Cerca e trova immobili

SVIZZERAConferenza Bürgenstock: Amherd favorevole a follow-up con Russia

07.06.24 - 14:46
La presidente ha chiarito che per il successo della conferenza è importante anche la partecipazione di Paesi vicini alla Russia
Imago
Fonte Ats
Conferenza Bürgenstock: Amherd favorevole a follow-up con Russia
La presidente ha chiarito che per il successo della conferenza è importante anche la partecipazione di Paesi vicini alla Russia

BERNA - La presidente della Confederazione Viola Amherd presume che la Conferenza di pace sull'Ucraina organizzata dalla Svizzera a metà giugno sarà solo il preludio di ulteriori negoziati. «Per noi è già chiaro che verrà firmato un accordo di pace alla fine della conferenza», ha dichiarato la consigliera federale al quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung in un'intervista pubblicata oggi.

Per raggiungere la pace, è necessario che entrambe le parti siano al tavolo, ha detto, riferendosi al fatto che Mosca non partecipa al vertice. «La Russia potrebbe quindi essere presente a un'eventuale conferenza di follow-up».

Secondo la Svizzera, circa 100 Paesi hanno confermato la loro partecipazione, compresi gli Stati Uniti con la vicepresidente Kamala Harris. La Russia non è stata invitata al vertice, anche se il Governo di Mosca ha chiarito che non avrebbe inviato rappresentanti anche se fosse stata invitata.

Amherd ha poi affermato che la conferenza intende creare una piattaforma di dialogo in cui il primo passo sarà quello di discutere come raggiungere la pace in Ucraina. La conferenza non riguarderà la pace in Ucraina in senso stretto, ma "solo" le questioni umanitarie, la sicurezza nucleare, la libertà di navigazione e la sicurezza alimentare. «Vogliamo costruire la fiducia e cercare soluzioni a queste questioni, che sono importanti per la popolazione civile e poi anche per la pace in seguito».

Amherd ha chiarito che per il successo della conferenza è importante anche la partecipazione di Paesi vicini alla Russia. L'India ha confermato la sua partecipazione. Per quanto riguarda il Sudafrica, non è stato ancora deciso nulla di definitivo. Secondo una dichiarazione pubblica, la Cina non vi parteciperà, ma ha anche detto di attribuire grande importanza alla conferenza di pace. I colloqui sono ancora in corso. "Per noi era importante che non fossero coinvolti solo i Paesi dell'Europa occidentale e gli Stati Uniti", ha affermato la presidente.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE