Cerca e trova immobili

PAESI BASSIPresa di ostaggio in un Apple Store

22.02.22 - 20:19
Dopo alcune ore di terrore, tutte le persone sequestrate sono state liberate, e l'assalitore arrestato
AFP
Fonte Ats ans
Presa di ostaggio in un Apple Store
Dopo alcune ore di terrore, tutte le persone sequestrate sono state liberate, e l'assalitore arrestato

AMSTERDAM - In un negozio di Amsterdam un uomo armato tiene in ostaggio almeno una persona. Lo rendono noto diversi siti di informazione olandesi, mostrando un video in cui si può vedere una persona tenuta sotto tiro da un uomo che indossa un passamontagna.

Secondo l'agenzia olandese Bno News, la polizia è stata chiamata per una possibile rapina in un Apple Store a Leidseplein, una piazza nel centro della capitale olandese.

Un testimone oculare citato dal quotidiano Het Parool ha riferito che intorno alle 18 due uomini sono usciti dallo store e quando hanno visto la polizia, uno di loro ha afferrato una persona sotto il braccio e gli ha puntato una pistola alla testa. La persona è stata poi presa in ostaggio.

Testimoni hanno detto alla stazione televisiva locale AT5 che sono stati uditi degli spari, poco dopo che l'uomo armato è entrato nel negozio

Sul posto sono presenti un gran numero di servizi di emergenza, tra cui la polizia pesantemente armata, lo Special Intervention Service (DSI) e gli artificieri. Gli edifici della zona sono stati evacuati o posti in lockdown.

Aggiornamento - Dopo alcune ore di terrore, la presa d'ostaggi si è conclusa con il salvataggio di tutte le persone sequestrate e l'arresto dell'assalitore. In serata la prima svolta, quando l'uomo ha proceduto alla liberazione di diverse persone bloccate nel negozio. Poco prima delle 23.00, secondo la ricostruzione dei media locali, l'ostaggio è poi riuscito a scappare, seguito dal sequestratore che è stato subito bloccato dalla polizia. Gli agenti lo hanno tenuto sotto tiro mentre un robot si accertava che non avesse con sé esplosivi. L'uomo è stato quindi portato via in ambulanza. Le sue condizioni non sono state chiarite.

NOTIZIE PIÙ LETTE