Cerca e trova immobili

STATI UNITIDue guerre e problemi interni: incubi per la campagna di Biden

29.10.23 - 15:46
Problemi politici interni ed esteri, con un calo di popolarità tra gli elettori e sfide come l'immigrazione, l'inflazione e la criminalità.
Afp
Fonte ats ans
Due guerre e problemi interni: incubi per la campagna di Biden
Problemi politici interni ed esteri, con un calo di popolarità tra gli elettori e sfide come l'immigrazione, l'inflazione e la criminalità.

NEW YORK - Due guerre all'estero e una spirale di problemi politici interni, dall'immigrazione all'inflazione. La campagna di Joe Biden ammette dietro le quinte che politicamente le cose non sono andate meglio da quando il presidente ha assunto l'incarico.

I successi economici ottenuti non fanno breccia nel cuore degli elettori, che continuano a guardare con scetticismo Biden anche a causa della sua età. Questo fa sì che lo staff di Biden - riportano i media americani - faccia più affidamento sull'odio degli elettori verso Donald Trump per spingere il presidente nella corsa alla Casa Bianca piuttosto che sull'amore degli elettori per Biden.

Alle elezioni mancano 53 settimane e il presidente gode di una scarsa popolarità e, nei sondaggi, è testa a testa con Trump. A pesare su Biden è l'immigrazione, fronte che lo vede criticato aspramente da molti democratici, ma anche la crescente criminalità e un'inflazione che non molla la presa.

Un quadro - riferiscono alcune fonti citate dai media americani - che rende complicato rilanciare l'immagine di Biden in modo che possa attirare i giovani e gli afroamericani.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Nikko 7 mesi fa su tio
Una classe politica sempre più incapace di fare le riforme necessarie e urgenti… una democrazia decadente basata su regole ottocentesche, ridicole, assurde, incredibili,… una società spaccata da un fossato ideologico apparentemente incolmabile… le nuove forze politiche impossibilitate ad emergere a causa di un sistema elettivo/selettivo che privilegia il capitale, saldamente in mano alle famiglie potenti, troppo imperniato su cariatidi piene di soldi ma povere di idee…

Mat78 7 mesi fa su tio
Biden non dovrebbe ripresentarsi, ricandidandosi rischia veramente di riconsegnare il paese a Trump per colpa dell'idiozia media dell'elettorato americano. Oltre che danneggiare il partito democratico Biden danneggia il paese stesso. Non è adatto, è evidente. Non può essere lui l'alternativa a Trump. Purtroppo però oramai sembra deciso, si ricandiderà e sarà un danno incalcolabile. Anche se mi aspetto che un paese civile condanni ed inibisca un tale elemento, che non rispetta il verdetto elettorale popolare e cerca, da una posizione di forza, di falsare le elezioni. Non contento, non ammette la sconfitta (primo a farlo nella storia USA) ed aizza i suoi alla sommossa contro le istituzioni federali. Persona spregevole e pericolosa.

Nikko 7 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Completamente d’accordo! Ambedue da buttare nel ces.o, anche se per motivi completamente diversi!… Motivi evidentissimi e noti a tutti, non solo negli USA, ma in tutto il mondo…

Ulk 7 mesi fa su tio
Risposta a Nikko
Se vince Trump ci sveglieremo con più tasse da pagare. Trump ha detto che dobbiamo pagare noi europei le spese della guerra in Ucraina.

curiuus 7 mesi fa su tio
RimbamBiden e PsychoTrump... che alternative ! 🤣🤣🤣

Vecchio60 7 mesi fa su tio
Tra biden e trump il male minore sarebbe trump. Una speranza arriva con Kennedy ma non è un candidato ufficiale dei due party, corre da solo come indipendente.

Nikko 7 mesi fa su tio
Risposta a Vecchio60
Kennedy non sembra molto in chiaro, in primis riflettendo su sè stesso, per riuscire anche solo a pensare sulle cose da fare… addirittura abbandonato completamente dal suo clan per posizioni molto discutibili su vari temi,… e condizionato da una marea di …ismi esaltati e sconnessi dalla realtà, nauseante brodaglia ideologica che pervade la politica USA…

Mat78 7 mesi fa su tio
Risposta a Vecchio60
Parli del no vax filo russo? Urca allora siamo messi proprio bene...quello è proprio da rinchiudere, a parte il fatto che oggigiorno più sono da rinchiudere e più invece li votano. Ormai una fetta importantissima dell'elettorato occidentale è tossico, grazie ai social ed alla relativa disinformazione. La nostra libertà di espressione è usata da chi odia l'occidente contro noi stessi, ci si rivolta contro, purtroppo invece che veder parlare e scrivere solo persone competenti come succedeva fino a qualche decennio fa (si chiamavano "Opinion leaders"), oggi tutti scrivono boiate, perché hanno il diritto di farlo e possono farlo, la gente ci crede e le rilancia, diffondendo una marea di bischerate. Urge una legge contro la disinformazione. C'è una sfiducia diffusa verso le istituzioni "per partito preso", che vi sia un motivo reale o meno per mettere in dubbio onestà e credibilità delle istituzioni (liberali e democratiche dei nostri Stati). Però se il Gigi di Viganello scrive o posta qualcosa sua Instagram, allora è vangelo. Poveri noi.

