Keystone - foto d'archivio
CANTONE / SVIZZERA
18.11.2019 - 11:390

Ticinesi e MedReg, non c’è più discriminazione

L’iscrizione delle conoscenze linguistiche sarà gratuita per gli operatori sanitari autorizzati fino a fine 2017, ma nessun rimborso. Tassa amministrativa per tutti dopo il 1. gennaio 2018

BELLINZONA - La discriminazione degli operatori sanitari universitari ticinesi nella procedura di iscrizione delle conoscenze linguistiche nel registro delle professioni mediche universitarie è stata abolita. Lo comunica il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) «con soddisfazione», attribuendosi parte dei meriti per la «sua insistenza».

In Ticino non è presente una facoltà di medicina. I ticinesi, pertanto, nel registro MedReg (in virtù della riveduta legge sulle professioni mediche, dal 1° gennaio 2018 dovranno essere iscritte nel registro delle professioni mediche tutte le persone che esercitano una professione medica universitaria in Svizzera) vedono iscriversi d’ufficio la lingua del luogo in cui hanno ottenuto il diploma medico, ovvero tedesco o francese. Per iscrivere la propria lingua madre, l'italiano, devono inviare un'autocertificazione e pagare una tassa di 50 franchi.

A metà maggio il Consiglio federale aveva riconosciuto la discriminazione rispetto a coloro che possono studiare nella lingua madre. Rispondendo a una mozione del consigliere nazionale Marco Chiesa (UDC), l'esecutivo precisava comunque di non voler rendere gratuito il riconoscimento delle competenze linguistiche.

L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha quindi ora cambiato la prassi: gli operatori sanitari universitari autorizzati prima del gennaio 2018 potranno da subito iscrivere le conoscenze dell’italiano, se si tratta della lingua principale, in modo gratuito. Ma c’è un “però”: la tassa non sarà restituita a chi si è già iscritto pagando la relativa tassa. E l’iscrizione degli autorizzati dopo il 1° gennaio 2018 continuerà invece a essere soggetta a tassa amministrativa, ma senza discriminazione per i ticinesi: tutti gli operatori in Svizzera dovranno pagarla.

Il DSS ricorda l’obbligo d’iscrizione al MedReg entro il 31 dicembre 2019.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 22:32:07 | 91.208.130.85