Immobili
Veicoli

LOCARNOIl Municipio leva la bandiera arcobaleno da Palazzo Marcacci: «Il messaggio è passato»

13.09.21 - 14:44
Dopo diverse polemiche e un ricorso al Consiglio di Stato, l'Esecutivo di Locarno ha rimosso il contestato vessillo.
Lettore Tio.ch
Il Municipio leva la bandiera arcobaleno da Palazzo Marcacci: «Il messaggio è passato»
Dopo diverse polemiche e un ricorso al Consiglio di Stato, l'Esecutivo di Locarno ha rimosso il contestato vessillo.
Il Municipio, comunque, non rinnega la propria decisione. «Il nostro obiettivo era dare un segnale contro ogni forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale delle persone».

LOCARNO - Dopo diverse polemiche e un ricorso al Consiglio di Stato, il Municipio di Locarno ha deciso di togliere la bandiera arcobaleno che era stata esposta negli scorsi giorni a Palazzo Marcacci. «Siamo consapevoli che su questa tematica vi sia un importante dibattito», sottolinea l'esecutivo della Città sul Verbano, precisando di aver tenuto conto delle varie sensibilità espresse. «Il messaggio che si voleva lanciare, ovvero quello dell’opposizione a qualsiasi forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale, è stato raggiunto. Per cui - spiegano dal Municipio - è stato deciso di ritirare l’esposizione della bandiera».

Il Municipio, naturalmente, conferma di essere «favorevole» alla modifica legislativa che si andrà a votare il prossimo 26 settembre e di aver deciso «a maggioranza» di esporre la bandiera dopo aver ricevuto la richiesta da parte del comitato a favore della votazione federale “Matrimonio per tutti”. «Volevamo dare un segnale contro ogni forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale delle persone».

Locarno non è stata l'unica città svizzera a esporre la bandiera arcobaleno sul Palazzo del Municipio. Una scelta simile era infatti stata fatta da Ginevra e Losanna. «Con questa decisione - precisano dall'esecutivo - non volevamo urtare la sensibilità di nessuno, bensì ribadire la nostra opposizione a qualsiasi forma di discriminazione in quest’ambito. Palazzo Marcacci d’altronde è anche la sede dove si celebrano i matrimoni civili e dove è stata ufficializzata la prima unione domestica registrata della Svizzera il 2 gennaio 2007».

COMMENTI
 
Güglielmo 1 anno fa su tio
possono esporre quello che vogliono. il mio NO è già stato spedito... ma tanto col c...o che hanno passerà...
vulpus 1 anno fa su tio
Se qualche dubbio c'era, il passo lungo del municipio mi ha dato convinzione sulla scelta. Tutti sono liberi di farne ciò che meglio preferiscono della propria vita. Lungi dall'esprimere giudizi. Ma la possibilità di procreare , legata a questa formalità , è fuori luogo.
Fragolina6005 1 anno fa su tio
Io trovo tutto uno schifo Che esempio gli diamo ai nostri figli, con questi malati che pretendono far passare la omosessualità ed il lesbifighe una cosa normale Qui sono tutti da ricoverare in una clinica ed buttare le chiavi compressi chi li appoggia Vergogna ed schifo e poco
merlux 1 anno fa su tio
Questo commento è probabilmente punibile ai sensi dell'art 261bis del codice penale. Saluti
Elveg 1 anno fa su tio
Magari rinchiudono anche te e la buttano nel tombino più profondo che ci sia!!! La gente come lei fa schifo, dovesse suo figlio o figlia dirle da che parte sta vorrei proprio vedere cosa le risponde!! E poi forse un po’ di italiano corretto non le farebbe certo male!
volabas56 1 anno fa su tio
Non ti poni qualche domanda prima di scrivere?
emib53 1 anno fa su tio
Mancano i presupposti perché si ponga qualche domanda, ci vuole un cervello, e, già che ci siamo, un minimo di istruzione che, visto l'italiano, direi molto carente.
Elveg 1 anno fa su tio
Uaoooo che personaggi fantastici 🤣🤣 certo che per molte persone la libertà di scelta e di espressione sarà sempre un tabù, proprio come il loro cervello
JoZ 1 anno fa su tio
peccato... oltre a dare un buon messaggio era anche un bel tocco di colore
Princi 1 anno fa su tio
fastidi grass , comunque il mio NO é gia steso
Luganese 1 anno fa su tio
Una vergogna !!! Il municipio è un’autorità rappresentativa di tutta la popolazione e non solo del movimento LGBT. L’esposizione della bandiera arcobaleno è una palese violazione di tale rappresentatività e segnale di discriminazione nei confronti dei contrari alla legge. Da tenerne conto alle prossime elezioni!
Duca72 1 anno fa su tio
Adesso dovrebbero esporne una per gli eterosessuali, visto la parità di diritti che invocano tutti !
ste29 1 anno fa su tio
perché giustamente te vieni discriminato per essere eterosessuale? è vergognoso le persone come te non dovrebbero avere nemmeno il diritto di commentare queste cose.
red_monster 1 anno fa su tio
Creiamo un popolo di cul@ttoni e lesbicaccie dai su
Marta 1 anno fa su tio
aggiungo anche di bambini sbandati alla ricerca dei loro veri papà e mamme sui cataloghi..
merlux 1 anno fa su tio
Questo commento è probabilmente punibile ai sensi dell'art 261bis del codice penale. Saluti
merlux 1 anno fa su tio
Questo commento è, probabilmente, punibile dall'art. 261bis del codice penale...
seo56 1 anno fa su tio
Vergognoso… era ora. Il mio NO é stato anche dettato dal vostro inqualificabile gesto!!
Boss 1 anno fa su tio
mi sembrava giusto NON esporla!!!
NOTIZIE PIÙ LETTE