foto rescue media
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
35 min
Orientamento professionale, anche dopo i 40 anni
La prestazione "viamia" permette di beneficiare gratuitamente di una valutazione della situazione individuale.
AROGNO
36 min
Anche Arogno ammaina l'arcobaleno
Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di un cittadino
FOTO
CHIASSO
40 min
Chiasso, Tavolino Magico festeggia i dieci anni
Ogni settimana nella città di confine vengono distribuiti ottocento chili di cibo a duecento residenti.
CANTONE
47 min
Stabili positivi e ricoverati, ma c'è un nuovo morto
I pazienti Covid restano 19, di cui 7 si trovano in terapia intensiva.
FOTO
MENDRISIO
51 min
Scuole più verdi ad Arzo
Più biodiversità e nuove alberature nella rinnovata sede delle elementari
CANTONE
2 ore
«La lentezza degli aiuti da parte delle autorità è costata vite umane»
Le riflessioni del Segretario UNIA Ticino, Giangiorgio Gargantini, a oltre un anno e mezzo dall'inizio della pandemia.
FOTO
SERRAVALLE
3 ore
Caduta di piante sulla strada a Serravalle
La rimozione e il taglio di rami e tronchi ha richiesto l'intervento dei pompieri.
FOTO
BELLINZONA
4 ore
Violento scontro tra auto e muro durante la notte
L'incidente è avvenuto intorno all'una di mattino sulla cantonale.
CANTONE
4 ore
Gioco erotico o assassinio? Al via il processo sul delitto al La Palma
Alla sbarra un 31enne tedesco che dovrà rispondere dell'omicidio della sua compagna inglese di 22 anni.
CANTONE
4 ore
Dal vaccino alla poppata, una traversata lunga 9 mesi
Le risposte del Primario di ginecologia e del Pediatra neonatologo ai dubbi che assillano le donne incinte
CANOBBIO
11 ore
“Tutti in gioco” è sempre più in partita tra divertimento e Vip
 «È una grande gioia» spiega l'ideatrice Simona Gennari «vedere i progressi di tutti gli allievi»
LUGANO
12 ore
Festa nel parco, scatta l'interrogazione
Chiesti lumi al Municipio sulla questione degli spazi aggregativi per i giovani a Lugano
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
Il comitato contro il “Matrimonio per tutti” bloccato da Facebook
Il social: «Istiga all'odio». Chiesta al tribunale la revoca del blocco
CANTONE
13 ore
«Vogliamo che Agno diventi lo scalo dei furbi?»
Giancarlo Seitz sulla sicurezza dello scalo luganese: «Da due anni non c'è più nemmeno la Polizia cantonale».
CANTONE
30.07.2019 - 15:030
Aggiornamento : 18:08

Perché tutti questi veicoli in fiamme, in Ticino?

Il motivo ha a che fare con il caldo, ma non solo. Lo spiega Renato Gazzola del Tcs

BELLINZONA - L'ultima è stata, domenica, un'auto posteggiata in via Dragonato a Bellinzona. Le fiamme sono divampate dal niente, alle 18.30 del pomeriggio: la vettura era ferma e senza conducente. Ma nei giorni scorsi i veicoli andati a fuoco in Ticino sono stati diversi. 

Una Harley Davidson è bruciata sul Ceneri, mercoledì. Il giorno prima, una moto da enduro ha avuto la stessa sorte a Melide: carbonizzata sotto gli occhi increduli del proprietario, che l'aveva appena acquistata in un concessionario del Luganese. Lunedì era toccato a un'auto ferma in un posteggio a Giubiasco. 

In Svizzera non mancano casi anloghi: nelle scorse ore un incendio a catena ha quasi distrutto un posteggio sotterraneo, a Berna. Qualcosa di simile è successo nel posteggio del Paleo Festival a Nyon, sabato. 

Il fenomeno non è sfuggito al Tcs, che frena il panico e avverte: la colpa non è (solo) del caldo. Automobilisti e motociclisti «devono fare piuttosto attenzione alla manutenzione dei veicoli». 

Il motivo? Ogni incidente è un caso a sé, premette il portavoce del Tcs Renato Gazzola. «Quando un veicolo brucia è difficile risalire alla causa. Fatto sta che questo tipo di roghi sono aumentati tendenzialmente nel corso degli ultimi anni. Una statistica non esiste, ma la presenza sempre maggiore di componenti elettriche nelle auto ha certamente aumentato le possibilità di combustione». 