Nikko 7 mesi fa su tio
Risposta a Mat78
Ottimo commento! Concordo pienamente!

Nikko 7 mesi fa su tio
Ambedue assolutamente impresentabili, ovviamente per evidenti e risaputi motivi diversi… Una gerontocrazia ormai in plateale decadenza, palesemente priva di valide prospettive future…

Nikko 7 mesi fa su tio
Risposta a Nikko
Una classe politica globalmente allo sbando, ostaggio di miserabili boicotti, veti incrociati, picconatori follemente esaltati, immersi in una brodaglia di ….ismi ideologici negativi, conflittuali, sterili, paralizzanti, ecc…

tulliusdetritus 7 mesi fa su tio
Una delle presidenze più fallimentari: il problema più serio che deve affrontare Biden è Biden stesso

Tirasass 7 mesi fa su tio
Povero paese ultraliberista... ricchi (pochi) sempre più ricchi e poveri (sempre di più) sempre più poveri. Nessun partito in Occidente fa proposte concrete x lottare contro questa vergogna dei paesi più ricchi del mondo

W.Bernasconi 7 mesi fa su tio
Risposta a Tirasass
Mah.. praticamente ha detto tutto e niente.. ovvietà e illogicità..

Peter Parker 7 mesi fa su tio
Ma TIO, ma un nell’articolo sui motivi per cui il dossier immigrazione è catastrofico sotto l’amministrazione Biden? Dite un po’ di numeri, da novembre 2020 ad oggi, qualche percentuale….per informare il pubblico. Diteci anche perché è peggiorata la criminalità specialmente nelle cities democratiche? E sulla questione età di Sleepy Joe…..fate una lista delle cadute (letteralmente) che ha fatto in pubblico ed eventi….che ce ne sono a bizzeffe! Fate un po’ di notizie come per il periodo 2016-2020, quando si facevano articoli sulla salute di Trump in base a come prendeva un bicchiere d’acqua…..!!! Dai….un piccolo sforzo.

lguidicelli 7 mesi fa su tio
Sarà che Biden ha più problemi di quando è stato eletto, ma non li ha creati lui. D'altra parte Trump sostiene che se fosse lui il presidente in 24 ore fermerebbe la guerra in Ucraina (e immagino pensi di fare altrettanto in Siria, Sudan, Palestina e via dicendo). Sono però tutti e due anziani, molto anziani, uno è messo un po' meglio dell'altro, ma non so se fare il presidente a quell'età è una soluzione. Possibile che i due partiti principali americani non hanno baldi 50-60enni da opporre a questi due "pseudo-candidati" (nessuno dei due partiti ha infatti ancora fatto le primarie...)?

W.Bernasconi 7 mesi fa su tio
Risposta a lguidicelli
Giusta osservazione la sua! Mi limito a commentare quello che c’è di disponibile nella scuderia repubblicana. Non c’è nessun altro disponibile, quei pochi “giovani” rampanti che ci hanno/stanno provando vengono messi automaticamente al buio dalla personalità e dal forte carisma di the Donald che in queste cose non ha uguali. The Donald non è un santo e questo lo sappiamo tutti (d’altronde chi lo è a livello politico e nella vita privata?..), ma una cosa è certa, the Donald non è un bellicoso né tantomeno un provocatore di conflitti militari. Al di là delle oggettive doti che possiede, io credo che potrà essere il politico (!) giusto nel periodo molto incerto e pericoloso che stiamo attraversando.. se alla presidenza dovesse salire un altro guerrafondaio cominciamo a fare scorte di compresse allo iodio!

Tirasass 7 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
Trump è abituato a forzare le situazioni, per me rappresenta un rischio x le escalation dei vari conflitti.

W.Bernasconi 7 mesi fa su tio
Risposta a Tirasass
.. se dice questo di Trump penso che lei finora ha letto solo notizie su Novella 2000…o 3000..

Golf67 7 mesi fa su tio
Risposta a Tirasass
Informarsi prima di sparare scemate? Durante la sua presidenza non ha iniziato alcuna guerra. Biden?? Verifichi, facile

Ulk 7 mesi fa su tio
É ora di andare in casa anziani

W.Bernasconi 7 mesi fa su tio
Uuuuuhhh… niente stacchetto delle cheerleaders per Biden haha
NOTIZIE PIÙ LETTE