Immobili
Veicoli

EUROPA DEL NORDSvezia e Regno Unito firmano un patto di sicurezza reciproco

11.05.22 - 14:36
Boris Johnson: «È triste che siamo costretti a fortificare le nostre difese comuni nel XXI secolo»
keystone-sda.ch / STF (Frank Augstein)
Svezia e Regno Unito firmano un patto di sicurezza reciproco
Boris Johnson: «È triste che siamo costretti a fortificare le nostre difese comuni nel XXI secolo»
Anticipando l'adesione alla Nato, Stoccolma (e anche Helsinki) hanno quindi le spalle coperte (almeno da Londra), viste le minacce russe

STOCCOLMA - Il Regno Unito ha firmato un accordo politico di sicurezza reciproca con la Svezia. Le due nazioni si impegnano quindi a fornire supporto, l'una all'altra, nel caso di un aggressione militare o di un disastro naturale.

Lo hanno annunciato i premier dei due Paesi, che si sono incontrati oggi in Svezia e che hanno preso parte ad una conferenza stampa congiunta.

«Entrambi i Paesi verrebbero in aiuto l'uno dell'altro, su richiesta, sia in caso di disastro che di attacco militare», ha spiegato Boris Johnson parlando ai media, dicendo che è «triste» che i leader dell'Unione europea siano costretti a discutere il modo migliore per fortificare le difese comuni contro «la vuota presunzione di un tiranno del XXI secolo».

«C'è una nuova realtà, a causa della campagna sanguinaria di Putin»
«Quando l'Europa ha celebrato la fine della Seconda Guerra Mondiale nel 1945, una vittoria in parte assicurata dall'eroismo del popolo russo, abbiamo sperato che la pace nel nostro continente sarebbe durata», ha continuato Johnson, come riportato dalla Bbc. «La campagna sanguinaria di Putin contro una nazione sovrana ha messo fine a quella speranza, e ha creato una nuova realtà che dobbiamo affrontare insieme».

L'accordo odierno - che il Regno Unito vuole stipulare anche con la Finlandia - «sancisce i valori che sia la Svezia che il Regno Unito hanno a cuore e che non esiteremo a difendere», ha concluso Johnson.

Le minacce russe
La premier svedese Magdalena Andersson ha ribadito come le «tensioni in questa parte dell'Europa siano aumentate», ricordando che la Russia ha detto che «avrebbe risposto» all'eventuale decisione della Svezia di entrare nella Nato. Minacce che parrebbe abbiano quindi spinto Stoccolma (ed anche Helsinki) a cercare di coprirsi le spalle, assicurandosi la protezione di Londra.

Nonostante la Svezia non sia ancora nella Nato (deve ancora annunciare la propria decisione a riguardo, se chiedere l'adesione o meno), infatti, con il Regno Unito ha anticipato i tempi, ed è ora scritto nero su bianco che Londra aiuterà Stoccolma, anche in caso di aggressione militare.

