Cerca e trova immobili

SVIZZERAL'approvvigionamento di vaccini «va aumentato in vista di future pandemie»

29.11.23 - 14:51
Il Consiglio federale ha adottato oggi la "Strategia sui vaccini 2035" e incaricato i dipartimenti di attuarla.
20min/Simon Glauser
Fonte ats
L'approvvigionamento di vaccini «va aumentato in vista di future pandemie»
Il Consiglio federale ha adottato oggi la "Strategia sui vaccini 2035" e incaricato i dipartimenti di attuarla.

BERNA - La sicurezza dell'approvvigionamento di vaccini in Svizzera deve essere aumentata in vista di future pandemie ed è necessario rafforzare la posizione della Confederazione come sede di produzione e sviluppo di vaccini. È quanto prevede la Strategia sui vaccini 2035, adottata oggi dal Consiglio federale. I dipartimenti interessati sono stati incaricati dell'attuazione.

La pandemia Covid-19 - spiega il governo in un comunicato - ha reso evidente l'importanza della ricerca sui vaccini e di catene di produzione e fornitura stabili a livello internazionale per garantire l'approvvigionamento.

La strategia adottata dal Consiglio federale prevede una maggiore promozione della ricerca e dello sviluppo dei vaccini in Svizzera con un migliore coordinamento degli attori e dei processi centrali. Allo stato attuale i progetti promettenti della ricerca di base rischiano di rimanere bloccati nella fase preclinica e di non raggiungere il mercato.

L'attenzione dovrebbe essere rivolta anche alle cosiddette tecnologie di nuova generazione, come la tecnologia dell'mRNA. Durante la pandemia di coronavirus queste nuove tecnologie hanno consentito di ottenere in tempi brevi vaccini molto efficienti e inoltre possono essere utilizzate anche in altri settori della medicina, come l'oncologia e la terapia delle malattie rare, sottolinea il governo.

Per quanto riguarda l'approvvigionamento di vaccini, la Strategia prevede che la Confederazione possa stipulare con le aziende contratti di prenotazione per futuri vaccini antipandemici. Le aziende tengono a disposizione a pagamento le capacità produttive necessarie e assicurano anche l'approvvigionamento di materie prime.Contratti di prenotazione analoghi esistono già per la fabbricazione di vaccini contro l'influenza.

Visto che la Svizzera non è autosufficiente per quanto riguarda lo sviluppo e la produzione di vaccini sono necessarie partnership internazionali con i Paesi europei limitrofi e con organizzazioni globali. La Confederazione è già impegnata in seno all'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e partecipa a importanti alleanze come la Coalizione per le innovazioni nella preparazione alle epidemie (CEPI), ma la cooperazione deve intensificarsi, secondo il Consiglio federale.

Entro il 2030 è prevista una valutazione della strategia sotto forma di rapporto intermedio.

COMMENTI
 

Tracy 3 mesi fa su tio
Che l'approviggionamento dei vaccini va aumnentato per le future pandémie ci sta, a patto che i medici si prendono la responsabilità delle iniezione che effettuerano, specialmente in vista di quanto dichiarato da Pfizer!: '' Guarda "La nouvelle notice du PFIZER !" su YT. Una riflessione il CF l'avrà fatta? speriamo di si😊

Nina 3 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
🤦‍♀️ 🤦‍♀️ 🤦‍♀️ 🤦‍♀️

Nina 3 mesi fa su tio
ottime decisioni del CF ! 👍 ...la pandemia covid ha insegnato

gufo 3 mesi fa su tio
si si certo aumentiamo e poi scadono e poi si buttano e via soldi!!!
NOTIZIE PIÙ LETTE