I fattori scatenanti «possono essere diversi» spiega l'esperto. Al degrado dei cavi e ai danni provocati dai roditori - le famigerate martore, in particolare - va aggiunto senz'altro anche il caldo. «La temperatura media all'interno del vano motore è sempre superiore di alcuni gradi rispetto a quella dell'ambiente» spiega Gazzola. «Con l'aggiunta supplementare della canicola, se i veicoli restano esposti al sole per ore, basta che una fonte interna di calore venga a contatto con un cavo elettrico perché quest'ultimo si degradi, e alla fine prenda fuoco». 

La raccomandazione, in ogni caso, è «provvedere quanto meglio alla manutenzione dei veicoli» conclude il portavoce del Tcs. «Lo stato di conservazione dei cavi, e la presenza o meno di perdite di liquidi o trasudazioni, può fare la differenza». Le temperature c'entrano: ma se la vostra vettura andrà a fuoco, probabilmente, non potrete dare la colpa solo al caldo.  

 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 2 anni fa su tio
Magari, in un qualche caso, un pensierino a chi è ben assicurato, ha problemi di leasing, vuole il modello più recente ? A volte i "miracoli" si avverano, in particolare se c'è la mano dell'uomo ( o della donna per le pari opportunità ). Avendo potuto costatare alcuni casi mi posso permettere il dubbio ?
centauro 2 anni fa su tio
Componenti elettriche scadenti fatte in Paesi a "basso costo".......bruciano anche BMW, Audi e auto di un certo livello, quindi chi le compra paga cifre esorbitanti per scarsa qualità! ma allora non ne vale la pena!
F/A-18 2 anni fa su tio
@centauro Per me si paga il prestigio di comperare certi marchi ma per il resto sono pari pari a Fiat, skoda, giapponesi o coreane varie, Toyota a parte che non si rompe mai, poi non è un mistero che chi compera X6, Audi A8 è tutto quello che è considerato lusso in pratica finanzia le versioni base. Ma poi tanto chissenefrega, chi ha soldi può e quindi spende comunque, quindi non demonizziamo i ricchi perché comunque aiutano i meno abbienti a risparmiare un po'.
centauro 2 anni fa su tio
@F/A-18 Giusto non demonizzare i ricchi, coi loro soldi fanno ciò che vogliono, d'altronde gli articoli di lusso sono spesso fatti con materiali comuni dove si paga il marchio, l'industria funziona bene e dà lavoro a tanta gente, sempre che ci sia rispetto dell'etica e diritti dei lavoratori, almeno nel mondo occidentale, non immagino cosa succeda nei Paesi cosiddetti "emergenti".
vulpus 2 anni fa su tio
La qualità dei materiali e delle soluzioni è evidentemente diminuita. Non parlo del comfort di guida o dell'arredamento interno. Ma come qualcuno ha già scritto , l'elettronica e gli accessori supplementari oggi istallati nei veicoli aumentano questi pericoli. Se poi i materiali arrivano da paesi dove "il costa poco" è la prassi, qualcosa può sempre succedere. Poi ci sono anche i furbi che posteggiano sui prati o dove l'erba è appena stata tagliata. La gente non si rende conto della temperatura che i catalizzatori raggiungono.
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Chissa come faranno nei paesi caldi?... :-)))))))))
Tato50 2 anni fa su tio
@lo spiaggiato Le bruciano loro come fanno certi da noi ;-)))
miba 2 anni fa su tio
Ha ragione Gazzella, non è solo il caldo ma anche per esempio quando il leasing costa troppo, quando non ci si ferma subito se si accende una spia, quando le nostre strade sono perennemente intasate ed i motori surriscaldano e non da ultimo via sicura (veicoli con diversi cavalli che sono obbligati a circolare come le lumache)
Tato50 2 anni fa su tio
@miba "miba", adesso è un vizio che scrivo prima di aver letto i tuoi Post ! ........... il leasing che costa troppo ......... ;-)))
gokyo66 2 anni fa su tio
Si ma come si spiega il tipo che ritira la moto Nuovo dal concessionario e dopo pochi km prende fuoco???
KilBill65 2 anni fa su tio
@gokyo66 E quello che mi sono chiesto anch' io…...Penso il troppo caldo o un difetto della moto!!!....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 10:52:17 | 91.208.130.89