COMMENTI
 
vulpus 3 mesi fa su tio
Ma è da ignoranti cercare di giustificare un atto di croiminale distruzione di un popolo e la relativa nazione, citando fatti a casaccio, perchè quello... perchè questo... Signori che avete tanta facile dialettica , andate non in Ucraina, ma soltanto in Polonia, e vedere cosa succede. e se poi avete gli attributi proseguete oltre. Oppure ritenete che anche le case distrutte sono una messa in scena? Ma come è possibile ancora giustificare quanto la Russia stà facendo a Mariupol, dove stà riversando tonnellate di bombe solo per cdercare di uccidere le persone che ancora vi sopravvivino. Qualcuno di questi sotto potrebbe pure giustificare anche questo. Vergogna!
Mattiatr 3 mesi fa su tio
Io non giustifico Putin, trovo che l'invasione dell'Ucraina sia un atto sconsiderato (sopra tutto nell'applicazione). È però buona cosa ragionare sulle cause di questa guerra, per capire che succede e per cercare di evitare un ripetersi della storia. I russi per natura hanno sempre avuto questa sindrome da possibile invasione, basta andare a vedere qualche fatto storico (oppure geografico, l'estensione della Russia è data proprio dalla necessità di avere una zona cuscinetto da inglobare, per poi averne un'altra per proteggere quest'ultima e via ripetendo). Inoltre è un dato di fatto che la Nato si sia espansa, malgrado le rassicurazioni di questa di non allargarsi prima che l'URSS crollasse. Ovviamente l'adesione Nato è volontaria da parte delle nazioni, diciamo però che lo schieramento d'armamenti verso l'est Europa forse non è stato molto lungimirante, sopra tutto visti i segnali, seppur deboli, d'apertura da Mosca (da Gorbaciov per intenderci), Putin inoltre aveva addirittura provato ad entrare nell'alleanza atlantica. Inoltre sono pure fatti che gli Stati Uniti d'America non sono stati molto amichevoli in passato in quanto potenza egemone. Diciamo che pure noi occidentali abbiamo fatto diversi errori, i quali se evitati forse questa guerra non sarebbe scoppiata, oppure semplicemente i russi non avrebbero mai avuto bisogno di un Putin. Il crollo dell'URSS dai russi era percepito in maniera leggermente simile come la sconfitta della Germania nella prima grande guerra dai tedeschi, noi occidentali abbiamo commesso gli stessi errori ed oggi ci troviamo qui, a notare che forse avremmo potuto fare di meglio. (non ero nato ma dettagli) La speranza è che l'epilogo della vicenda non sia il medesimo. Sono dell'opinione che sia in caso di vittoria che di sconfitta Putin si sia fregato da solo, il ché non mi dispiace affatto, sono preoccupato da ciò che potrebbe seguire l'attuale dittatore, ma quello lo scopriremo fra qualche mese. Diciamo che voler capire le cause di questa guerra non è né giustificare quell'asino di Putin, né sostenerlo, semplicemente è ragionare per evitare di ripetere gli stessi errori.
F/A-19 3 mesi fa su tio
Anche perché si fa un gran sparlare che ogni morto è un morto di troppo e poi si inviano armi che inevitabilmente fanno migliaia di morti. La solita ipocrisia occidentale, invio di armi e poi macellatevi pure, basta che ve la fate fuori tra di voi.
Mattiatr 3 mesi fa su tio
Sono d'accordo con quello che dici alla fine, gli Stati Uniti e l'Unione Europea stanno scaricando il barile agli ucraini. Questa guerra è il frutto di relazioni geopolitiche, atteggiamenti fra potenze e controversie in atto dalla caduta del muro di Berlino ad oggi, diciamo che una minima percentuale di co responsabilità ce l'hanno tutti (malgrado sia stato Putin a far traboccare il vaso con questa folle invasione). Sono però favorevole dell'invio d'armi Nato agli Ucraini, per il semplice fatto che se qualcuno invadesse la Svizzera io vorrei potermi difendere. La Svizzera sarebbe dovuta rimanere neutrale, per il semplice fatto che non abbiamo alleati e che basta scavare un minimo nella storia recente per capire che ognuno ha i suoi peccati in questa faccenda, quindi schierarsi contro il cattivone russo potrebbe ritorcersi contro. Inoltre dobbiamo capire come nazione cosa fare dopo questa crisi, la Svizzera ne uscirà come ''schierabile'', non più placida neutrale. Siamo sicuri di non ricevere pressioni dall'Unione Europea, dagli Stati Uniti o dalla Nato per schierarci in maniera chiara? Dopo di ché cosa succederà? Quando non sei alleato in automatico puoi essere neutrale o nemico, cosa succederà ora?
