Keystone
Il portavoce del Ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin.
CINA / STATI UNITI
14.09.2020 - 14:560

Caso TikTok? La Cina non ci sta: «È estorsione contro le nostre imprese»

In una conferenza stampa, il portavoce del Ministero degli esteri ha lamentato l'«abuso di potere» di Washington

PECHINO/WASHINGTON - «La caccia a TikTok negli Usa è un tipico esempio di estorsione del governo. La Cina si oppone con forza a questo atto e sosterrà fermamente la società interessata per proteggere i propri diritti e interessi legali».

Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, rispondendo in conferenza stampa a una domanda sulle offerte fallite di Microsoft (attraverso una nota) e Oracle (per i media cinesi) sull'acquisizione degli asset Usa di TikTok, l'app di videoclip di ByteDance, basata a Pechino.

La Cina, ha aggiunto Wang, «si oppone al bullismo economico degli Stati Uniti».

Microsoft ha ammesso domenica che ByteDance aveva rifiutato la sua offerta di acquisizione delle sue operazioni negli Stati Uniti. Alcuni media americani hanno dato per vincitore Oracle, l'unico concorrente rimasto in gara, ma altri media cinesi hanno escluso, citando fonti anonime, che la vendita sarebbe riuscita alla società di Larry Ellison.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva firmato ordini esecutivi che minacciano di mettere al bando TikTok nel mercato americano a meno che la società cinese non avesse trovato un acquirente statunitense prima del 20 settembre.

Wang, nella conferenza stampa pomeridiana, ha affermato che, pur non volendo esprimere commenti operazioni commerciali specifiche, ha lamentato «l'abuso di potere» di Washington per reprimere ed estorcere le imprese non statunitensi che hanno posizioni di leadership in determinate aree: politiche che, a suo dire, hanno mostrato il tentativo dei politici Usa di acquisire asset con la forza e la «brutta faccia» della coercizione economica.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Meno 2 sett fa su tio
Trump più che portare alla luce pericoli se ne inventa (e non è certo il primo a farlo), e ne dimentica altri accertati da decenni come il riscaldamento globale, distruggendo anni di progresso ambientale (visto che parli di sostenibilità) per avere una facile ripresa economica e favorendo l'industria del petrolio.. Poi vediamo se chiudessero le frontiere (visto che sei contro il commercio globale) come saresti contento di pagare tutto il doppio o triplo e per una serie di beni (oggi accessibili a tutti) che un domani causa il loro prezzo sarebbero solo appannaggio dei più ricchi... sembra di sentire quelle persone che rimpiangono il comunismo....
Mat78 2 sett fa su tio
Buffoni! Fate sistematicamente concorrenza sleale violando ogni regola di mercato e osate lamentarvi? Le dittature non hanno diritto di lamentarsi circa il diritto internazionale. Per non parlare del disastro che avete combinato con il Covid! Mi fermo qui perché rischierei facilmente la censura se continuo...
Meno 2 sett fa su tio
@Mat78 È un grave precedente questo. Non era mai successo nulla di simile che io ricordi. Ora è successo ad un'azienda cinese e ti va bene, quando lo faranno con aziende di altre nazionalità forse non sarà più così. Metti il caso che Trumpetto si scoccia di Nestlé e decide di dichiarare il settore dell'approvvigionamento di importanza nazionale, tipo per evitare cibi contaminati o attacchi (fantapolitica per ora, ma il caso è tecnicamente molto simile) e quindi decide di imporre a Nestlé di vendere tutte le sue attività ad un'azienda statunitense. Oppure le farmaceutiche. Allora magari cambieresti idea... certe volte bisogna guardare un po' più lontano del proprio naso.... Altra domanda... allora dovremmo imporre ad aziende statunitensi dell'IT o social media di vendere le sue attività con sede in Svizzera perché ci spiano, cosa ridicola dal momento che la NSA già ci spia da anni tutti quanti, o che analitics tramite fb vendeva le nostre informazioni?
fromrussiawith<3 2 sett fa su tio
@Meno trovo la sicurezza nazionale uno dei fattori primari (oltre quello sostenibile e culturale) che investiranno il commercio globale, ancora troppo deregolato e basato su di un unico principio, quello economico. Che Trump perda pure le elezioni, il popolo dovrà prendere il suo posto. Quello che il covid e Trump hanno portato alla luce sono i pericoli che il commercio globale presenta per le nazioni, e il 27.09 spero il popolo svizzero abbia capito l'importanza dell'aspetto sociale oltre quello economico, vedremo quanto il popolo svizzero è maturato fra la votazione dell'autodeterminazione e questa
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-01 10:26:32 | 91.208.130.87