ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
1 ora
Chi riconosce questo tatuaggio?
Una donna senza vita è stata trovata nelle acque del lago di Thun. Si sospetta l'omicidio
VALLESE
1 ora
Dieci sciatori sotto una valanga: un morto
È successo stamani nel comprensorio di Verbier. Le persone travolte si trovavano fuori pista
SVIZZERA
2 ore
La scuola reclute a distanza è partita col piede sbagliato
Molti non sono riusciti a connettersi al sistema per colpa di un problema tecnico.
BERNA
2 ore
Sugli sci in barba alle disposizioni
Code e assembramenti si sono verificati in molti comprensori sciistici questo fine settimana.
ZURIGO
3 ore
Dall'aeroporto spariscono orologi e gioielli
Sono stati rubati dalla vetrina di un negozio. Valore: oltre 260mila franchi.
SVIZZERA
3 ore
Altri morti sulla neve
Le valanghe hanno fatto nuove vittime ieri. A Gstaad e nel canton Vaud
SVIZZERA
4 ore
Maniere forti nei centri asilanti
Troppi episodi di violenza. La Commissione nazionale contro la tortura raccomanda una maggiore formazione
GRIGIONI
4 ore
La variante sudafricana è sbarcata a St. Moritz, test a tappeto per tutti
Individuati una dozzina di casi in due hotel. Scuole chiuse a tempo indeterminato.
VALLESE
4 ore
Un 46enne è morto facendo fuoripista
L'uomo è caduto da una roccia situata nel comprensorio sciistico di Verbier.
SVIZZERA
4 ore
Con l'app in quarantena prima degli altri
Uno studio dell'Università di Zurigo ha confermato l'efficacia dell'app SwissCovid.
BERNA
5 ore
4'703 nuovi contagi e 121 decessi in Svizzera
I dati fanno riferimento (come ogni lunedì) alle ultime 72 ore.
GINEVRA
6 ore
Varianti, troppa confusione nei nomi. L'Oms vuole chiarezza
Gli esperti hanno già iniziato a discutere su un nuovo sistema di nomenclatura.
BERNA
6 ore
Vaccino: effetti collaterali gravi? Possibile un risarcimento
Lo ricorda in un opuscolo pubblicato oggi l'Ufficio federale della sanità pubblica.
BERNA
7 ore
Trapianti: malgrado il Covid nessun calo brusco nella donazione
Lo scorso anno sono 72 le persone decedute mentre erano in lista d'attesa per un organo compatibile.
VAUD
7 ore
Duplice omicidio a Les Verrières: annullata la condanna al giornalista
La vicenda è stata rinviata all'istanza precedente, che dovrà pronunciarsi sull'assoluzione del cronista giudiziario.
SVIZZERA
8 ore
È iniziata la prima scuola reclute del 2021
In tutto vi parteciperanno circa 12'000 reclute e 2'800 quadri. Alcuni però inizieranno l'apprendimento da casa.
SVIZZERA
9 ore
Annunci di lavoro: prima un drastico calo, poi un leggero recupero
Lo scorso anno l'offerta d'impieghi è scesa del 15%, nel secondo semestre c'è però stata una ripresa.
SVIZZERA
10 ore
Dopo le abbondanti nevicate arrivano i venti tempestosi
Le raffiche e le temperature in rialzo contribuiranno a spazzare parte della neve accumulatasi negli scorsi giorni.
GRIGIONI
11 ore
Nuova variante, due hotel in quarantena a St. Moritz
Test a tappeto in tutto il comune, dove è scattato anche l'obbligo della mascherina.
SONDAGGIO TAMEDIA
12 ore
E voi come voterete il prossimo 7 marzo?
Si voterà l'iniziativa anti-burqa, l'identità elettronica e il libero scambio con l'Indonesia. Partecipate al sondaggio
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
18 ore
Negozio sottosopra per le occasioni prima del lockdown
A caccia di occasioni, gli avventori hanno gettato nel caos un negozio di abbigliamento.
SOLETTA
20 ore
Due sorelline uccise, salva la terza
In un appartamento di Gerlafingen sono state trovate morte due sorelline. Arrestata la madre, principale indiziata
NIDVALDO
21 ore
Nel dirupo con lo slittino, gravemente ferita una bimba
La piccola è stata trasportata in ospedale dalla Rega
BERNA
1 gior
Morto l'ex Segretario di Stato Franz Blankart
Aveva 84 anni. Fu a capo della delegazione elvetica che negoziò l'adesione allo Spazio economico europeo.
BERNA
1 gior
Test di massa a Wengen, 7 positivi su un migliaio
Il sequenziamento dei tamponi non è ancora concluso.
SAN GALLO
1 gior
«Fate molta attenzione agli alberi»
È l'allarme lanciato dalla polizia sangallese
BERNA
1 gior
Da mezzanotte la Svizzera con misure più severe
Come noto i provvedimenti precedenti, come la chiusura dei ristoranti, sono stati prolungati di cinque settimane.
SVIZZERA
1 gior
Ridurre le emissioni? Paga anche economicamente
I maggiori risparmi sono attuabili nel settore dei trasporti e del riscaldamento degli edifici.
SVIZZERA
1 gior
Il tasso di riproduzione è sceso allo 0,83
In Ticino la situazione è ancora migliore rispetto alla media svizzera: il 2 gennaio era dello 0,71.
SVIZZERA
1 gior
«I ragazzi a scuola sono più al sicuro che altrove»
Lo sostiene Stefan Wolter, da qualche settimana membro della task force della Confederazione.
SAN GALLO
1 gior
Mette la padella sul fornello, poi se ne esce di casa
La distrazione di un 53enne ha portato all'evacuazione di uno stabile a Uzwil, a spegnere l'incendio i vicini
BERNA
1 gior
Vaccino: «La Svizzera ha agito bene, le critiche sono inopportune»
Il responsabile di Moderna loda il lavoro del governo federale: «Ha puntato sui cavalli giusti»
GRIGIONI
1 gior
Due sciatori travolti da una valanga, uno di loro non ce l'ha fatta
L'uomo stava praticando fuoripista su un pendio del monte Casanna, sopra a Klosters.
SVIZZERA
1 gior
Un imprenditore fa causa a Berna: chiede otto milioni di franchi
Urs Ledermann sostiene che la sua impresa di pulizia sia stata rovinata a seguito delle restrizioni anti-covid.
ZURIGO
1 gior
Lavoro ridotto, Migros non compensa più i salari
Quel 20% reintegrato a titolo volontario non sarà più versato. Unia: «È indecente».
ZURIGO
1 gior
Alcuni operatori della sanità vogliono un'associazione anti-vaccino
Gli interessati si sono organizzati tramite il servizio di messaggistica Telegram.
BASILEA CITTÀ
1 gior
In cinque mandano un 55enne al pronto soccorso
L'uomo è stato gettato a terra e preso a calci. Gli assalitori sono stati individuati
SVIZZERA
1 gior
Coronavirus e scuole: altro cambiamento di strategia?
L'UFSP sta studiando possibili provvedimenti. Finora era stata lasciata carta bianca ai cantoni.
SVIZZERA
1 gior
Case anziani, la fiducia è in calo
Lo sostengono alcuni domenicali basandosi sull'opinione degli esperti.
SVIZZERA
1 gior
Freddo e neve, i disagi oltralpe proseguono
Soprattutto per quanto riguarda i mezzi pubblici: diverse tratte ferroviarie sono tuttora bloccate.
SVIZZERA
1 gior
«I cantoni più lenti avranno meno dosi»
È l'indiscrezione riportata nell'edizione odierna della NNZ am Sonntag.
SVIZZERA
1 gior
Quelle 6'000 aziende che non riceveranno alcun aiuto
Si tratta delle imprese fondate dopo lo scoppio della pandemia. Non rientrano nei cosiddetti casi di rigore.
SVIZZERA
31.07.2018 - 06:030
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

