Keystone - foto d'archivio
CANTONE / BERNA
06.03.2019 - 15:240

Ticinesi e MedReg, c'è disparità

Rocco Cattaneo ha inoltrato un quesito in vista dell’ora delle domande del prossimo lunedì 11 marzo

BERNA - In Ticino non è presente una facoltà di medicina. I ticinesi, pertanto, nel registro MedReg (in virtù della riveduta legge sulle professioni mediche, dal 1° gennaio 2018 dovranno essere iscritte nel registro delle professioni mediche tutte le persone che esercitano una professione medica universitaria in Svizzera) vedono iscriversi d’ufficio la lingua del luogo in cui hanno ottenuto il diploma medico, ovvero tedesco o francese.

Per iscrivere la propria lingua madre, l'italiano, devono inviare un'autocertificazione e pagare una tassa di 50 franchi.

Una situazione che rappresenta «un inutile onere burocratico e finanziariario» secondo il consigliere nazionale Rocco Cattaneo, che ha inoltrato un quesito in vista dell’ora delle domande del prossimo lunedì 11 marzo.

«Cosa ne pensa il Consiglio federale di questa situazione di disparità? Esistono modi alternativi per poter verificare la lingua madre di chi esercita una professione medica?».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 00:39:34 | 91.208.130.86