-P 1 anno fa su tio
Un aumento di 400/500€ l’anno. Facendo due calcoli si risparmia almeno 9/10000 franchi l’anno e non per un affitto ma facendo un mutuo (quindi non capitale a fondo perduto). Quei ticinesi che optano per il frontalierato (e ne sono tanti ogni anno) si faranno una gran risata dell’aumento paventato. Siamo già 3 famiglie che faremo la stessa scelta per inizio prossimo anno. Ancora di più quando da frontaliere sei ancora più tutelato in tutti gli ambiti. Basti vedere la proposta sul greenpass dove da ticinese devi fare il tampone per fare la spesa ma da frontaliere non devi fare nulla. Eppure il principio è lo stesso: un frontaliere lavora in Ticino per avere una capacità economica mensile maggiore, un ticinese fa spesa in Italia per avere una capacità economica maggiore a fine mese. Ovviamente la solita politica di cittadini di serie A e serie Z.
Massi 1 anno fa su tio
Se il costo dell’affitto non fosse sproporzionato rispetto al locale da affittare magari verrebbe voglia di andarci.. esempio tratto da un annuncio preso a caso: monolocale 15mq 800.- escluse spese condominiali… e parliamo di 15 mq nhe.. i cosiddetti proprietari che si lamentano dovrebbero pensarci un po’ su.
MrBlack 1 anno fa su tio
Sono anche questi i risultati della lungimirante politica a favore del frontalierato.
seo56 1 anno fa su tio
Bene!!
TheOsage 1 anno fa su tio
Basterebbe che i comuni non concedessero più per i prossimi 5 anni permessi di nuove costruzioni, ma al massimo la riattazione di quelle esistenti senza aumento di unità abitative, e già qui metteremmo un bel freno, per i prossimi anni.
Dalu 1 anno fa su tio
Sarebbe molto saggio, ma immagino già i commenti sul fatto che poi falliscono troppe società che lavorano nel settore… è l’economia che è marcia! Non si può più andare avanti così! Prima o poi anche le abitazioni saranno usa e getta? Vomitevole economia
F/A-19 1 anno fa su tio
La mafia costruisce per riciclare i soldi, a loro non interessa se poi hanno metà palazzo vuoto, l’importante è far girare la loro ruota.
Rusky 1 anno fa su tio
esatto!
seo56 1 anno fa su tio
Come godo!!!
SteveC 1 anno fa su tio
Non è che per caso si costruisce troppo?
B.P.66 1 anno fa su tio
Molto peggiore???😱😱😱Ma l'italiano?
Dalu 1 anno fa su tio
E intanto continuano a costruire… modo ne ovunque, palazzi che vengon su come funghi! Consumando suolo come se non ci fosse un domani. Ringraziamo Reagan che ha iniziato questa politica assurda che però piace al popolo😂😂
Blobloblo 1 anno fa su tio
Mi raccomando continuiamo a costruire!! Palazzi palazzi palazzi.... 😂😂😂
NOTIZIE PIÙ LETTE