tipress (archivio)
CANTONE
30.07.2020 - 19:120
Aggiornamento : 21:15

Rabbia per i 60 km/h nella Mappo Morettina, l'Ustra spiega

A contribuire ci potrebbe essere la paura dei mezzi pubblici.

Sull'eventualità del semaforo in galleria: «Per ora non serve»

LOCARNO - Sta facendo storcere il naso a più di un automobilista la scelta dell'Ustra di imporre i 60 km/h nella Mappo Morettina. Preoccupa (e infastidisce) anche la situazione traffico, in un tratto stradale già noto per code e ingorghi.

A fare chiarezza sulla viabilità in generale, ma in particolare su quella del Locarnese, è intervenuto il portavoce dell'Ustra in Ticino, Eugenio Sapia. All'origine dei disagi, per Sapia, ci sarebbero diversi fattori. Uno tra questi, l'abbandono dei mezzi pubblici: «Nonostante il prossimo potenziamento del collegamento ferroviario tra Locarno, Bellinzona e Lugano - spiega ai microfoni di Radio Ticino -. resta dietro l'angolo l'incognita covid. Dobbiamo sempre tenere in considerazione chi ha deciso di non prendere i mezzi pubblici per paura».

Sui 60 km/h, il portavoce ha poi voluto precisare: «È così solo nelle ore di punta, in genere la mattina e la sera. Si è deciso di inserire questo limite quando il traffico supera i 1250 veicoli per ora e direzione, conformemente alle norme attuali».

Studio alla mano, il provvedimento avrebbe senso: «È dimostrato: questa riduzione della velocità comporta una sensibile diminuzione dei rischi».

Sulla gestione dei flussi di traffico e quindi su eventuali altri provvedimenti, l'Ustra ammette di non poter fare previsioni: «Abbiamo visto che la gente prende meno volentieri treni e bus. Questo evidentemente ha degli effetti sul traffico che sono poco programmabili. Non possiamo che attendere come si evolverà la situazione per decidere eventuali altre misure».

Una tra queste potrebbe essere il dosaggio del traffico: «L'accensione dei semafori all'entrata della Mappo Morettina resta per ora una misura ipotetica. Attualmente non viene adottata poiché i volumi di traffico ancora non la richiedono».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-28 10:40:34 | 91.208.130.89