Keystone
MENDRISIO
09.07.2020 - 11:080

A rischio i reparti di ostetricia, neonatologia e pronto soccorso pediatrico dell'OBV

«L'attività del reparto è troppo bassa per garantire la qualità delle cure a medio-lungo termine»

MENDRISIO - Durante un incontro tra politici del distretto, amministratori locali e vertici dell'Ospedale Beata Vergine (OBV) e dell'Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) è stato detto che «l’attività del reparto è troppo bassa per garantire a medio lungo termine la qualità delle cure». 

Il gruppo AlternativA - Verdi e Sinistra insieme si dice preoccupato e ricorda quanto sia importante la medicina di prossimità per la qualità della vita e del benessere della popolazione.

«Partorire all’OBV – unico centro ospedaliero ad avere un innovativo dipartimento donna-bambino - è sicuro come altrove», prosegue il gruppo nel comunicato e ricorda l'importanza di rafforzare il settore della sanità pubblica e di mantenere servizi importanti, come quelli legati alle nascite, in ogni distretto.

«L’obiettivo dell’EOC è di garantire una medicina di qualità in sicurezza e a costi sostenibili, ma il criterio di prossimità non può essere sacrificato», spiega il gruppo e sostiene che togliere dall'OBV reparti così sensibili andrebbe contro all'idea di cure più attente alle questioni di genere.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-06 16:36:46 | 91.208.130.86