vulpus 3 mesi fa su tio
Sicuramente ci stà la un discorso e autocritica su quanto è successo e succede. Ma di questo passo dobbiamo ritornare alla prima guerra mondiale, e capire dove già allora i vincitori si sono spartiti la torta. Esatto atteggiamento alla fine della seconda guerra mondiale. Ma ora sono passati oltre settant'anni , e non possiamo sempre rivangare gli errori passati. Anche con la più grande volontà non si riuscirà mai a ripagare gli errori. Ma ora nel 2022 non è più concepibile che un capo di stato per le sue fisime di orgoglio offeso si permette di assalire e distruggere una nazione , per il solo fatto che questo territorio cent'anni fa faceva parte di un territorio politico gestito dagli zar. E l'impegno degli occidentali a sotegno dell'Ucraina, è a difesa di principi democratici acquisiti, e per bloccare un antecedente che se va in porto potrebbe giustificare le fantasie aggressive di questdisgraziato politico.
Mattiatr 3 mesi fa su tio
Difatti hai pienamente ragione, la mia osservazione si limita agli ultimi 30 anni (circa).¶ Dopo la prima guerra mondiale la Germania è stata legnata, difatti lo stato pietoso della nazione ha portato all'epilogo che noi tutti conosciamo. Alla fine della seconda invece la stessa nazione è stata trattata meglio, malgrado i crimini peggiori, ed oggi è integrata in un contesto continentale favorevole a chi ci vive (rispetto ad 80 anni fa). Basti pensare che si sta riarmando solo oggi dopo 8 decenni praticamente senta esercito, mentre prima era una potenza militare di tutto rispetto.¶ Io mi riferisco nell'autocritica a quando Putin a inizio millennio ha provato ad aderire alla Nato, è pure stato uno dei primi dopo l'11 settembre ad offrire sostegno agli Stati Uniti (che è stato rifiutato). In quel momento c'è stato un cambio d'atteggiamento nei confronti dell'occidente. Non è mia intenzione giustificare un'aggressione su larga scala, anzi, nemmeno usando tutta la mia fantasia ci riuscirei. Mi chiero però se sarebbe stata evitabile, e di eventi che hanno istigato la tensione ne ho trovati diversi. Per esempio ci sono documenti CIA desegretati dove rendono attenti che un'unione fra la tecnica europea e le risorse russe creerebbe una potenza economica e strategica in grado di assecondare quella americana, difatti tutti i presidenti recenti si sono opposti al gasdotto per collegare Germania e Russia (Nordstream 2). Ovviamente pure ad Est hanno i loro peccati, non penso sia un caso che le rivolte separatiste in Crimea siano iniziate proprio nel 2014 quando sono stati trovati giacimenti di gas (in linea con la dottrina Macarov sulla quale è basato l'attuale esercito russo). Diciamo che l'atteggiamento con la Russia di Putin è stato molto simile da quello con l'ex URSS, forse c'era la possibilità di migliorare i rapporti, invece li abbiamo radicalizzati, questa guerra ne è il risultato.
vulpus 2 mesi fa su tio
Concordo, ma il dubbio che mi resta è che questi politici sanno crearsi i motivi per fare la guerra. Purtroppo Libia e vicinori, non hanno insegnato nulla.
Veveve 3 mesi fa su tio
Ma visto che ti piace tanto la Russia e Putin perché non ti prendi un bel biglietto di sola andata per la Russia … poi vedi come e‘ bravo e bello Putin!
RV50 3 mesi fa su tio
Certo detto da uno che predicava di chiudere tutto e tutti a casa durante la pandemia , non è che lui lo ha messo in pratica , le sue piccole feste alla faccia della pandemia le ha sempre fatte , in un'altra nazione non sarebbe rimasto al comando già ma lui è inglese e come tale può fare cio che vuole
Thomseb 3 mesi fa su tio
Andiamo bene Spiegatemi perché uno stato che non è in Europa decide per l‘ Europa ? Svizzera sta neutrale che è meglio
Andy 82 3 mesi fa su tio