«Non ho dubbi: riuscirò a farvi mangiare la carne artificiale»

A colloquio con il ceo di Mosa Meat, start-up olandese che produce hamburger in laboratorio e vuole arrivare al mercato di massa. Bell ci ha scommesso: e voi?

carne coltivata

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO/AMSTERDAM - Una bella grigliata, come in ogni primo agosto - e non solo - che si rispetti. Ma se un giorno dovessimo mettere sul barbecue, invece della carne macellata, quella prodotta in laboratorio? Carne "coltivata", oppure "pulita", "sintetica", "artificiale", "in vitro", secondo le definizioni che si inventano e moltiplicano per definire qualcosa su cui, alla metà di questo mese, ha scommesso Bell, investendo due milioni nella start-up olandese Mosa Meat: la prima a produrre, nel 2013, un hamburger ricavato per moltiplicazione cellulare, che sul mercato di massa dovrebbe arrivare nel 2021. Manzo macinato, all'inizio, ma in futuro ci sarà spazio anche per le bistecche, assicura il ceo Peter Verstrate, tecnico alimentare. «Da dove arriva l'intuizione? - racconta a tio.ch/20minuti di ritorno da un viaggio negli Usa - Il governo olandese finanziava un progetto chiamato "In Vitro Meat Project". L'idea ci ha entusiasmato. Abbiamo continuato a fare ricerca anche quando le sovvenzioni statali sono finite. Siamo stati abbastanza fortunati da essere contattati da Sergey Brin, il co-fondatore di Google, che ha finanziato gli studi e il nostro primo hamburger. Ma il supporto è stato enorme da ogni parte del mondo. Questo ci ha motivati ad arrivare fino a qui».

Peter, sia sincero: mai pensato che l'idea fosse un po' folle? 

«Sotto un certo aspetto, l'idea di far crescere la carne partendo dalle cellule può suonare folle. Ma il processo biologico è lo stesso, solo che avviene fuori dall'animale».

«Lavoriamo per mettere in commercio carne pulita e portarla al mercato di massa». Mercato di massa: non vi sembra di essere un po' troppo ambiziosi? 

«Noi crediamo che la carne pulita arriverà al mercato di massa. A confronto con la carne tradizionale, ha molti vantaggi, in termini di benessere degli animali e di rispetto dell'ambiente. Il consumatore li apprezzerà. Inoltre, un processo di produzione più efficiente porterà a un prodotto più economico. E quando un prodotto non è caro e al contempo vanta molti benefici, finisce per riscuotere parecchio appeal».

Ma il mondo è davvero pronto? E se, al momento buono, facesse un passo indietro?

«No, c'è tanto entusiasmo e sono convinto che si formeranno code per provare la prima carne coltivata. Già ora riceviamo molte richieste d'assaggio, ogni giorno. Le indagini dicono che almeno il 20% dei consumatori, e fino a un massimo del 90%, vuole mangiare carne coltivata. Un grande mercato,  per essere degli esordienti, no?». 

Può darsi, ma se chi oggi ama la carne "vera" dovesse poi rimanerne deluso?

 «Potrà esserci una minoranza che troverà buona solo la carne che viene da animali vivi, non lo escludo. Ma molti di più preferiranno invece mangiare carne che non è dannosa per l'ambiente o per gli animali. Ne siamo persuasi».

Anche i vegetariani? Puntate a conquistare anche loro, a far cambiare qualche idea?

«Sì. La maggior parte dei vegetariani è scettica non verso la carne in sé, ma per vie dei problemi etici associati alla produzione. Poiché la carne coltivata non richiede la macellazione degli animali, alcuni vegetariani la troveranno accettabile. Detto questo, il nostro reale obiettivo è raggiungere la maggioranza delle persone; quelle che la carne la mangiano tranquillamente».

