Immobili
Veicoli

SvizzeraPorti svizzeri sul Reno, cala volume di merci per il caro-petrolio

02.08.22 - 16:36
Nei primi sei mesi sono state movimentate 2,3 milioni di tonnellate, il 18% in meno rispetto allo scorso anno
Foto Deposit
Fonte ATS
Porti svizzeri sul Reno, cala volume di merci per il caro-petrolio
Nei primi sei mesi sono state movimentate 2,3 milioni di tonnellate, il 18% in meno rispetto allo scorso anno

BASILEA - Nei porti renani svizzeri le merci movimentate nel primo semestre hanno subito un brusco calo: il 18% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Complice il rincaro energetico, non si è andati oltre i 2,3 milioni di tonnellate di merci.

Il calo è dovuto quasi esclusivamente all'aumento del prezzo dei prodotti petroliferi causato dalla guerra in Ucraina, che ha spinto gli operatori a far capo alle riserve diminuendo nettamente le importazioni, spiegano in un comunicato diffuso oggi gli Scali renani elvetici e l'Associazione svizzera per la navigazione e la gestione dei porti.

Concretamente la contrazione di flussi dirittamente legati al petrolio è stata del 43% (a 724'000 tonnellate). Per contro è in crescita il dato sullo spostamento dei container, che ha beneficiato di un incremento del 17%.

Secondo i due enti è molto difficile avanzare previsioni per l'insieme dell'esercizio 2022, viste le incognite legate al conflitto nell'est europeo.
 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA