Cerca e trova immobili

STATI UNITIZelensky chiede aiuto a Biden, ma incontra resistenza

12.12.23 - 23:21
Una nuova strategia per il 2024, tra Usa e Ucraina, è in fase di elaborazione, tra divergenze su tattiche difensive piuttosto che offensive.
afp
Fonte ats ans (di Claudio Salvalaggio)
Zelensky chiede aiuto a Biden, ma incontra resistenza
Una nuova strategia per il 2024, tra Usa e Ucraina, è in fase di elaborazione, tra divergenze su tattiche difensive piuttosto che offensive.

WASHINGTON - «È una questione di vita o di morte per l'Ucraina e i tempi sono cruciali»: questo il messaggio che Volodymr Zelensky ha portato prima al Congresso e poi alla Casa Bianca per sostenere il pacchetto di nuovi aiuti americani nella sua terza visita a Washington dall'inizio dell'invasione russa. Una visita ben diversa da quella al Capitol di un anno fa, quando fu accolto come un eroe, invitato a parlare a camere riunite e 'premiato' con altri 50 miliardi di dollari di aiuti.

Martedì Zelensky è stato accolto senza fanfare e non ha rilasciato alcuna dichiarazione al Campidoglio né alla folla di reporter che lo inseguivano, riservando le sue parole alla conferenza stampa con Joe Biden dopo l'incontro nello studio Ovale. Il presidente ucraino ha capito che la salvezza dell'Ucraina passa dal Messico ma ha trovato un muro di resistenza tra i repubblicani, decisi a legare il loro ok ai nuovi fondi (oltre 60 miliardi dopo i 111 miliardi già concessi) a due punti irrinunciabili: un giro di vite a protezione del confine col Messico, rafforzando le misure anti immigrazione con espulsioni rapide e criteri più severi per l'asilo (cui i dem sono contrari) e avere lumi su quale sia la strategia finale, "l'end-game" per usare le parole dello speaker repubblicano Mike Johnson.

«Conto ancora su di voi»
Evocando l'eredità della sfida contro Mosca, il leader ucraino ha argomentato che aiutare Kiev a combattere è nell'interesse nazionale americano e un modo per rafforzare l'Europa orientale contro l'aggressione russa. «Conto ancora su di voi», ha detto, dopo aver avvisato che «quando il mondo libero esita, le dittature esultano» e che i ritardi negli aiuti fanno il gioco del Cremlino. Che nel frattempo si è detto certo che dall'incontro non uscirà nulla che possa «cambiare la situazione sul campo di battaglia».

I leader repubblicani al Senato e alla Camera sono stati irremovibili, pur precisando che non si tratta di una questione personale e che restano al suo fianco: «La priorità della sicurezza nazionale è difendere il confine Usa», hanno concordato, cavalcando i sondaggi d'opinione dopo le ondate migratorie record. Ora la palla torna alla Casa Bianca e al Senato, ha spiegato Johnson, ricordando che la Camera ha già approvato una legge sull'immigrazione, che i dem non hanno votato perché troppo draconiana. Impossibile una svolta entro fine anno, quando finiranno i fondi a disposizione: a giorni il Congresso va in vacanza per tre settimane.
Se ne riparla a inizio 2024, a meno che Joe Biden non decida di finanziare provvisoriamente Kiev a spese dell'esercito Usa.

Una nuova strategia per il 2024
Nel frattempo i dirigenti americani e ucraini stanno mettendo a punto una nuova strategia per il 2024, dopo che le speranze di controffensiva non si sono avverate, come ha ammesso alla Bbc il segretario del Consiglio nazionale di sicurezza dell'Ucraina Oleksiy Danilov, nel giorno di un attacco cyber russo che ha messo ko le connessioni internet del Paese. Gli Usa - che oggi hanno annunciato altre sanzioni contro Paesi terzi che aiutano la macchina da guerra russa - hanno inviato a più riprese sul campo a Kiev un generale a tre stelle, Antonio Aguto, dalla base di Wiesbaden, in Germania, dove a gennaio è prevista una serie di "war games", come scrive il New York Times.

Ci sono però divergenze tra alleati: gli americani stanno spingendo per una strategia conservatrice che si concentra sul mantenimento del territorio attuale dell'Ucraina, scavando trincee e accumulando rifornimenti e forze nel corso dell'anno, nonchè sviluppando la sua capacità di produrre armi. Gli ucraini invece vorrebbero attaccare, sia sul terreno che con bombardamenti a lungo raggio, continuando a tenere sotto tiro anche la Crimea, con la speranza di attirare nuovamente l'attenzione di un mondo sempre più distratto dalla guerra a Gaza. In ogni caso, ammoniscono gli strateghi americani, senza un cambio di strategia il 2024 potrebbe assomigliare al 1916, l'anno più mortale della Prima guerra mondiale.

Biden firma altri aiuti a Kiev per 200 milioni di dollari
In conclusione, Joe Biden ha firmato «un altro pacchetto di aiuti per 200 milioni di dollari di aiuti all'Ucraina»: lo ha annunciato il presidente Usa nel suo incontro con Volodymyr Zelensky nello studio Ovale. «Ci troviamo a un vero punto di svolta nella storia. Il Congresso deve approvare i fondi supplementari» per fornire maggiori aiuti all'Ucraina, ha detto Biden. Il Presidente americano ha anche avvertito che Vladimir Putin sta pianificando di bombardare la rete elettrica dell'Ucraina quest'inverno: «Non dobbiamo permettergli di avere successo», ha ammonito.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

tulliusdetritus 6 mesi fa su tio
Basta guardare le facce della foto per capire com'è andato l'incontro

Dan1962 6 mesi fa su tio
Combattere a armi uguali e lasciateli fare in ogni caso il popolo russo è obbligato a morire per l’ambizione di un leader sovietico nostalgico

Rosso Blu 6 mesi fa su tio
Ipocrisia e sicuramente chissà cosa c'è sotto a tutti questi incontri. Aiuti per demolizioni e fare catastrofi. Mondo in mano a bambini capricciosi

Keope1963 6 mesi fa su tio
Evidentemente l’Ucraina ha qualche problema ma mi sembra che anche la Russia non stia benissimo.. Putin ha firmato degli emendamenti che prevedono fino a 10 anni di carcere per il personale militare che diserta o si rifiuta di combattere durante i periodi di mobilitazione, come avviene attualmente. Ha inoltre firmato una legge che agevola l'accesso alla nazionalità russa agli stranieri che si arruolano per almeno un anno nell'esercito, in un momento in cui Mosca cerca con tutti i mezzi di reclutare più uomini per combattere in Ucraina.

Toti 6 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Non mi risulta che la diserzione in tempi di guerra sia tollerata in altre nazioni ...

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a Toti
Vero, ma Non era ciò che volevo dire..

Lukystrike 6 mesi fa su tio
Incredibile gli americani aiutano Kiev e poi permettono che Israele faccia tabula rasa di donne, bambini e uomini civili innocenti

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a Lukystrike
Hai ragione, imbarazzante sudditanza USA verso la sua comunità ebraica..

Ciulindo.47 6 mesi fa su tio
Risposta a Lukystrike
Lo Stato artificiale d’Israele, creato con il sostegno degli USA nel 1949, è un irrinunciabile avamposto americano per il controllo dei paesi Islamici.

Ciulindo.47 6 mesi fa su tio
“quando il mondo libero esita le dittature esultano” ? Primo: quale sarebbe il mondo libero? Quello che ospita le oltre 800 basi militari americane a ricordare ai rispettivi Paesi chi ha vinto la 2a guerra mondiale e chi comanda in quelle lande? Solo in Italia ce ne sono 49. In Germania 123. In Giappone 113. Corea del Sud 79. E via di seguito fino a ricoprire tutto il pianeta. Secondo: quale sarebbe la linea di demarcazione tra democrazia e dittatura? Sempre più spesso queste forme di governo si compenetrano e molte volte si equivocano.

DavideBernasconi 6 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
È quello che ti permette di scrivere fesserie e che ti permette di avere bessere. Ma ovviamente tu preferisci prenderti 15 anni di carcere se scrivi No guerra.

Roggino 6 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
E dimmi un po’ quale di quelle basi ti ha mai impedito di manifestare, di fare quello che vuoi ogni giorno, di scrivere queste cose su TIO, quale dimmi quale. Ti ricordo che la dove queste basi non esistono si finisce in galera se non peggio per commenti come quelli che scrivi tu qui 😉

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a Roggino
👍😜

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a DavideBernasconi
😂😂 esatto

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a DavideBernasconi
Se lasci il foglio In bianco te la cavi con qualche anno in meno..

Toti 6 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Che ci sia permesso di esprimere il nostro pensiero o meno, non cambia che quello che dice Ciulindo sia sacrosanto : l'Europa è sotto controllo USA e NATO, sia militarmente che politicamente ... siamo ormai una loro colonia. E le cose cambieranno velocemente anche da noi : l'OMS ha già emanato le direttive per la prossima pandemia, in cui sarà proibito a chiunque di dissentire dalle loro direttive. Cominciate ad abituarvi ad avere il bavaglio come in RUssia...

Roggino 6 mesi fa su tio
Risposta a Toti
Bene ed in che modo nel tuo vivere quotidiano questa influenza USA e NATO si manifesta e t’impedisce di proseguire la tua vita come vorresti? 🤔🤔

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a Roggino
Certo che sei severo.. questa si che è una domanda difficile da rispondere 😜

SelT 6 mesi fa su tio
Il vecchio Americano e il pagliaccio Ucraino vogliono riconquistare il territorio Ucraino fino in Crimea senza tener conto delle differenze culturali del paese: una parte del paese è di cultura Russa. Molti paesi dell'ex-URSS sono passati alla NATO senza scatenare guerra, ma il tiranno Russo per le regioni Ucraine separatiste filo-Russe non cede: per alcuni è un invasione, per altri è sostegno ai russi ucraini... Non sarebbe ora di negoziare? Soldi e sangue ne sono versati più che abbastanza.

Ciulindo.47 6 mesi fa su tio
Risposta a SelT
Entrambi i Paesi sono di Cultura russa, da secoli. Sono ortodossi, la lingua è russa. L’ucraino è un dialetto vernacolare. Zelensky stesso lo parla stentatamente perché di lingua russa. La letteratura, come anche la musica e tutte le arti, fanno capo alla tradizione russa. La gastronomi, tranne varianti regionali come d’altronde ovunque, è russa, eccetera, eccetera.

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a SelT
Il signo Zelensky, attore comico eletto democraticamente presidente, ha dimostrato a molti altri presidenti chi sono i veri attori comici. Lui da buon capitano non ha abbandonato la nave che affonda. Il suo merito è innegabile. La negoziazione appare complicata se non impossibile allo stato attuale. Il sostegno ai Russi di Ucraina dato dalle truppe di Mosca sembra a dir poco esagerato.. sono poche le case in Donbass ad essere ancora in piedi. La soluzione diplomatica alle differenze interne ai confini ucraini in teoria era ed è un problema di politica interna. Altrimenti la Turchia dovrebbe invadere la Cina per perorare la causa degli Uiguri ecc ecc

Roggino 6 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
Nella tua testa ed in quella del pelatino potrebbe suonare così, ma se studiassi un po’ meglio la storia capiresti che non è così. 😉

DavideBernasconi 6 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
Perche dici fesserie? 1) La Russia deriva dall'antico Rus'di Kiyv! 2) La lingua ucraina nasce nello stesso periodo. Cultura e tradizioni sono ucraine. I Russi derivano dagli ucraini

TheQueen 6 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
😂 si vede che sei un esperto, come quelli dei vaccini in tempo di covid. Ucraino un vernacolo? Ma quando mai! Una lingua a se stante, la maggior parte degli ucraini giovani parla solo ucraino. Il fatto che prima venisse vietato dagli orchi russi sovietici non conta nulla per te? Che brutti i social, dove anche degli analfabetifunzionali possono sparare a zero le loro litanie

SelT 6 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
Strano che abbiano legiferato per abolirle la lingua russa come lingua di stato: amministrazione, testi di scuola… niente più russo solo ucraino. Non c’è stata nessuna volontà popolare separatista nel paese?

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a TheQueen
Attenzione il professor Ciulindo è permaloso!!

Rik830 6 mesi fa su tio
Ormai le 🎱 di zelensky sono sotto gli occhi di tutti …. E i governi non tirano fuori più soldi … era ora !!!

GruetliWSAAWF 6 mesi fa su tio
Destituitelo!

W.Bernasconi 6 mesi fa su tio
Io sono per un aiuto incondizionato e duraturo all’Ucraina ma da due giorni mi chiedo se l’idea di invitare Zelensky a Washington in questo momento sia stata una buona idea. Ho l’impressione che il vecchio rimbambito Biden stia prendendo un autogol. Sicuramente pensavano che fare arrivare e parlare Zelensky di persona questo avrebbe smosso le camere.. ma non è il momento adeguato con le prossime elezioni alle porte.. hanno le teste chinate su altre problematiche che sentono a loro più vicine.

medioman 6 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
Doveva mandare la moglie con una bella scollatura.

W.Bernasconi 6 mesi fa su tio
Risposta a medioman
Biden è troppo anziano e suonato per notare due bocce..

Keope1963 6 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
😂😂👍 poverino

Fabvan 6 mesi fa su tio
Voi chiamate 200 milioni 'incontrare resistenza" ?

W.Bernasconi 6 mesi fa su tio
Risposta a Fabvan
200 milioni possono sembrare tanti ma in realtà vengono “bruciati” velocemente. Vada a vedere quanto costa al giorno questa guerra.

Marcello detto Marcello 6 mesi fa su tio
Risposta a Fabvan
200 milioni in Ucr4ina bastano a malapena per 2 settimane. Un Javelin costa 250'000$. Un missile Patriot costa da 1 a 3 milioni a dipendenza della variante. Un solo razzo himars costa 150'00$ mentre una scarica completa da una batteria Himars circa 1'000'000$. Tornando ai patriot... i russi con un bello sciame di una cinquantina di droni Geran in una notte se vengono intercettati tutti fanno fuori più di 50 milioni per dei baracchi da 15'000$ l'uno. Questo si chiama buttare soldi nel c3sso siccome i russi hanno arsenali che non finiscono più

Gio58 6 mesi fa su tio
Risposta a Marcello detto Marcello
Questo significa business per le aziende produttrici di armamenti. E quelle americane sono le principali in questo ambito.

Roggino 6 mesi fa su tio
Risposta a Marcello detto Marcello
I droni non vengono abbattuti dai patriot, ma dai Ghepard proprio per una questione di soldi, gli Ucraini hanno e stanno tutt’ora affinando le tattiche per rendere la guerra molto più dispendiosa, in termini monetari, per il nemico.

Marcello detto Marcello 6 mesi fa su tio
Risposta a Roggino
Si vero, però 50 unità di gepard per tutta l'Ucra4ina mi sembrano pochine. Possono coprire al massimo 3-4 città e comunque non sparano gratis. I patriot intercettano i missili balistici... il problema che i ruzzi usano un sacco di missili balistici esca senza testata

Dred 6 mesi fa su tio
Risposta a Marcello detto Marcello
Beh, anche i missili esca, senza testata, hanno comunque un costo per Mosca.

Marcello detto Marcello 6 mesi fa su tio
Risposta a Dred
Anche questo verissimo però i Ruzzi li producono mentre gli Ucraini devo elemosinarli. Comunque è tutto da vedere... le guerre nella storia hanno sempre riservato grandissimi colpi di scena. Domani posso vincere i Ruzzi come posso vincere gli Ucraini
NOTIZIE PIÙ LETTE