Foto 20 Minuti / Davide Illarietti
GRONO
23.09.2015 - 18:430

Cercansi inquilini, astenersi società “fantasma”

Qualcosa si muove alla Ca’ Rossa di Grono

GRONO - Qualcosa si muove, se non dentro, almeno attorno alla Ca’ Rossa di Grono. Dopo l’articolo di 20minuti-Ticinonline.ch in cui segnalavamo la presenza di oltre una trentina di società “fantasma” domiciliate nello stabile comunale, si corre ai ripari.

Il Cantone Grigioni ha contattato il Municipio. E la questione è arrivata fino al Consiglio comunale, che ne ha discusso nella seduta di martedì sera. «La situazione è in effetti deludente rispetto alle aspettative» ammette il sindaco Samuele Censi: «Abbiamo deciso di impegnarci nella ricerca di una nuova destinazione più consona per questa struttura tradizionalmente legata al territorio». Anche per il capo della Promozione economica di Coira Paolo Giorgetta «il giudizio è negativo» e «non c’è stato valore aggiunto per il territorio né la creazione di posti di lavoro». Per non dire che il “polo tecnologico” è (quasi) deserto anche se sulla buca delle lettere figurano ben 57 nomi tra aziende e persone fisiche.

I titolari della società Kampus International Sa, che ha gestito lo stabile negli ultimi anni, non sono stati raggiungibili per un commento. La domanda è: dove traslocheranno, se traslocheranno, le società fantasma?

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-19 15:13:08 | 91.208.130.87