Ti Press (archivio)
L'attuale centro scolastico
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
28 min
S'invola per gli Emirati, lasciando un cavallino nero in Ticino
Sul sito delle aste dell'Ufficio di esecuzione è sbucata una Ferrari 458 nera
CANTONE
57 min
La “pandemia dei bambini”... anche nelle scuole ticinesi
In molti si dicono favorevoli all'introduzione dei test ripetuti e alla mascherina obbligatoria dalla quarta elementare
Politica
2 ore
Partito comunista, eletto un nuovo Comitato Centrale di venti persone
Riconfermata la fiducia a Massimiliano Ay, rieletto segretario politico
CANTONE
3 ore
Alle medie mancano professori di francese
Formazione dei docenti, il DECS e il DFA hanno fatto il punto della situazione tra passato, presente e futuro.
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
Il cuoco Diego Della Schiava è un nuovo talento
È attivo al The View di Lugano. È invece di Vals (GR) Mitja Birlo, il cuoco dell'anno
CADENAZZO
6 ore
Cento candeline per Carlo Giovanora
Il neo centenario è stato festeggiato dai famigliari e da una delegazione del Municipio di Cadenazzo.
CANTONE
6 ore
Esplosione di casi nelle scuole
Durante il weekend sono state segnalate ben ventidue quarantene di classe (sedici alle elementari).
CANTONE
6 ore
Roberta Pantani Tettamanti nel CdA di AET
Prenderà il posto di Ronald Ogna, membro del Consiglio d'Amministrazione dal 2009.
CANTONE
7 ore
Le novità sui cantieri delle FFS in Ticino
Dal nuovo cantiere di Riviera-Bironico fino alla chiusura (temporanea) dei lavori a Maroggia-Melano
FOTO
CANTONE
8 ore
Il Pandamobil arriva in Ticino
Il WWF propone alle scuole la mostra itinerante “Plic, ploc... il ghiacciaio si scioglie!”
LUGANO
08.07.2021 - 13:580

Un centro scolastico tutto nuovo per Viganello

Il Municipio ha licenziato il messaggio con una richiesta di credito di 27,85 milioni di franchi

LUGANO - Il Municipio ha licenziato all’attenzione del Consiglio comunale un credito di 27,85 milioni di franchi per la realizzazione del nuovo centro scolastico in zona La Santa, a Viganello. L’obiettivo è offrire ad allieve e allievi un edificio ben organizzato e dotato di un ampio spazio pubblico, fruibile anche dalla popolazione al di fuori degli orari scolastici.

L’attuale centro scolastico del quartiere di Viganello, che si trova in zona La Santa tra via Frontini e via Bottogno, è vetusto ed è costituito da più costruzioni non unitarie, frutto di ampliamenti e sopraelevazioni riconducibili a tempi diversi. Nelle immediate vicinanze vi sono l’ex casa comunale di Viganello (che ospita i servizi cittadini Controllo abitanti, Sicurezza e salute e Polizia di quartiere) e la scuola dell’infanzia Bottogno, bene culturale di interesse cantonale. Il nuovo centro, oltre a essere un tassello essenziale del comprensorio scolastico Monte Brè, rappresenterà un importante spazio d’aggregazione di qualità a favore di tutta la popolazione del quartiere.

Il progetto ARIA – aggiudicato con concorso internazionale nel 2018 a Epure Architecture et Urbanisme (capofila) con l’architetto Enrico Garbin e un gruppo interdisciplinare di specialisti – è stato approfondito e affinato per rispondere alle esigenze tecnico-funzionali espresse dai diversi servizi cittadini coinvolti.

L’intervento urbanistico propone una soluzione chiara e misurata con un unico edificio lungo via Sara Frontini. Lo stabile è organizzato su tre livelli fuori terra e uno interrato. Il pianoterra è diviso fra palestra, scuola elementare e asilo nido. Tra questi tre elementi si sviluppano i passaggi coperti che garantiscono gli accessi alle differenti funzioni e permettono di creare spazi esterni coperti per le attività didattiche principali (ricreazione, pause ecc.) e per le attività di quartiere. Al primo piano sono presenti i locali dedicati alla Polizia di quartiere, la scuola elementare e la scuola dell’infanzia. Al secondo piano si trovano i locali dell’Amministrazione comunale, i locali della scuola elementare e la seconda sezione della scuola dell’infanzia. Il piano interrato è dedicato a palestra, archivi e locali tecnici.

In considerazione degli obiettivi della Città relativi al marchio “Città dell’energia®”, ottenuto da Lugano nel 2019, il nuovo edificio ottempererà lo standard Minergie®-A-ECO. Tutte le scelte edilizie sono state concepite per minimizzare le dispersioni caloriche ed è prevista l’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti.

Le aree esterne offrono spazi di circolazione differenziati che convivono con le attività scolastiche, diventando un punto di aggregazione sociale e intergenerazionale per chi abita nel quartiere. Inoltre il progetto sviluppato interesserà vari livelli di intervento, fra cui una fascia arborea e arbustiva per creare una continuità ecologica e di ombra lungo i percorsi esterni urbani, un cortile dove si ricrea il campo da basket e alcuni giardini tematici per attività ludiche e di socializzazione.

Gli spazi del progetto definitivo prevedono la realizzazione di circa 5’500 m2 di superfici interne e poco più di 6’000 m2 di superfici esterne pavimentate, inverdite o piantumate. Le aree liberamente fruibili per la scuola elementare corrisponderanno a circa 3’600 m2. Le alberature più importanti presenti nel comparto sono mantenute e integrate nel progetto del verde.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-29 18:58:33 | 91.208.130.85