keystone-sda.ch (ITALIAN FIRE AND RESCUE SERVICE )
Eitan, cinque anni, è l'unico sopravvissuto alla tragedia della funivia Stresa-Mottarone.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
Canada
16 min
Justin Trudeau è primo ministro, ma senza governo di maggioranza
La popolazione vuole collaborazione tra i partiti e i liberali sono pronti a raccogliere la sfida
UNIONE EUROPEA
28 min
«Fu la Russia a uccidere Litvinenko»
Lo sostiene la Corte europea per i diritti dell'uomo, ad avvelenare l'ex-KGB con il polonio «agenti dello Stato russo»
Texas
2 ore
Prima causa contro l'aborto illegale: un dottore ha infranto la nuova legge
Il legale ha citato in giudizio il medico perché pensa che la legge dovrebbe essere revisionata
Messico
3 ore
Frustati e caricati con i cavalli, i metodi di repressione migratoria
La portavoce della Casa Bianca: «un'inchiesta verrà aperta». Non è chiaro se ci saranno delle conseguenze per gli agenti
MONDO
5 ore
Cibi a rischio col cambiamento climatico
Iniziano a scarseggiare determinati prodotti alimentari a causa delle problematiche legate al clima.
GERMANIA
13 ore
Uccide commesso che non lo aveva servito perché senza mascherina
Una volta arrestato, il 49enne ha ammesso di aver agito per la rabbia causata dal rifiuto
Italia
14 ore
Bambini di 10 anni sfruttati in una piazza di spaccio siciliana
Un'indagine durata un anno ha portato alla luce le prove di un giro illegale con tanto di minorenni coinvolti
STATI UNITI
15 ore
Sparatoria in un liceo: due feriti
La loro vita non sarebbe in pericolo, il governatore Northam è informato dei fatti
STATI UNITI
16 ore
Trovato un corpo: potrebbe appartenere a Gabby Petito
Da qualche giorno non si hanno più notizie nemmeno del fidanzato Brian Laundrie
Stati Uniti
18 ore
Gli States riaprono il turismo ai viaggiatori stranieri
Il bando cadrà a novembre e l'accesso sarà garantito soltanto ai possessori di attestato vaccinale
ITALIA
24.05.2021 - 13:060
Aggiornamento : 14:28

Il piccolo superstite della tragedia del Mottarone: «Lasciatemi stare, ho paura»

Il piccolo Eitan è arrivato in ospedale a Torino pochi minuti prima di Mattia, che non ce l'ha fatta

TORINO - Eitan e Mattia, i due bambini di cinque anni che si trovavano a bordo della funivia Stresa-Mottarone al momento della tragedia di domenica, sono arrivati all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Prima Eitan, seguito da Mattia a una ventina di minuti di distanza. 

Quest'ultimo ha avuto un peggioramento poco dopo il ricovero: ha perso conoscenza senza più riguadagnarla e, sulla base degli esami compiuti dai sanitari, si è stabilito che era impossibile operarlo. Alle 19.20, purtroppo, è sopraggiunto il decesso. «Nonostante gli enormi sforzi profusi Mattia è morto in seguito a un arresto cardiaco» hanno spiegato Fabrizio Gennari, direttore della struttura di chirurgia pediatrica e il direttore generale della Città della Salute Giovanni La Valle.

L'operazione - Eitan, invece, era cosciente e terrorizzato prima di entrare in sala operatoria. «Lasciatemi stare, ho paura» ha dichiarato il piccolo, come si legge sul Corriere della Sera. Le sue condizioni sono gravi e la prognosi è riservata. Lui e Mattia sono stati catapultati fuori dalla cabina e sono atterrati sul pendio erboso. Ha fratture a entrambe le gambe, un trauma cranico e uno all'addome. Eitan, nato in Israele ma residente da quattro anni in provincia di Pavia, è uscito dalla sala operatoria dopo le 22 di ieri.

La solidarietà - Intorno a lui, che ha perso i genitori e il fratellino di due anni nell'incidente, si è stretta la comunità ebraica torinese. «Si tratta di una tragedia enorme che fa seguito ad altri eventi luttuosi, compresa la guerra, che in questi ultimi tempi stanno colpendo i cittadini israeliani. Cercheremo di fornire massima assistenza alla famiglia del bambino e pregheremo per lui perché si possa salvare. La nostra vicinanza va tutte le vittime di questa terribile disgrazia» ha affermato il presidente Stefano Disegni.

Nuova ipotesi di reato - La procura di Verbania non indagherà solo per omicidio plurimo colposo e per lesioni colpose (per quanto riguarda il piccolo Eitan), ma anche per disastro colposo. Lo ha dichiarato la procuratrice Olimpia Bossi, alla quale è affidato il fascicolo. «Penso che procederemo per un reato piuttosto raro, naturalmente colposo, di attentato alla sicurezza dei trasporti, con conseguenza di disastro colposo».

«È presto» per parlare d'indagati, ha aggiunto Bossi. «Le aziende coinvolte sono più d'una, prima dobbiamo nominare i periti per le consulenze tecniche». Una delle risposte da trovare sarà perché il sistema frenante d'emergenza non abbia funzionato, ha confermato la procuratrice.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 11:37:53 | 91.208.130.86