Depositphotos (realinemedia)
Faceva spacciare minorenni, compresi i suoi figli. Arrestata una 44enne lucana.
ITALIA
22.01.2021 - 10:530
Aggiornamento : 11:19

Faceva spacciare il figlio di nove anni: arrestata

Un'organizzazione dedita al traffico di stupefacenti è stata sgominata tra Puglia e Basilicata

POTENZA - Una donna di 44 anni, Giovanna Battista Gramegna, è stata arrestata con l'accusa di essere a capo di un'associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, sgominata oggi dai Carabinieri nell'ambito di un'operazione tra Basilicata e Puglia, coordinata dalle Direzioni distrettuali antimafia di Potenza e Bari. 

Stamani sono stati eseguiti 21 decreti di fermo di indiziato e sette ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Le indagini, cominciate nel giugno 2016 e terminate lo scorso dicembre, hanno portato a scoprire che la donna coordinava il traffico di droga a Irsina, in provincia di Matera, facendo spacciare anche diversi minorenni, tra cui i suoi due figli, uno dei quali di nove anni. Gli investigatori hanno ricostruito un «fiorente traffico di sostanze stupefacenti e soprattutto le sinergie tra il sodalizio criminale lucano e quello pugliese». Di quest'ultimo fanno parte persone vicine al clan Risoli, attivo nella provincia di Bari.

Durante le indagini sono stati sequestrati circa 700 grammi di droga (cocaina, marijuana e hashish). L'operazione è stata denominata "Coppia di Regine" perché anche a Gravina in Puglia lo spaccio di droga era coordinato da una donna, sottoposta a fermo di indiziato di delitto.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-11 03:49:42 | 91.208.130.85