meglio piccoli soli ma neutrali che farci infinocchiare dall'Europa....
Mattiatr 3 mesi fa su tio
La Svizzera non è più neutrale.
Andy 82 3 mesi fa su tio
col ca.......o.....
Mattiatr 3 mesi fa su tio
Una nazione che appare nella lista nera di una nazione in tempi di guerra, per delle sanzioni applicate proprio per via di quest'ultima, non la definirei neutrale.
Thomseb 3 mesi fa su tio
👍👍👍
Marta 3 mesi fa su tio
Onore a Boris Johnson.
Geremia 3 mesi fa su tio
La mamm di schtupid l’é sempro incinta
Geremia 3 mesi fa su tio
Putin sta rovinando la vita sul pianeta
Sara788 3 mesi fa su tio
Ma per favore! meglio 1000 volte Putin che la nato o l'Europa! Onore a Putin !
Geremia 3 mesi fa su tio
Cara Sara sei una di quelle persone che hanno bisogno di dire qualcosa di diverso per darsi d’ intendere di aver capito qualcosa che gli altri non hanno capito. Non sei originale, siete in diversi. Probabilmente pensi anche che la pandemia l’hanno causata apposta i cinesi e che le torri gemelle le hanno fatte saltare gli americani. Ah dimenticavo, chiaramente il vaccino sei certa che serva per infilarci sotto la pelle un microchip. Poverina che sei.
Fkevin 3 mesi fa su tio
Brava. Confermo pure io. Ho solo ricordi dei americani che sono andati in guerra in tutti i continenti. Della Russia non mi ricordo niente. Mah, mi sembra che la causa del male non è Putin, ma la bella America (vedi guerre e immigrazioni a gogo). Solo che nessuno vede questo, leggete e guardate solo la vostra rsi o altre cavolate 😂😂😂
Andy 82 3 mesi fa su tio
condivido. e poi é colpa di Putin pure che l'ucraina obblighi uomini da 18 a 60 anni a restare e combattere. chissà si incolpano Putin pure x il COVID-19?? vabbè... no comment
Mattiatr 3 mesi fa su tio
Beh, visto che la Russia ha invaso l'Ucraina è letteralmente colpa di Putin se gli uomini dai 18 ai 60 sono obbligati a combattere.
Andy 82 3 mesi fa su tio
zalenski o come cacchio si chiama dovrebbe solo che vergognarsi ad obbligare la gente a restare....io personalmente non sono d'accordo su molte cose ma un obbligo del genere é vergognoso da parte di chi si dichiara VITTIMA.... andasse lui a farsi sparare nel di dietro...
TiaTi 3 mesi fa su tio
Scusa, ma i Gulag russi, la bomba zar, la guerra russo-giapponese per il controllo della Korea, non mi pare siano "niente". Informarsi prima di scrivere non è poi una cosa così male no?
Mattiatr 3 mesi fa su tio
Quello che dici sugli americani è vero, però devi notare che la Russia è molto più giovane degli Stati Uniti (a meno che consideri pure l'URSS che non era una nazione propriamente tranquilla). Comunque ci sono stati vari interventi militari all'estero, per esempio Georigia, Siria, Crimea (anni fa, non in questa guerra) e l'attuale Ucraina. La politica estera USA è un vero schifo, la CIA ha fatto danni in tutto il mondo. Non dimentichiamo che questo è uno scontro fra gli interessi di più potenze, una occidentale e una ex sovietica, questo con tutto ciò che comporta. Entrambi i fronti hanno i loro peccati, esempio d'attualità, da una parte il battaglione azov e dall'altra i ceceni, fatto rimane che quella in atto è un'invasione non necessaria che danneggerà in primis gli ucraini (per ovvie ragioni), poi i russi (per altrettante ovvie ragioni) e infine noi europei.
emibr 3 mesi fa su tio
Toh, sei riapparso! Ci mancavano i tuoi commenti di persona colta e informata. Sara788 è tua sorella?
RV50 3 mesi fa su tio
Hai ragione .... allora perchè non commenti la guerra in Vietnamm , popolazione bruciata viva con bombe al napan già ma questa è opera di tempi passati ... e dell'Irak nessun commento sull'invasione e l'assassinio del loro presidente da parte di Usa e Gran Bretagna e la destabilizzazione del loro territorio con le conseguenze poi viste... e la Libia ma forse é meglio non ricordare ... ma anche tu qualche informazione dovresti prendere prima di scrivere e dare aria al cervello ... non condivido l'invasione Russa ma non scarichiamo tutto su di loro.
seo56 3 mesi fa su tio
👍🏼👍🏼👍🏼
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO