Immobili
Veicoli
Boom dei veicoli elettrici: «Meno fatica, più attenzione»

CANTONEBoom dei veicoli elettrici: «Meno fatica, più attenzione»

17.06.21 - 10:04
Il Dipartimento delle Istituzioni lancia una campagna incentrata soprattutto sui monopattini elettrici.
DT
Boom dei veicoli elettrici: «Meno fatica, più attenzione»
Il Dipartimento delle Istituzioni lancia una campagna incentrata soprattutto sui monopattini elettrici.
Il DI ha pure creato un video di raccomandazioni per il corretto utilizzo di questo mezzo, ricordando che i giovanissimi sotto i 14 anni non possono usarlo su suolo pubblico.

BELLINZONA - «Meno fatica, più attenzione: anche per i monopattini elettrici il rispetto è la prima regola». È con questo slogan che il Dipartimento delle Istituzioni lancia la propria campagna per sensibilizzare la popolazione su biciclette e monopattini elettrici, mezzi che stanno prendendo sempre più piede anche nella Svizzera italiana. 

Con la campagna “Meno fatica, più attenzione” il progetto di prevenzione Strade sicure vuole infatti responsabilizzare gli utenti su un corretto uso di questi mezzi e alla stesso tempo intende fornire ai negozianti il sostegno necessario in termini di aggiornamento e informazioni normative.

Boom di richieste - Quest’anno l’accento viene posto in particolare sui monopattini. «Sono veicoli comodi, dinamici ed ecologici che stuzzicano un interesse sempre maggiore sia tra i giovani e i giovanissimi sia tra le persone con qualche anno in più», sottolinea il DI, ricordando però che come per tutte le novità ci sono delle normative da conoscere e rispettare.

Vietato per gli under-14 - «Non tutti sanno - sottolinea il Dipartimento capitanato da Norman Gobbi - che prima dei 14 anni non è consentito utilizzare un monopattino elettrico su suolo pubblico e che fino ai 16 anni per farlo è necessaria la licenza di condurre per ciclomotori».

Video esplicativo - Regole e novità che il DT intende spiegare in un video e tramite del materiale informativo«In questo modo diamo all'utenza la possibilità di districarsi nel non sempre facile percorso normativo di questi nuovi mezzi». Inoltre, grazie alla collaborazione con i commercianti specializzati e con la grande distribuzione, Strade sicure fornisce le informazioni necessarie anche al personale di vendita, che potrà così continuare a offrire un servizio competente e al passo con tutte le novità, anche normative.

COMMENTI
 
vulpus 1 anno fa su tio
È deleterio che il cantone promuovi questi mezzi. Probabilmente la solerte polizia non rileva dove vengono utilizzati. Sfrecciano senza regole sui marciapiedi , nelle zone pedonali, a velocità scendono dai marciapiedi per attraversare le strade, senza regole e prudenza. Ben pochi viaggiano sul sedime stradale, tra l'altro molto pericoloso per questi utenti che non hanno alcuna protezione attorno. Un pericolo continuo per loro e per gli automobilisti. Ma tantè , noi non abbiamo piste per questi utenti , ma facciamo sempre un buon mélange su strade e marciapiedi
lollo68 1 anno fa su tio
Comincerei ad imporre il casco per tutti!
Lore61 1 anno fa su tio
Per andare a 20 orari? ...non far ridere i polli! Una persona non allenata a corsa può raggiungere i 35 orari, cosa facciamo obblighiamo il casco a tutti quelli che fanno jogging speed?? XD
Mattiatr 1 anno fa su tio
Devi capire che cadere è pericoloso, con il trotinet elettrico cadi mentre correndo scarbusci, è totalmente differente, mi pare ovvio!
Lore61 1 anno fa su tio
Haha.. Lo stai dicendo a uno nato in bici... XD Si vede che sei uno della generazione moderna. Non penserai come molti, che puoi cadere di testa con un caschetto in polististirolo ed essere al sicuro, specialmente sui cordoli dei marciapiedi a spigolo vivo che vanno tanto di moda oggi? Noi in banda ai tempi facevamo cross nei boschi con salti ecc..., con bici che di ammortizzatori manco sapevamo cosa fossero (come i caschi) , le velocità non erano i ridicoli 20 orari... e la prima cosa che imparavamo era cadere, e l'ultima cosa che toccava terra era proprio la testa! Tutti quanti prima o poi qualche contusione in tutto il corpo ce la siamo fatta, ma MAI un graffio alla testa! Stesso discorso per sci fuori pista e sci alpinismo... Prima di cimentarsi nella natura selvaggia, bisognerebbe imparare a stare al mondo, altrimenti tra poco vorranno obbligare i caschi per una semplice escursione in montagna... XD
Mattiatr 1 anno fa su tio
Per quanto sia un b0cia e non sia mai andato in bici fuori dal tracciato posso garantirti che di colpi ne ho presi diversi (per lo più volando giù dalle piante). Stesso vale per tagli e tutto il resto (una volta sono tornato a casa coperto di sangu3, i rovi saranno anche carini da vedere ma ti consiglio di non finirci dentro).¶ concordo con te sull'utra protezionismo da governo di maestre dell'asilo. Ne ho un po' piene le ba11e di tutti sti discorsi sulla sicurezza. Una volta grandi e vaccinati penso che siamo in grado di decidere autonomamente e assumerci un minimo di rischi, questo al volante, al manubrio, camminando, sciando, bevendo ecc. Gobbi se ci senti vendi i radar e con i soldi ricavati offri una cena a tutti i soccorritori del salva, sicuramente sono soldi meglio spesi.
Don Quijote 1 anno fa su tio
Tra un po' ci vorrà una licenza anche per camminare sul marciapiedi !
Lore61 1 anno fa su tio
Hihihi...e se attraversi sul passaggio pedonale con il rosso, ti ritirano la patente dell'auto.... XD
F/A-19 1 anno fa su tio
Attento che prima o dopo arriva quello che ti dice che se non ti va bene puoi pure tornartene al tuo paesello....
Mattiatr 1 anno fa su tio
La cosa migliore delle licenze è che possono esser portate via, la restituzione costava troppo poco quindi hanno inventato il medico del traffico e via dicendo. Per esempio se il sabato sera vado a far festina in bicicletta (proprio per non usare l'auto) posso perdere la patente dell'auto, dimmi te cosa centra con le biciclette. Lo stesso vale se ti trovano in giro a dormire (non lo so, magari hai perso il bus e sei stanco, è mezza notte, ...), pure lì salta la patente, dimmi te cosa centra con l'auto?
seo56 1 anno fa su tio
Anche sopra i vent’anni direi. Quelli sono pirati della strada!!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO