Immobili
Veicoli

BERNA Dal bucato a 40 gradi ai limiti per lo streaming per evitare un black-out

23.11.22 - 15:31
Le soluzioni avanzate dal Consiglio federale. Interruzioni di corrente? L'ultima ratio
deposit
Fonte ats
Dal bucato a 40 gradi ai limiti per lo streaming per evitare un black-out
Le soluzioni avanzate dal Consiglio federale. Interruzioni di corrente? L'ultima ratio

BERNA  - Velocità in autostrada limitata a 100 km/h, divieto di fare il bucato a più di 40 gradi, stop all'illuminazione per vetrine e schermi pubblicitari, divieto di riscaldamento nelle discoteche, frigorifero regolato ad almeno 6 gradi, limitazione dello streaming, riduzione dell'apertura dei negozi per un'ora al giorno, restrizioni all'uso di auto elettriche... 

Qualora le misure volte a garantire l'approvvigionamento elettrico e le misure di risparmio non dovessero bastare, il Consiglio federale ha pronta una dettagliata serie di misure per economizzare corrente fino all'interruzione dell'erogazione in alcune zone, onde evitare un black-out.

Sono alcuni degli aspetti contenuti in diverse ordinanze inviate oggi in consultazione fino al 12 di dicembre dal Consiglio federale. Nel caso in cui si verifichi una situazione critica, indica una nota governativa odierna, il Consiglio federale regolerà l’approvvigionamento energetico attraverso misure temporanee con l'obiettivo di mantenere la stabilità della rete. L'obiettivo è evitare che si debbano adottare provvedimenti più severi. Guy Parmelin, durante la conferenza stampa, ha sottolineato: «Ogni misura mira a evitare provvedimenti più gravi».

I primi passi

In caso di penuria imminente, la Confederazione lancerà anzitutto appelli urgenti al risparmio a tutti i consumatori di energia elettrica. Parallelamente, il governo potrebbe emanare le prime limitazioni d’impiego - apparecchi elettrici, temperature negli edifici pubblici e illuminazione - e i primi divieti.

Tale procedura avverrebbe per gradi, partendo da una limitazione dei comfort, come il divieto di illuminazione degli edifici, fino a misure più drastiche come la chiusura delle aziende. L’obiettivo è quello di intervenire tenendo il più possibile conto delle singole situazioni, in base all’approvvigionamento, alle condizioni meteorologiche e alle conseguenze per l’economia e la popolazione.

Beni e servizi d’importanza vitale non devono essere toccati in modo sostanziale dalla penuria. Le fasi di escalation sono state sviluppate in collaborazione con l'economia e i Cantoni, al fine di ridurre al minimo i danni per l’economia e le distorsioni della concorrenza.

Contingenti per forti consumatori...

Un'altra misura riguarda l’eventuale contingentamento dei consumatori finali con un consumo annuo di almeno 100 MWh. Sono oltre 34 mila gli interessati, responsabili di poco meno della metà del consumo di elettricità in Svizzera.

Oltre ad avere un grande potenziale di risparmio, concentrarsi su questo gruppo permette alla misura di essere vincolante e ai suoi effetti di essere misurabili rapidamente. I grandi consumatori dispongono infatti solitamente di un contatore che misura il consumo nel tempo e può trasmetterlo automaticamente al gestore della rete di distribuzione.

...da un giorno a un mese

I contingentamenti possono essere ordinati per un periodo di un giorno o di un mese. Nel caso di un contingentamento mensile, i grandi consumatori possono impiegare i loro contingenti a seconda del proprio fabbisogno suddividendoli nel corso del mese.

Per l’inverno 2023/24 verrà messa a punto una soluzione per le aziende che hanno stabilimenti all’interno di diverse reti di distribuzione, in modo da poter assegnare loro contingenti in tutta la Svizzera.

Trasporti, soluzione ad hoc

Il contingentamento, stando all'esecutivo, è una misura fondamentale per prevenire le interruzioni di corrente. Di conseguenza non sono previste eccezioni. Tuttavia, l’economia - e in particolare i gestori delle infrastrutture che contribuiscono all’approvvigionamento del Paese con beni e servizi d’importanza vitale - hanno bisogno di una certa flessibilità nel contingentamento. Quest’inverno il Consiglio federale intende quindi consentire il trasferimento di contingenti in via sperimentale e all’interno di un contesto limitato. L’obiettivo è quello di giungere a una soluzione definitiva per l’inverno 2023/24.

In caso di contingentamento, alle aziende di trasporto pubblico autorizzate si applicano disposizioni speciali. Queste si basano sul modello di gestione dei trasporti in caso di grave penuria di elettricità che le FFS, in qualità di azienda leader e gestore della propria rete elettrica, hanno sviluppato in collaborazione con l’Unione dei trasporti pubblici e l’Ufficio federale dei trasporti (UFT). Un’ordinanza separata disciplina il modo in cui possono essere mantenuti i servizi di trasporto pubblico rilevanti ai fini dell’approvvigionamento.

Interruzioni quale ultima ratio

L’ultimo provvedimento di gestione possibile è costituito dalle interruzioni di corrente. Lo scopo? Evitare un collasso generale della rete e quindi un blackout. A tal fine, vengono disinserite alternativamente dalla rete elettrica singole aree di rete.

I gruppi di consumatori che offrono servizi d’importanza vitale, come l’approvvigionamento di energia e acqua, le organizzazioni di soccorso o l’assistenza medica di base possono, se tecnicamente possibile e solo occasionalmente, essere esentati dalle interruzioni di corrente.

Le critiche dell'usam - Critica la reazione dell'Unione svizzera delle arti e mestieri (usam), che domanda di privilegiare soluzioni elaborate da imprese e rami economici. Vietare e limitare è «intrusivo» e «sproporzionato», senza contare che si metterebbe «potenzialmente in pericolo» l'esistenza di numerose aziende, si legge in una presa di posizione. Gli ambiti economici dovrebbero poter scegliere la maniera di applicazione delle misure, a condizione di raggiungere gli obiettivi prefissati. Questa versione permettere a tutti di continuare i propri affari in un ramo di sicurezza giuridica, ha evidenziato l'usam. 
 

Ecco alcuni esempi:

• In una prima fase, ad esempio, le insegne al neon saranno vietate di notte o sarà vietato del tutto l'uso di soffiatori elettrici per foglie. L' acqua calda verrà chiusa nei bagni pubblici e La lavatrice nelle abitazioni potrà funzionare solo a una temperatura massima dell'acqua di 40 gradi. I frigoriferi non possono essere raffreddati sotto i 6 gradi.

• In una seconda fase, l'illuminazione a fini pubblicitari sarà completamente vietata. I congelatori non potranno funzionare a temperature inferiori ai -19 gradi e le discoteche potranno essere riscaldate solo alla temperatura minima.

• In una terza fase, i negozi dovranno ridurre i loro orari di apertura. Le auto elettriche privata potranno essere utilizzate solo per i viaggi assolutamente necessari, come per lavoro, shopping o visita dal medico. Allo stesso tempo, il Consiglio federale potrà già emanare le prime limitazioni e divieti d'uso.

• In una quarta fase, ad esempio, verranno disattivati gli impianti di risalita e i cannoni da neve. Chiuderanno i locali, parchi giochi e di divertimento.

 
 

COMMENTI
 
mizi 6 gior fa su tio
Grazie verd.i
Isone 1 sett fa su tio
Ancora con 'sti 100 km/h in autostrada? Qualcuno mi può spiegare a cosa servirebbe questa misura per una persona normale che utilizza un'auto con motre endotermico? Se proprio proprio, per coerenza questa misura andrebbe applicata esclusiavmente ai veicoli elettrici. A proposito, vi siete mai informati quanta elettricità ci va per fare il pieno ad una Tesla? L'equivalente del consumo energetico di una settimana per un appartamento di 4 1/2 locali. Poi, a noi persone normali, viene chiesto di limitare a 40° gradi la lavatrice, di abbassare il riscaldamento, di spegenere la luce e di prendere la doccia in due o più. Ma disporre il blocco delle auto elettriche in caso di crisi energetica, no? L'idea non vi ha mai sfiorato? Oppure è troppo una cattiva immagine nei confronti della filosofia ambientalista adottata dal governo?
Mattiatr 1 sett fa su tio
Sulla velocità in autostrada sono d'accordo, sono temi che c'entrano poco (inoltre per risparmiare potrebbero spegnere i radar, io la propongo come opzione ;-)). Per il resto teh, va che non cambia nulla lavare i panni a 40°, escono comunque perfettamente puliti, un paio di tacche al frigo e/o al congelatore per qualche mese non fanno danni (basta non riempirlo troppo e lasciare tutto lì a fermentare), una doccia veloce non ha mai ucciso nessuno come evitare di usare troppo gli elettrodomestici. Non sono misure così estreme, inoltre non sono e non possono essere obbligatorie (perché non possono essere controllate), io le applico già da qualche mese proprio per risparmiare qualcosina, non vedo perché star qua a incavolarsi per così poco.
Sarà 1 sett fa su tio
Non sarà che ci hanno preso gusto? Fanno del terrorismo per arrogarsi poteri speciali ed emanare ordinanze in tutta libertà.
RV50 1 sett fa su tio
Senti buontempone ora che hai terminato di dare aria al cervello con quelle idee da bambino dell'asilo " senza offendere i bambini dell'asilo che ragionano meglio" non sarebbe ora che ti comprasti un cavallo a dondolo e ti desti all'ippica , potresti fare accompagnare da qualcuno dei tuo colleghi o ex e andare su qualche isola sperduta , possibilmente senza popolazione così non potreste più fare disastri anche perché nell'ultimo periodo di str....te ne avete fatte abbastanza e il popolo é stufo di sentire idi..ie e sopportarne le conseguenze ... dai ritiratevi che la vostra lauta pensione non ve la leva nessuno ma per favore levate le tende da palazzo federale ultimamente le sedie le avete riscaldate e vi rischiano di bruciarvi sotto il c..lo
Uluru 1 sett fa su tio
E nessuno dei 7 rimbec…lliti di Berna che capisce che basta non rinunciare al nucleare, anzi, occorre costruire qualche centrale in più
Princi 1 sett fa su tio
pienamente d'accordo
Uluru 1 sett fa su tio
La sagra delle minc…iate, siamo in mano a dei pazzi
M70 1 sett fa su tio
prima di emanare divieti ai privati smettetela di regalare miglioni e non fare gli interessi della CH in tutti i campi. Cari politici dovreste lasciare il cadreghino a persone sanno governare invece di continuare !
Ilda 1 sett fa su tio
L’auto elettrica si usa solo per viaggi assolutamente necessari ! Shopping, ma va
S.S.88 1 sett fa su tio
Senza parole…
Princi 1 sett fa su tio
voglio proprio vedere chi entra in casa mia a farmi il bucato a 40g e non usare il ferro da stiro !!!! Pagliacci me li vedo i nostri consiglieri federali andare al lavoro con i vestiti non stirati , doppiamente pagliacci
Nico66 1 sett fa su tio
Mi sembra un po’ una presa per il sedere, solo un po’ …
MissKirova 1 sett fa su tio
Ve le potete infilare nel ano le vostre raccomandazioni !
Lukystrike 1 sett fa su tio
Noi dobbiamo lavare a 40 gradi e a Locarno hanno allestito la pista di ghiaccio con tutti gli annessi?, PAGLIACCI
F/A-19 1 sett fa su tio
Si ma la responsabile rosso verde ha dichiarato che ogni anno trovano delle soluzioni per consumare sempre meno, capito come si lavano la coscienza. È come dire che chi fa dieci voli intercontinentali all’anno per le vacanze decide di rinunciarne ad uno così inquina meno.
Luca 68 1 sett fa su tio
mi sembra che c'è qualcosa che non funziona più tanto bene
Lukystrike 1 sett fa su tio
Stesse cose che si sentivano durante la pandemia , temperature dei frigoriferi?, lavatrice Max 40 gradi?, e come vorrebbero fare a controllare le persone?, ma che banda di pagliacci e questo sarebbe un paese del primo mondo?, ma fateci il piacere buffoni
Ziro 1 sett fa su tio
e chi dovrebbe controllare??? ma andate a farvi fo....!!!!!!
samoht 1 sett fa su tio
limitare l'uso delle auto elettriche .... che è diventata una moda ....
Suissefarmer 1 sett fa su tio
2 anni fa sentivo parlare di blackout elettrici... Sara che si sapeva già e la distorsione del passaparola a anticipato i tempi? ed ora eccoci qua..
Mattiatr 1 sett fa su tio
Eh?
Paolo-Basilea 1 sett fa su tio
Io propongo di bere forzatamente vino la sera, che permetterà di abbassare radicalmente il riscaldamento negli appartamenti. Se si seguita a bere fino al mattino, si risparmia pure sull’acqua calda della doccia.
matthias87 1 sett fa su tio
https://www.iene.mediaset.it/video/quanto-inquinano-jet-privati-ricchi_1175407.shtml?r=q2-64aef59d91916381c81f17508d178a593c489af0be893f5d1b18a1961adba8e7 cassis e in co. come va in giro per il mondo? come sempre viene toccato solo il povero mai il ricco!
RV50 1 sett fa su tio
Lavare a 40 gradi !!!! perché non allestire ancora le fontane come 50 anni fa nei paesi e mandare le persone a lavare li la biancheria !!!! ma stiamo toccando il fondo ? politica energetica e politici incapaci di gestirla c'é solo da sperare che con il cambiamento nel Consiglio Federale di alcuni consiglieri si arrivi a un punto di partenza .... ad ogni modo siamo messi male
matthias87 1 sett fa su tio
forse prima di dire queste cavolate sarebbe meglio usare l'energia che vendiamo hai nostri vicini per riempire le dighe! incentivare pannelli solari con sussidi. fare parchi eolici contro i volere dei verdi. e smettere di sanzionare la Russia. politici allo sbando
Polifemo 1 sett fa su tio
Fuori come campane….
Luisssss 1 sett fa su tio
A noi impongono tutte ste regole, bucato al massimo a 40 gradi, alzare le temperature dei frigoriferi, limitazioni sulle auto elettriche ecc ecc ecc. mentre i Cantoni come Bellinzona, Locarno, Mendrisio ecc, hanno la possibilità di installare schermi enormi per i mondiali, piazzare Alberi di natale ecc ecc e nessuno dice nulla.... Ma andate a ........
Lukystrike 1 sett fa su tio
Infatti
NOTIZIE PIÙ LETTE