DZUMHUR D. (BIH)
1
Wawrinka S. (SUI)
3
fine
(5-7 : 7-6 : 4-6 : 4-6)
DZUMHUR D. (BIH)
1 - 3
fine
5-7
7-6
4-6
4-6
Wawrinka S. (SUI)
5-7
7-6
4-6
4-6
ATP-S
AUSTRALIAN OPEN
Ultimo aggiornamento: 21.01.2020 07:28
ULTIME NOTIZIE Sport
TENNIS
17 min
Wawrinka fa sua la battaglia di tre ore
L'elvetico ha sconfitto Dzumhur con il punteggio di 7-5, 6-7, 6-4, 6-4
TENNIS
1 ora
Belinda non stecca e passa il turno
La sangallese ha superato la Schmiedlova 6-3, 7-5
SERIE A
8 ore
La Spal ribalta la Dea
Tre punti pesantissimi per la squadra di Semplici, che passa in rimonta all'Atleti Azzurri d'Italia (1-2)
BERNA
8 ore
Incoronato Jean-Pierre Nsame
Si è svolta a Berna la Swiss Football League Award Night. Premiati - tra gli altri - anche Seoane e Okafor
VIDEO
TENNIS
9 ore
«Sbucciami la banana!»... ma la raccattapalle dice di "no"
Elliot Benchetrit si è reso protagonista di una richiesta tutta particolare in occasione del match contro il kazako Popko
SUPER LEAGUE
9 ore
Super League da 10 a 12 squadre? I club sono favorevoli
A metà marzo un'assemblea generale straordinaria si esprimerà sul possibile cambiamento
WINTER YOUTH OLYMPIC GAMES
9 ore
La Svizzera conquista altre cinque medaglie
Giornata da incorniciare per i colori rossocrociati ai Giochi Olimpici della Gioventù in corso a Losanna
SUPER LEAGUE
11 ore
«A Lugano ho lasciato un pezzo del mio cuore»
Carlinhos Junior ha salutato i bianconeri dopo due anni e mezzo per trasferirsi in Asia: «Desideravo vivere una nuova avventura e adoro la cultura giapponese»
SUPER LEAGUE
13 ore
Renzetti arrabbiato e deluso: «Junior? C’è un danno economico, non è uno scherzo»
Il presidente del Lugano ha commentato la partenza - verso il Giappone - dell'attaccante brasiliano: «Sono molto dispiaciuto per tanti motivi, non posso negarlo»
MERCATO
14 ore
Addio Lugano, Junior va in Giappone
L'attaccante brasiliano si è accordato con i giapponesi dello Shimizu S-Pulse
TENNIS
16 ore
900 vittorie: Nole raggiunge Roger e gli altri "mostri" sacri: «È solo l'inizio»
Il campione serbo, che ha faticato più del previsto contro Struff, ha ironizzato a proposito del traguardo raggiunto
AUTOMOBILISMO
27.08.2018 - 11:560

Magnifica vittoria per Marciello alla 10 ore di Suzuka

Il pilota ticinese balza in testa al campionato Intercontinental GT Challenge

SUZUKA (Giappone) - Si è giunti al terzo appuntamento della splendida serie Intercontinental GT Challenge, campionato che, come dice il nome stesso, attraversa ben quattro continenti con la 12H di Bathrust, la 24H di Spa-Francorchamps, la 10H di Suzuka e la 8H di Laguna Seca. Marciello si è presentato all’evento in seconda posizione in campionato a soli quattro punti dalla vetta, coadiuvato dai compagni di squadra Vautier ed Engel, che hanno completato l’equipaggio della Mercedes AMG GT3 numero 888 del Team Gruppe M. Il Ticinese Marciello, giunto nella bollente terra del Sol Levante, si è calato nell’abitacolo già il giovedì per un primo turno di prove private.

L’impressione è stata immediatamente positiva, con una vettura ben bilanciata, piazzandosi in testa
alla classifica. La giornata di venerdì è stata quella più impegnativa, contando ben tre sessioni di prove libere da due ore ciascuna. In ognuna di esse, la Mercedes AMG GT3 numero 888 si è piazzata nella Top 3, utilizzando sempre una vettura a pieno carico di carburante. Sabato sono andate in scena le prove di qualificazione che contano tre sessioni, una per ogni pilota, con una classifica finale stilata in base al tempo medio risultante dai tre piloti. Le prime venti vetture classificate prendono poi parte alla Superpole, sessione riservata appunto alle vetture più performanti. Nella prima sessione il volante è stato preso da Vautier che si è piazzato in sesta posizione. Nella seconda sessione è stato Engel a guidare, riuscendo a piazzarsi in seconda posizione. Nella terza sessione Marciello, con un giro pressoché perfetto si è imposto in prima posizione, sbaragliando la concorrenza.

La Mercedes AMG GT3 numero 888, entrata di diritto nella Superpole, data la media dei tempi tra i tre piloti, ha schierato il ticinese Marciello per cercare di strappare il tempo migliore. Raffaele è riuscito ad imporsi in seconda posizione assoluta, prima vettura in assoluto della casa di Stoccarda. Eccelsa prestazione dunque per Marciello che ha messo dunque in condizione la Mercedes AMG GT3 numero 888 di partire dalla prima fila.

Domenica ha preso il via la gara con il tedesco Engel al volante. Nelle fasi iniziali di gara, il pilota AMG è stato cauto ed ha mantenuto la seconda posizione, sino al termine del primo stint di guida. Con un pit stop anticipato, il volante è passato nelle mani di Vautier che è potuto entrare in pista con gomma nuova mentre gli avversari iniziavano a sentire un forte degrado degli pneumatici, riuscendo dunque a portarsi in testa alla corsa. A partire dalla terza ora, la testa della corsa è stata mantenuta nuovamente da Engel e successivamente da Vautier, prima di lasciare il volante a Marciello a sei ore dal termine. Raffaele ha guidato per due ore consecutivamente, conservando il vantaggio acquisito e mantenendo la prima posizione. Da sottolineare le temperature elevatissime in pista che hanno raggiunto i quaranta gradi, mettendo a dura prova i piloti all’interno degli abitacoli, soprattutto nelle ore consecutive di guida, ed il degrado degli pneumatici, variabile con cui si è dovuto lottare per l’intera durata della gara.

A quattro ore dal termine, è salito in auto Engel che ha guidato anch’esso per due ore consecutivamente sempre in testa alla corsa, prima di lasciare la vettura a Marciello con circa venti secondi di vantaggio sul secondo concorrente. Raffaele, una volta salito in auto, ha dato vita ad un vero e proprio show nelle ultime due ore di guida, girando con un passo assolutamente irraggiungibile dagli avversari e chiudendo la gara in prima posizione con ben quaranta secondi di vantaggio sul secondo classificato. Enorme soddisfazione per la Mercedes AMG GT3 numero 888 che è riuscita a conquistare questa prestigiosissima gara, permettendo a Raffaele di portarsi in testa al campionato Intercontinental GT Challenge.

Terminata questa fantastica esperienza, Marciello è atteso immediatamente in Europa per prendere parte all’appuntamento di Budapest del Blancpain Sprint Series i prossimi uno e due settembre.

Commenti
 
Danny50 1 anno fa su tio
Bravo Marciello ! Ma non chiamatelo “ticinese” Come Grosjean che vuole essere considerato un “francese”, Marciello vuole essere un “italiano”.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-21 07:35:19 | 91.208.130.89