Immobili
Veicoli
keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
58 min
«Le visite agli strip club erano per motivi di lavoro»
L’ex amministratore delegato di Raiffeisen Pierin Vincenz giustifica le spese pazze addebitate alla banca.
SVIZZERA
2 ore
Le “firme” nel sistema immunitario di chi rischia il Long Covid
Uno studio zurighese ha identificato i fattori di rischio immunologici
SVIZZERA
2 ore
Il vaccino protegge i pazienti ad alto rischio da un decorso grave
Lo dimostra una valutazione del registro dei malati di Covid-19 nelle unità di terapia intensiva
SVIZZERA
2 ore
Il processo Vincenz non si ferma
La Corte ha respinto le richieste di sospensione. Inizia l'interrogatorio dell'ex Ceo
SVIZZERA
3 ore
In Svizzera 36'658 contagi e dodici decessi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono state ricoverate altre 121 persone col Covid
GRIGIONI
4 ore
Corsa a sposarsi il 22.2.22
Sette matrimoni già prenotati a Coira per quella data. Già tutto esaurito a Zurigo.
SVIZZERA
4 ore
Amori tossici, succede a una persona su due
Violenza fisica, stalkeraggio, offese e degradazioni. La vita di coppia non sempre è rose e fiori.
SVIZZERA
5 ore
«Un allentamento delle misure porterebbe a un'ulteriore ondata»
Gli esperti della Confederazione fanno il punto della situazione. E frenano gli entusiasmi su una fine delle restrizioni
SVIZZERA
6 ore
«Non sottovalutate la slitta, indossate un casco»
Secondo uno studio dell'Upi, si raggiunge velocemente una velocità di 45 chilometri all'ora
BASILEA
7 ore
Arma puntata contro un dipendente Manor
L'uomo si era intrufolato nell’edificio prima dell'apertura del negozio. Un sospettato è già stato arrestato.
SVIZZERA
7 ore
«Il nostro parco giochi è il loro spazio vitale»
La Stazione ornitologica svizzera di Sempach invita a prestare attenzione: «Gli sport invernali disturbano la fauna»
SVIZZERA
7 ore
«Ci siamo comportati come bravi soldatini, adesso basta»
Politici e associazioni economiche fremono: Le attuali restrizioni sono «sproporzionate» e «vanno revocate».
BERNA
10.05.2021 - 11:390

La Svizzera non ha più risorse

Abbiamo dato fondo alle risorse a disposizione per il 2021. Il WWF: «Viviamo a scapito delle generazioni future»

Il motivo? L'eccessivo consumo di energia, superfici arabili, foreste e pascoli, oltre alle perdite alimentari.

BERNA - Non siamo nemmeno a metà dell'anno in corso e, tuttavia, l'11 maggio (domani), la popolazione svizzera avrà consumato più risorse naturali di quante siano a sua disposizione per il 2021.

Questo cosa vuol dire? Che da domani fino alla fine dell'anno la Svizzera vivrà a credito, ovvero a scapito delle generazioni future. Questo - spiega il WWF in un comunicato odierno - perché consumiamo troppe risorse naturali, come energia, superfici arabili, foreste e pascoli, e causiamo eccessive perdite alimentari.

L'invito dell'organizzazione mondiale per la conservazione di natura, habitat e specie in pericolo è a votare "Sì", il prossimo 13 giugno, per quanto riguarda la legge sul CO2.

«Se tutti vivessero come la popolazione elvetica, sarebbero necessari tre pianeti - si legge nella nota stampa del WWF -. Sfruttiamo infatti il triplo delle risorse terrestri rispetto a quanto non sia a nostra disposizione per l'intero anno».

Le conseguenze includono: aggravamento della crisi climatica, sovrasfruttamento e inquinamento dei mari, sovrasfruttamento dei terreni, perdita di foreste e habitat associata al declino della fauna selvatica. «Fenomeni che si ripercuotono a loro volta direttamente sulla sicurezza alimentare e sui mezzi di sussistenza di miliardi di persone».

WWF Svizzera fornisce 5 consigli per ridurre la propria impronta ambientale personale:

- recarsi alle urne, votare e promuovere iniziative per impegnarsi a favore dell’ambiente a livello politico.
- godersi una vacanza in Svizzera o nei Paesi vicini, e in generale viaggiare con i mezzi pubblici invece che in aeroplano.
- se possibile lavorare da casa, oppure fare il pendolare con i mezzi pubblici invece di recarsi al lavoro con un’auto a benzina.
- sostituire l’impianto di riscaldamento a olio o a gas con pannelli solari, pompe di calore o impianti a legna.
- seguire una dieta prevalentemente vegetariana.

