Tipress
LUGANESE
19.05.2021 - 08:060
Aggiornamento : 13:19

Funzionario comunale a luci rosse

L'inchiesta su una vicenda di pedopornografia è scattata negli scorsi mesi con il fermo e l'interrogatorio dell'uomo

Bocche cucite da parte del Ministero Pubblico e dell'autorità comunale. Oltre all'inchiesta penale, tuttora in corso, è stata aperta dal Comune un'inchiesta amministrativa

LUGANESE - Un dipendente di un Comune del Luganese è finito nei guai per una vicenda di pedopornografia. Fatti di natura privata, non professionale, per i quali l’uomo è stato fermato, negli scorsi mesi, dalla polizia cantonale e interrogato dagli inquirenti. Al fermo non è però seguito l'arresto.

Nessuno commenta l’accaduto, non il datore di lavoro e neppure il Ministero Pubblico che, da noi interpellato, non rilascia informazioni sul caso. L’epilogo della vicenda non c’è ancora - anche se le voci tra la popolazione si rincorrono sui motivi della lunga “vacanza” dell’uomo. Tra i “si dice” come causa viene citata la pedopornografia, anche se sul "pedo" c'è chi invita alla prudenza. Lo stesso Municipio, da nostre verifiche, attende le conclusioni dell’inchiesta penale nei confronti del proprio dipendente che ricopre un ruolo di responsabilità. In parallelo è stata aperta da parte dello stesso Municipio un’inchiesta amministrativa che dovrebbe chiudersi nelle prossime settimane. Il cambio di legislatura non ha infatti agevolato la presa di una decisione, per lo meno a livello professionale.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 22:36:11 | 91.208.130.85