E il gusto? Voglio dire, anche fra la carne macellata c'è carne e carne, per esempio a seconda di come viene alimentato l'animale: nei pascoli di montagna o al chiuso delle stalle.

«Dal punto di vista molecolare, la carne pulita sarà uguale alla carne macinata che oggi si trova nei supermercati e avrà lo stesso sapore. Potranno esserci piccole variazioni, ad esempio legate alle diverse razze o al contenuto di grassi. Decisioni in tal senso non sono ancora state prese. È probabile saranno adattate alla domanda dei consumatori».

Quindi anche in laboratorio è possibile "nutrire" la carne, e in questo modo realizzare differenti sapori?

«Certo, alimenteremo le cellule con nutrienti e fattori di crescita naturali».

Peter, quanto tempo vi serve per fare un hamburger? 

«Dieci settimane. Ma questo non vuol dire che non potremo produrre su scala industriale. Dieci settimane per produrne uno, ma per produrne 100mila ne serviranno 12. Per allevare una bestia da macello, che dà circa 2mila hamburger, ci vogliono 18 mesi. In teoria, da un grammo di muscolo potremo produrre 10 tonnellate di carne: il fattore di moltiplicazione è pari a 10 milioni. Tradotto in numero di bestie, significa che con 150 mucche potremo soddisfare tutto il fabbisogno mondiale di carne. Oggi, invece, sul nostro pianeta ce ne sono un miliardo e mezzo».  

Quanti hamburger aspirate a fare dunque, a regime?

«Nel 2021 avremo una fabbrica che potrà produrre carne per diversi ristoranti».  

Solo hamburger o anche bistecche?

«Attualmente ci concentriamo sui prodotti a base di carne macinata, che rappresentano il 50% del mercato totale. La produzione di una struttura di tessuto 3D più ampia e complessa, come una bistecca, è una sfida per la scienza. Ci stiamo lavorando. Siamo ancora lontani, ma credo che ci riusciremo».

Il consumatore saprà sempre quello che sta comprando?

«I prodotti saranno chiaramente etichettati in modo che i consumatori possano fare scelte informate».

Beh, il primo hamburger è stato un po' costoso, non trova? Potrebbe essere un problema. Lo sarà?  

«È vero, è costato 330mila dollari. Ma era una scienza nuova e producevamo su una scala davvero piccola. In tutte le nuove tecnologie, vedi i computer, il primo prodotto è costoso, ma il prezzo poi scende rapidamente. Ora siamo a circa 10 dollari per hambrurger. Ci aspettiamo di diventare competitivi nel giro di 5-7 anni».

Come farete per abbattere i costi? 

«Ridimensionando il processo di produzione e migliorando l'efficienza. In particolare, ci concentreremo sulla densità delle cellule».

La gente ne pagherà il prezzo?

«Per essere competitivo, un prodotto deve avere lo stesso prezzo, se non un prezzo più basso di quello che già esiste». 

Un altro grosso problema è l'industria. Non avrà preso benissimo il vostro arrivo. Che si fa? 

«Infatti. Alcune delle più grandi compagnie di carne del mondo - Bell, Tyson, Cargill - stanno investendo nelle carne coltivata. Puntiamo a collaborare con aziende farmaceutiche affermate. È questo il modo più veloce per avanzare». 

E gli allevatori? Ci preoccupiamo tanto delle bestie, ma della gente che non avrà più un lavoro chi si cura?

«La carne coltivata cambierà il modo in cui è organizzata la produzione di carne e molto probabilmente renderà obsolete alcune funzioni nel mondo agricolo. Ciò non accadrà subito, ci sarà un po' di tempo per portare a termine la transizione. In quel mentre, chi oggi lavora con il bestiame potrebbe pensare di riposizionarsi sfruttando le nuove opportunità che saranno offerte. Per esempio, potrà produrre mangimi per le cellule: un nuovo, enorme mercato che si apre».  

Finora avete puntato solo sul manzo. Perché?

«Possiamo fare carne coltivata da qualsiasi animale che abbia cellule staminali muscolari specifiche. Mammiferi, uccelli, pesci. Abbiamo deciso di concentrarci solo su una tipologia, inizialmente, e abbiamo scelto i bovini perché sono quelli che hanno il maggiore impatto sull'ambiente.  Solo il 15% di ciò che mangiano si trasforma in carne, i maiali invece sono due volte più efficienti e i polli quattro. Inoltre, i bovini generano la maggior parte delle emissioni di gas serra. In futuro, però, lavoreremo su altre specie: se è vero che milioni di mucche vengono massacrate ogni anno, è vero anche che vengono uccisi ancora più polli e maiali».

Un'ultima domanda. Fare il bene dell'ambiente, ma il nostro dove sta? Non ci avevano detto che la carne fa male?

«Se la risposta del pubblico sarà positiva, saremo in grado di produrre carne più salutare. E questo senza modifiche genetiche. La cosa più semplice sarà ridurre la quantità di grassi, ma anche stimolare la produzione di grassi buoni, gli omega 3. Il principio è lo stesso di quello per cui una mucca che pascola ha meno acidi grassi polinsaturi rispetto a quella allevata. Tutto ciò potrà avere benefici sul livello di colesterolo e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Quanto al cancro del colon-retto, il cui rischio è associato al consumo di carne, la causa non è stata ancora inequivocabilmente identificata. Quando accadrà, potremo concentrarci anche su questo». 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
beta 2 anni fa su tio
Anni fa, vicino a Cagliari, era sorto uno " stabilimenti " che doveva produrre qualche cosa di simile . Ripassando dopo pochi anni , nel luogo dove sorgeva , non c'era più nemmeno l'ombra dello stabilimento . No comment !
Laila Berger 2 anni fa su fb
Io la proverei volentieri! E aspetto anche di mangiare un hamburger di carne umana.. cosi, per provare.
Anna Marchese 2 anni fa su fb
Da provare... perché no
Giuseppe Napoli 2 anni fa su fb
Io mangio solo vere mucche e veri porci...
Johnny Barudoni 2 anni fa su fb
Io magno di tutto portamela
clay 2 anni fa su tio
un hamburger di.......BUFALA....hahahaahah
miba 2 anni fa su tio
Ma mangiatai ti........
mats70 2 anni fa su tio
Il solito venditore di fumo. Alla fine si tratta di aria fritta ma lui i soldi se li farà di sicuro
Alesa Martinoni 2 anni fa su fb
Signori, nessuno vi obbliga a mangiarla...state calmi che il caldo vi da alla testa
Sonia Macchi 2 anni fa su fb
Concordo, non capisco tutto questo astio onestamente. Nel caso sia sicura e magari anche buona, aprirebbe sicuramente delle strade interessanti
Samuele Gottardi 2 anni fa su fb
Se l'è bon perché no? Slurp!
dara 2 anni fa su tio
liberi di fare ciò che si vuole... Ma non chiamiamo formaggio quello che vien prodotto con tofu o frutti oleaginosi e non chiamiamo carne merci prodotte non si sa come in laboratorio. Burger di tofu! salsicce di...! se sono cosi convinti perchè non trovano un nome adatto e non "imbrogliano" il consumatore con nomi non tradizionali che però con la tradizione non hanno nulla a che fare ?? Dove è il legislatore che vieta d'ingannare il consumatore ???
Alex Comanzo 2 anni fa su fb
