TiPress - foto d'archivio
CANTONE
18.04.2020 - 10:510
Aggiornamento : 12:24

(Anche) la Giustizia riparte

Lunedì riprenderanno le attività della giustizia civile e della giustizia penale.

Le attività ordinarie in ambito amministrativo, cantonale e comunale, restano sospese fino a domenica 26 aprile.

BELLINZONA - Una lenta ripartenza delle attività. È stata annunciata negli scorsi giorni e viene ora organizzata dalle autorità cantonali. Il Consiglio di Stato ha quindi modificato due Decreti riguardanti da un lato le autorità comunali, consortili e patriziali, e dall’altro le autorità amministrative cantonali e comunali e le autorità giudiziarie amministrative e civili. 

Enti locali - Lo svolgimento dei Legislativi comunali in seduta pubblica resta sospeso fino al 25 maggio 2020 compreso. Nel caso di assoluta urgenza, i Municipi continuano a poter disporre di misure e interventi necessari, che sottoporranno a posteriori al legislativo per ratifica a conclusione dello stato di necessità. Per i lavori delle Commissioni del legislativo – analogamente a quanto concesso ai Municipio - si inserisce la facoltà di sedute a distanza; vanno però applicate le modalità decisionali e di verbalizzazione previste dalla legge organica comunale, garantendo la riservatezza, la sicurezza e l’integrità dei dati.

Viene prorogato all’8 giugno 2020 il termine per la tenuta delle sedute costitutive dei Comuni con elezioni tacite.

Il termine per stabilire il moltiplicatore 2020 è invece posticipato al 30 giugno 2020.

Sono infine sospesi i termini fino al 31 maggio per la raccolta firme per le iniziative comunali in corso, così come quelli per la presentazione della domanda di referendum già in corso.

Autorità amministrative cantonali e comunali e  Autorità giudiziarie amministrative e civili - Il Decreto esecutivo del 20 marzo 2020 ha introdotto in una prima fase di assoluta emergenza delle importanti limitazioni all’emanazione di solo decisioni urgenti, inderogabili e necessarie per il buon funzionamento delle autorità. Con le modifiche odierne il Consiglio di Stato ha definito la ripresa equilibrata dell’attività legata al sistema giudiziario cantonale, «in un’ottica di efficienza e in maniera progressiva».

A partire dal 20 aprile 2020 è prevista la ripresa dell’attività della giustizia civile (Giudicature di pace, Preture e Tribunale di appello, camere civili, comprese Autorità di conciliazione in materia di locazione) con l’intimazione graduale di decisioni e la citazione alle udienze  (anche in videoconferenza, come da disposizioni federali), sopralluoghi, interrogatori, ecc., nel rispetto delle distanze sociali e delle norme igieniche accresciute.

Le attività ordinarie in ambito amministrativo, cantonale e comunale, restano sospese fino a domenica 26 aprile 2020 e limitate pertanto ai compiti essenziali e necessari per il buon funzionamento e riprenderanno, sempre in maniera graduale, a partire da lunedì 27 aprile 2020.

L’attività della giustizia penale (pure limitata ai servizi urgenti e inderogabili in questo periodo ma non oggetto di regolamentazione specifica) riprenderà gradualmente a partire da lunedì 20 aprile 2020.

I due decreti aggiornano quelli del 20 marzo 2020 ed entrano in vigore il 20 aprile 2020.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 02:25:23 | 91.208.130.85