Cerca e trova immobili

CREDIT SUISSELa possibile alternativa alla “super-banca”

26.03.23 - 17:22
UBS inghiotte Credit Suisse. Come sopperire alla mancanza di concorrenza? C'è chi guarda a PostFinance
20min/Marco Zangger
La possibile alternativa alla “super-banca”
UBS inghiotte Credit Suisse. Come sopperire alla mancanza di concorrenza? C'è chi guarda a PostFinance

BERNA - Sin dai primi momenti successivi alla fusione tra Credit Suisse e UBS si sono moltiplicate le preoccupazioni relative alla creazione di una “super-banca” enorme, in primis in relazione alla mancanza di concorrenza sul mercato interno svizzero.

Per contrastare questo fenomeno, fioccano ora delle proposte. C'è chi ha chiesto (ad esempio il presidente del PLR elvetico Thierry Burkart) che l'unità svizzera di Credit Suisse (che ha sempre avuto buoni risultati, anche durante la tempesta dell'anno scorso) venga staccata e resa indipendente da UBS il prima possibile. Quest'idea è anche legata alla speranza di ridurre i tagli: la fusione, lo ricordiamo, potrebbe portare alla perdita di decine di migliaia di posti di lavoro.

Quest'opzione però non convince in molti. Alla Sonntagszeitung, Barend Fruithof, ex responsabile del corporate banking di Credit Suisse, ha espresso il dubbio che lasciata da sola quest'unità non sia redditizia, perché «i costi aumenteranno, i clienti super-ricchi verranno persi e mancherebbe anche tutto l'asset management (in relazione alle casse pensione)». Oltre a ciò, una struttura di questo tipo non sarebbe molto utile perché UBS non diventerebbe un monopolista nel settore ipotecario e in quello dei piccoli clienti bancari, dove c'è già abbastanza concorrenza con le banche cantonali e la Banca Raiffeisen. 

«La situazione è particolarmente problematica nel settore della clientela aziendale», sostiene Fruithof, «oggi UBS e CS detengono insieme una quota di mercato superiore al 70% per alcuni prodotti». E questo è problematico, aumenta la concentrazione del rischio e per alcune aziende sarebbe probabilmente difficile ottenere determinati prestiti (come quelli fondamentali per colmare il tempo che intercorre tra l'acquisto di beni e la loro vendita), «perché l'attività sarebbe concentrata su UBS, ZKB e pochi altri istituti».

Secondo il domenicale, tanti occhi stanno quindi guardando verso... Postfinance. Si potrebbe concedere a Postfinance una licenza bancaria e affidarle il mandato di finanziare i prestiti alle imprese insieme alla parte svizzera scorporata da Credit Suisse? Effettivamente, messi insieme i due istituti raggiungerebbero una dimensione importante. Guardando il totale di bilancio, quello di Postfinance alla fine del 2022 era di 114 miliardi di franchi, quello di CS Svizzera di 215 miliardi.

Questa variante gode già di un certo sostegno tra le fila politiche, con il capogruppo del Ps Roger Nordmann e il presidente del Centro Gerhard Pfister che hanno dichiarato che il ruolo che potrebbe avere Postfinance nel futuro del settore bancario elvetico va valutato seriamente.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

falco8 1 anno fa su tio
Fioccano le proposte... DOPO l'accordo che il CF ha accettato unilateralmente. ha ha ha, che circo, patetici, tutti uguali, si cambiano le regole del gioco a piacimento...... intanto la piazza finanziaria CH ha perso ciò che rimaneva della sua credibilità, segreto bancario silurato, blocchi di averi unicamente in base al passaporto o etnia e ora cambio regole del gioco della finanza da un giorno all'altro senza preavviso. È FINITA PER UBS e la FINANZA CH, non c'entra un tubo la solidità finanziaria delle banche quando la fiducia dei clienti svanisce, senza di loro, tutto crolla. È l'alba della finanza decentralizzata.

Matan 1 anno fa su tio
Boh ho chiuso con Postfinance da un anno, e pian piano mi toglierò anche da Raiffeisen. CS e UBS non le ho mai considerate. Sono tutte banche troppo grosse per come la vedo io. Piuttosto che valorizzare giganti, io punterei su banche regionali.

Cricchetto 1 anno fa su tio
Di male in peggio...ma solo al pensiero che Postfinance possa esistere ancora mi viene male....

HSF 1 anno fa su tio
Risposta a Cricchetto
Motivo? 2.5 milioni di clienti, non saranno poi tutti così dissennati.

Pic73 1 anno fa su tio
Postfinance?! Una barzelletta? Non si può neanche definire una banca…commissioni a gogo e burocrazia senza fine… Perché alternative al posto di sostenere quel poco che ci rimane…

HSF 1 anno fa su tio
Risposta a Pic73
Il conto costa 5 franchi al mese, in media con le altre banche dove magari hai tasse di gestione più basse ma si paga la carta, che invece con PF è gratuita.

C.B. 1 anno fa su tio
Risposta a HSF
Raiffeisen fr 50.- all'anno tenuta del conto e se ti fai socio Gratis. Vedi che c'è di meglio?

M70 1 anno fa su tio
postfinancd ma per favore..fa già pena così come è ..

Anti ch 1 anno fa su tio
Risposta a M70
👍👍👍👍👍

Quasi svizzeri 1 anno fa su tio
Superbanca che ti ruba 15fr al mese per la "gestione del conto", una volta ti incentivavano a restare in una banca, oggi devo pagare per restarci.

HSF 1 anno fa su tio
Risposta a Quasi svizzeri
A dire il vero la gestione conto base costa 5 franchi mensili. Un servizio si paga, no?
NOTIZIE PIÙ LETTE