In un test effettuato presso i militi tedeschi, in cui hanno servito salsicce vegane, nessuno si é accorto, nemmeno uno. https://www.youtube.com/watch?v=Sbv2sWJg-fA poi hanno rifatto il test con questionario da riempire, diciamo che i risultati fanno riflettere..... https://www.youtube.com/watch?v=lmMQ_n4h6TU
Giorgio Hürzeler 2 anni fa su fb
Con la salsa, magari anche piccante, si riuscirebbe a mangiare anche altro ?
Alex Comanzo 2 anni fa su fb
Giorgio Hürzeler guarda il secondo test, senza niente.
nordico 2 anni fa su tio
Mangeremo cibi artificiali, e poi avremo bisogno di medicine artificiali. In questo modo la nostra Intelligenza Artificiale potrà venire applicata al meglio. Vivremo una vita parallela con la natura. Come due treni su due binari paralleli. Tutto funzionerà bene fino al momento in cui uno dei due deraglierà, magari trascinando anche l'altro. Come ben dice Arwen qui sotto, è un mondo affascinante, ma forse anche pericoloso.
Luca Strepparava 2 anni fa su fb
Mangiatela tu!
Giovanna Ponti 2 anni fa su fb
Per fortuna sono vegetariana...
Sonia Macchi 2 anni fa su fb
Se è per questioni etiche, potrebbe essere un buon motivo per riprendere a mangiare carne
Giovanna Ponti 2 anni fa su fb
Sonia Macchi ???
Sonia Macchi 2 anni fa su fb
Come viene detto nell’articolo, molti vegani / vegetariani lo sono per una questione etica, ovvero sono contrari alla sofferenza che viene causata agli animali in particolare negli allevamenti intensivi. Questa carne non presenta tale problematica, e pertanto chi si trova nella casistica sopra potrebbe reintrodurla nella sua dieta.
Giovanna Ponti 2 anni fa su fb
Sonia Macchi ma non sarà naturale...
Sonia Macchi 2 anni fa su fb
Non naturale non implica necessariamente che faccia male. Anzi, magari, come spiegato nell'articolo, potrebbe essere persino più sana di quella "naturale" (tutto da vedere comunque). Se così fosse, perché no? Io la vedo come un'opportunità.
Nadine Ferrari 2 anni fa su fb
Quanto al "non naturale", allora non lo sono nemmeno pesche noci, percoche, plumcot, mandaranci, pomeli, eccetera... ;)
Bia Rebu 2 anni fa su fb
Magnetela te! Olandese !
Chiara Ferroni 2 anni fa su fb
Nonostante le continue provocazioni dell’intervistatore, ho letto risposte competenti e trasparenti, che fugano ogni dubbio. Non vedo l’ora che questo prodotto sia sul mercato, può fare solo che del bene. Intanto tra due giorni si festeggia...buon earth overshoot day a tutti, cari scetticoni ?
Andrea Weber 2 anni fa su fb
Si, mangiala tu quella roba.
Cristiano Dias 2 anni fa su fb
Povero....
Arwen 2 anni fa su tio
Affascinante il mondo della scienza! ... io sono curiosa di sentire il gusto di questa carne "non uccisa" e se aiuta a "migliorare" il mondo ben venga :-)
Nicola Mini 2 anni fa su fb
Dormi tranquillo ??
Laura Bernasconi 2 anni fa su fb
Mangiatela tu !!!!!!
Mirko Zxy 2 anni fa su fb
Mica solo i bovini scoreggiano ???
Mara Athena 2 anni fa su fb
https://www.google.ch/amp/s/www.internazionale.it/notizie/chase-purdy/2016/08/09/amp/vegano-dieta-sostenibilita
Alesa Martinoni 2 anni fa su fb
..perché? Non è forse vero? Tra flatulenze e escrementi di gas a effetto serra ne vengono prodotti in grandi quantità...
Patrick CøldDeåth 2 anni fa su fb
”Carne fatta di carne? No che schifo, preferisco la carne”
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-18 18:54:06 | 91.208.130.87