Il Calcolatore dell’impronta ecologica e l'app Guida WWF (www.wwf.ch/ratgeberapp) individuano le aree di consumo che determinano la parte più ingente dell’impronta ecologica personale. In base a tale calcolo, gli utenti riceveranno tre suggerimenti personali ad hoc su come vivere in modo più rispettoso dell'ambiente.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 8 mesi fa su tio
Oddio, adesso abbiamo anche il mare ? Tato, datti da fare e gira un pochino nella tua Nazione e mi raccomando non dimenticare la sdraio ( o ci sono già ). Ma il WWF gestisce anche il "Tavolino Magico" ? Martino vacci piano con il cibo altrimenti devi spostarti su un altro pianeta ;-) Da un parte sono contento che sono arrivati questi perché il "Cabaret della Svizzera Italiana" mi mancava da morire !!
madras 8 mesi fa su tio
Vegetariani ????
Gualtierino 8 mesi fa su tio
È risaputo che siamo degli spreconi, basta guardare al parco auto completamente esagerato che abbiamo in questo paese. Inoltre, pur non essendo affatto sostenitore di una certa parte politica, bisogna anche dire che siamo veramente in troppi e andiamo verso una popolazione (d’origine sempre più importata dall’estero!) di 10 milioni sparpagliati su una superficie troppo piccola.
Tato50 8 mesi fa su tio
@Gualtierino Continuano a tagliare piante perché abbiamo una superficie boschiva quasi troppo grande rispetto a resto del territorio ma non puoi fare come vuoi; c'è chi ti dice dove e quando puoi quindi quasi come in Brasile. WWF ma ci siete o ci fate. Le piante tagliate vengono poi rimpiazzate da altre più giovani e il ciclo continua. Questo vuol dire lavoro, vendita e faattturato ma con criterio !!!
Mattiatr 8 mesi fa su tio
@Gualtierino È possibile che in Svizzera abbiamo troppe auto, però ci sono anche molte situazioni. Per esempio sotto casa io ho un bus ogni tre ore (la domenica tutto il giorno 3 bus a salire e 3 a scendere). Per me non è un problema perché ci sono abituato, anche perché il bus impiega minimo 20 minuti in più per fare un tragitto da 5-10 min. Però mi pare normale e sacrosanto che per i tragitti sotto i 2 km la macchina la si usi solo se si hanno dei carichi da portare. Fa bene all'aria, al borsino e al fisico quindi ci sono solo vantaggi. Il problema sono i bigoli della colonna Losone- Locarno, Giubisco-Bellinzona e Pregassona-Lugano che ogni mattina prendono il suv grande quanto un bus per portare il figlio e poi andare a lavorare mezzo km più in la, il tutto per risparmiare 5 minuti contati.
Gus 8 mesi fa su tio
Il solito catastrofismo dei SINISTRI
lollo68 8 mesi fa su tio
Di sicuro i nuovi orari dei mezzi pubblici non hanno aiutato: mio figlio ci mette 35 minuti in più a tornare a casa ossia due ore. Diversi genitori vanno alla stazione a prendere i figli visto che manca l'autopostale che parte prima che arrivi il treno per prendere i ragazzi alle scuole medie. Oltre ai ragazzi sicuramente ci saranno degli adulti che sono rimasti svantaggiati da questi orari. Grazie Zali. Non è normale che ci metta di meno per andare a Zurigo!
Mattiatr 8 mesi fa su tio
@lollo68 Dai che due ore è ancora poco :-)
gianmarco 8 mesi fa su tio
"perdita di foreste e habitat associata al declino della fauna selvatica." ma costoro sono mai usciti da una citta'? vedo volpi, renne e ogni sorta di rapace ogni giorno e non vivo certo in una metropoli
pontsort 8 mesi fa su tio
@gianmarco Se vedi renne, probabilmente non vivi nemmeno in Svizzera :)
gianmarco 8 mesi fa su tio
il wwf ha proprio ragione, la svizzera e' un inferno ambientale.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-25 19:28:26 | 91.208.130.89