Cerca e trova immobili

SVIZZERAIl rapporto di Elisabetta II con la Svizzera: la visita del 1980 che fece scalpore

08.09.22 - 20:48
L'ultimo presidente della Confederazione a incontrarla è stato Ignazio Cassis, lo scorso aprile
Reuters
Ignazio Cassis ricevuto da Elisabetta II.
Ignazio Cassis ricevuto da Elisabetta II.
Fonte Ats
Il rapporto di Elisabetta II con la Svizzera: la visita del 1980 che fece scalpore
L'ultimo presidente della Confederazione a incontrarla è stato Ignazio Cassis, lo scorso aprile

BERNA - La regina Elisabetta II arrivò in Svizzera nell'aprile del 1980 per una visita di Stato che fece scalpore. Il presidente della Confederazione, Georges-André Chevallaz, le sfiorò la mano durante gli onori militari.

La regina venne accolta dal Consiglio federale in corpore a Zurigo. «Proprio mentre Sua Maestà passando in rassegna la guardia d'onore e non sapeva dove andare, (il signor Chevallaz) la fece voltare con un movimento improvviso della mano. Un gesto sacrilego! Nel grande Commonwealth, quello su cui non tramontava mai il sole, si tagliavano teste per molto meno», scrisse il quotidiano romando L'Illustré.

Con il marito, il principe Filippo, Elisabetta si recò in seguito a Berna, Basilea, Losanna, Montreux, Lucerna e sul praticello del Grütli.

Cassis l'ha incontrata quest'anno - Elisabetta II ha in seguito incontrato a Londra altri presidenti della Confederazione, Flavio Cotti e Samuel Schmid, rispettivamente nel 1998 e nel 2005. A fine luglio 2012, Eveline Widmer-Schlumpf ha avuto l'opportunità di parlare con la regina Elisabetta e il principe Carlo, poco prima di partecipare alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra.

L'ultimo presidente della Confederazione a incontrare Elisabetta II è stato quest'anno Ignazio Cassis. In visita a Londra in aprile per discutere di un accordo di libero scambio, il ticinese si è detto «molto onorato di essere stato ricevuto dalla regina britannica Elisabetta II» dopo i colloqui politici con il Primo ministro Johnson: «Questo segno di amicizia tra i nostri Paesi simboleggia gli stretti e duraturi legami tra la Svizzera e il Regno Unito», aveva twittato Cassis.

Riconoscimenti e onorificenze - Altri svizzeri hanno incontrato la regina, come lo chef Anton Mosimann, che ha cucinato per lei in occasione del Giubileo di Diamante della Regina nel 2012 e per il banchetto di nozze del Principe William e della Principessa Kate nel 2011. Il bernese di Nidau è stato insignito dell'Ordine dell'Impero Britannico (OBE).

Un'onorificenza ricevuta anche da altri elvetici, tra cui l'avvocato ginevrino Antoine Böhler, che ha ricevuto il grado di ufficiale onorario nel 2004. Questo premio gli è stato conferito per i suoi 20 anni di servizio alla Corona come consulente legale delle missioni e del consolato generale britannico a Ginevra.

Le vacanze grigionesi del nuovo re - La regina Elisabetta II non ha mai trascorso ufficialmente una vacanza in Svizzera, a differenza ad esempio della regina Vittoria. Il principe Carlo, suo successore al trono, è invece da tempo un assiduo frequentatore delle piste da sci dei Grigioni: Carlo ha uno chalet a Klosters, dove è stato spesso visto sulle piste con i due figli William e Harry.

La regina Elisabetta invece non ha mai sciato. Dopo la guerra, «era già troppo tardi per imparare a sciare», ha dichiarato alla Schweizer Illustrierte dopo la sua visita in Svizzera nel 1980 per spiegare la sua assenza dalla località grigionese.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE