SVIZZERAInverno, un finale col botto sulle piste elvetiche

19.04.22 - 10:50
Svizzera Turismo: «Nel weekend pasquale siamo tornati ai livelli prepandemici»
Laax/Philipp Ruggli
Fonte ATS
Inverno, un finale col botto sulle piste elvetiche
Svizzera Turismo: «Nel weekend pasquale siamo tornati ai livelli prepandemici»

Pasqua sugli sci

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - C'è grande soddisfazione tra gli addetti ai lavori per l'andamento della stagione invernale, che si è conclusa in bellezza: «Nel lungo weekend pasquale, con un tasso d'occupazione dei letti dell'85%, siamo tornati ai livelli prepandemici» ha indicato il portavoce di Svizzera Turismo Markus Berger alla radio SRF.

Negli ultimi due inverni, gli ospiti elvetici hanno dimostrato di essere una vera e propria ancora di salvezza per il settore, anche se ora i turisti dall'estero hanno iniziato a tornare in Svizzera a sciare, ha proseguito Berger. Sempre sulle onde della radio svizzero-tedesca, Berno Stoffel, direttore di Funivie Svizzere, non ha esitato a parlare di rinascita degli sport invernali. Questo è dovuto anche al fatto che la pandemia ha eliminato temporaneamente altre opportunità di praticare sport, ha aggiunto.

A livello di singole località, la stazione sciistica di Laax, nei Grigioni, ha stilato un bilancio positivo dell'inverno 2021/22, che ha praticamente eguagliato quello del 2019/20. Il tasso di occupazione degli hotel è però leggermente regredito in questi ultimi giorni rispetto allo scorso anno, per via della Pasqua tardiva.

Soddisfazione è anche stata espressa a Zermatt (VS), dove il numero di turisti stranieri è tornato a crescere. Voci positive giungono pure da Adelboden (BE) dove gli ospiti per Pasqua non sono mancati.

NOTIZIE PIÙ LETTE