Cerca e trova immobili

SVIZZERAPolemica sui neopatentati. Gli istruttori di guida: «L'anno di attesa può essere pericoloso»

29.12.23 - 19:30
Le nuove regole dell'esame pratico per i 17 e i 18-20enni stanno suscitando critiche: non porterebbero maggiore sicurezza nel traffico.
Deposit
Polemica sui neopatentati. Gli istruttori di guida: «L'anno di attesa può essere pericoloso»
Le nuove regole dell'esame pratico per i 17 e i 18-20enni stanno suscitando critiche: non porterebbero maggiore sicurezza nel traffico.

BERNA - Dal 1 gennaio 2021 i diciassettenni possono mettersi al volante, ma devono acquisire almeno 12 mesi di esperienza di guida prima di poter sostenere l'esame pratico una volta maggiorenni.

Lo stesso accade per i giovani tra i 18 e i 20 anni. Anche loro, infatti, devono aspettare un anno dalla richiesta per una licenza di allievo conducente, prima di cimentarsi con l'esame che permette di ottenere effettivamente la patente.

Per il consigliere nazionale del Plr Andri Silberschmidt-Buhofer, si tratta di una discriminazione nei confronti di tutti i neopatentati di età compresa tra i 18 e i 20 anni, e si è attivato per cambiare il regolamento attraverso una mozione presentata in Parlamento.

«Si tratta di una pura vessazione e di un errore da parte del Consiglio federale», afferma il liberale, convinto più che mai che questa modifica non contribuirebbe certo a migliorare la sicurezza stradale. In pratica, nessuno guiderebbe per un anno.

Secondo Andri Silberschmidt-Buhofer il periodo di attesa di un anno per i 17enni potrebbe anche andare bene, ma dovrebbe invece essere abolito per i 18-20enni.

L'Ufficio federale delle strade (Ustra) sta ancora valutando l'efficacia di questo ”periodo di apprendimento” di un anno, sta raccogliendo dati e feedback che presenterà poi in un secondo momento al Consiglio federale. I risultati saranno pubblicati nel 2025 e una proposta di ulteriori azioni sarà presentata successivamente al Governo.

La consigliera nazionale del PS Gabriela Suter ritiene che sia importante attendere i risultati prima di proporre eventuali cambiamenti. Il regolamento ha senso perché consente ai giovani di esercitarsi molto prima dell'esame di guida per acquisire la necessaria familiarità.

Tuttavia, gli istruttori di guida hanno notato il contrario: «Un problema è quando un allievo viene a lezione di guida e poi si esercita da solo, privatamente, per un periodo di tempo molto lungo. Durante questo lasso di tempo c'è il rischio che si insinuino automatismi ed errori che possono essere corretti solo in un secondo momento e con un grande fatica. Tutto ciò si può rivelare pericoloso anche per la guida futura», afferma Michael Gehrken, presidente dell'associazione degli istruttori di guida in Svizzera.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

gigipippa 3 mesi fa su tio
Probabilmente avrebbe più senso, come si fa per la moto, porre un limite alla potenza del veicolo.

Spartan555 3 mesi fa su tio
Risposta a gigipippa
Questo è quello che pensavo anch‘io. Mettere per esempio 100 cv di massima potenza per le auto, fino a 22 anni. Cosí - si spera - matura la testa un pochino di più.

don lurio 3 mesi fa su tio
Fare dei confronti con esame per pilota con esami guida su strada non trattasi di un confronto da fare Superare gli esami di guida ed in seguito non rispettare le regole , non rispettarsi a vicenda NON serve a NIENTE. Il 97 per cento degli utenti circola solo per abitudine senza rispettare , regole, LCStr. Sono solo capaci di criticare la legge polizia le istituzioni vedi a far cassetta ecc..

Fabvan 3 mesi fa su tio
Ma è possibile che in altri paesi del mondo hai la patente per 40 franchi in una settimana facendo lo slalom tra i coni? Il fatto che qui costi attorno ai 2000fr, puoi fare tipo un errore nel teorico di 20 pagine e ti bocciano il pratico per un battito di ciglia di troppo non bastava? No serviva l'anno di attesa per fare girare le casse dei migliaia di istruttori nel paese. Spero che facciano tutti in privato per ripicca.

Swissabroad 3 mesi fa su tio
Lezioni o non lezioni gli svizzerotedeschi al volante resteranno sempre degli emeriti imbranati. Salvo poi fiondarsi a milleallora oltre confine...

Rusky 3 mesi fa su tio
Risposta a Swissabroad
Swissabroad: e poi ci sono gli italioti che guidano da pivla 😁

PanDan 3 mesi fa su tio
eppure i verdi non sono ancora in governo...

G 3 mesi fa su tio
Solo una questione finanziaria politici commercio (fr) maestri guida (fr) cantone (fr)+ bocciati 🤣🤣🤣

Giangino 3 mesi fa su tio
PLR in cerca di consensi, ma ormai possono raschiare il fondo del barile

Trionfx 3 mesi fa su tio
Vogliamo poi aggiungere la possibilità di guidare un auto con cambio manuale avendo invece conseguita la patente con un'auto automatica?? 🥴

Rusky 3 mesi fa su tio
Risposta a Trionfx
Trionfx: oggi i nuovi patentati non sanno più cosa é la frizione e il cambio manuale. Oggi é guida da gnücc solo bottoni e automatico ahaaa

C.B. 3 mesi fa su tio
Mio figlio ha subito preso il patentino a 17 anni, fatto pratica con me per 1 anno, qualche lezione con il maestro e a 18 anni a fatto subito pratico passandolo alla grande. Quindi il sistema funziona, biaogna solo impegnarsi un po' come per qualsiasi cosa. Per i 18-20 enni lo sapevano fin da principio, bastava svegliarsi subito e prendere il patentino prima che la legge entrasse in vigore. Inutile piangere dopo.

Veveve 3 mesi fa su tio
Risposta a C.B.
Esattamente, anche mio figlio ha fatto la patente il giorno dopo i suoi 18 anni e secondo me è stato tutto perfetto!👍

Mari3678 3 mesi fa su tio
Risposta a C.B.
Idem, anche mia figlia a 17 anni patentino, un anno di pratica con me, e appena compiuti i 18 esame superato brillantemente.

Geni986 3 mesi fa su tio
Ma sono davvero questi i problemi? Sul serio? Con che coraggio i politici si chinano su un problema del genere?! Gli incidenti di giovani guidatori, articoli relativi ai quali leggiamo sempre più spesso, non c'entrano un fico secco con l'iter di formazione. C'entrano con l'educazione, con il non saper gestire auto potenti, con l'essere dimenticati che se si guida non si fa uso di alcool o sostanze varie, col consultare il telefonino alla guida, ... Magari i politici dovrebbero chinarsi sull'uscita da una società in cui gli status symbol come l'automobile sono ancora importanti. Si è fermata qui l'"evoluzione"?! Non ce la facciamo proprio ad andare avanti? PS: nella miriade di articoli su Chiara Ferragni mi sono perso... qualcuno mi fa pf un riassunto della vicenda? È imprescindibile esserne al corrente per poter proseguire a migliorare il mondo.

Geremia 3 mesi fa su tio
Con questo sistema i ragazzi hanno molto meno bisogno dei maestri di guida, che costano parecchio. Chiaro che i maestri si lamentano.

Peter Parker 3 mesi fa su tio
Quelli dell‘USTRA sono….fuori dal mondo. E‘ più facile prendersi la licenza di pilota privato che la patente di guida….ah, per pilotare un aereo privatamente basta avere 17 anni.
NOTIZIE PIÙ LETTE