tipress
LUGANO / LOCARNO
30.06.2021 - 16:350

Caso Santa Chiara: «Pronti ad aiutare, ma non possiamo farlo»

La clinica Moncucco si dice pronta a venire incontro ai colleghi di Locarno.

Un aiuto che, allo stato attuale sarebbe impedito «da una decisione dei precedenti amministratori e da un ordine della Pretura di Locarno»

LUGANO / LOCARNO - In merito al rischio di mancato pagamento degli stipendi ai dipendenti della Santa Chiara, ci sarebbe un'offerta di aiuto. Esprimendo «tutto il suo sconcerto per la situazione che si è venuta a creare», la clinica luganese Moncucco si dice infatti «pronta ad intervenire per aiutare la Santa Chiara e i suoi collaboratori».

Un aiuto che, tuttavia, allo stato attuale sarebbe impedito «da una decisione dei precedenti amministratori, che si rifiutano di collaborare con chi oggi rappresenta l’azionista di maggioranza, e da un ordine della Pretura di Locarno», precisa oggi una nota stampa dell'ospedale di Lugano.

L’azionista di minoranza Swiss Medical Network (SNM), si legge nel comunicato, ha presentato un’istanza e ottenuto dalla Pretura di Locarno «una misura supercautelare che mantiene i diritti di firma dei due amministratori attuali e fa loro divieto di collaborare in qualsiasi modo con la Clinica Moncucco».

Una procedura, questa, «piena di pericoli anche per la Clinica Santa Chiara, nella quale l’azionista di minoranza (6% dei voti) chiede e ottiene un provvedimento in apparenza contro la Clinica stessa, rappresentata da amministratori con i quali però è in evidente accordo, escludendo la maggioranza (quasi il 94% dei voti) dal potersi esprimere davanti al giudice e finora perfino dal diritto di prendere conoscenza dell’istanza presentata da SMN», prosegue la nota.

La Clinica Moncucco deplora ancor più «l’agire degli attuali amministratori della Clinica Santa Chiara e dei loro rappresentati legali, i quali potrebbero sbloccare la situazione in poco tempo, riconoscendo la legittimità degli amministratori di recente nomina, favorendo così un periodo di cogestione che permetterebbe di pagare i salari ed avviare il processo di ricapitalizzazione senza il quale il futuro della Santa Chiara non potrà in nessun modo essere garantito».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 3 mesi fa su tio
Politicamente corretti, corrotti eticamente
vulpus 3 mesi fa su tio
Poniamoci una domanda seria: quale è lo scopo che si vuole ottenere con i blocchi supercautelari? Non sicuramente la vendita a questo gruppo rappresentato da 2 medici. La risposta potrebbe anche essere: o fate quello che diciamo o costringiamo a chiudere tutto, con tanta soddisfazione di EOC e perdita del Locarnese di una struttura molto apprezzata. Avanti con i pasticci cantonticinesi!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 13:29:37 | 91.208.130.89