Immobili
Veicoli

STATI UNITI La nuova truffa che trasforma gli investitori in “carne da macello”

10.09.22 - 14:32
Il gigantesco raggiro internazionale ha come protagonisti il trading e le criptovalute
Deposit
La nuova truffa che trasforma gli investitori in “carne da macello”
Il gigantesco raggiro internazionale ha come protagonisti il trading e le criptovalute

SAN FRANCISCO - Jessica manda il primo messaggio a Cy, un uomo di 52 anni che vive nella Bay Area, nell'ottobre del 2021. La donna affermava di aver trovato il suo numero fra i contatti telefonici e di averlo cercato perché pensava potessero essere vecchi colleghi.

Cy, che ha deciso di raccontare la sua storia a Forbes attraverso un nome fittizio, non si ricordava di lei. Ma la donna è gentile, cordiale e coinvolgente e quindi continuano a scriversi per mesi.  A dicembre dello stesso anno, però, l'uomo aveva perso più di un milione di dollari. 

Ben presto il contenuto dei messaggi che i due si scambiano diventa più personale. Cy racconta a Jessica delle sue difficoltà per mantenere la famiglia, del padre malato e di come la decisione di mandarlo in un ospizio gli pesa. La donna crea un rapporto di fiducia con Cy per poterlo manipolare più facilmente e convincerlo a investire su un sito web che promette grossi ricavi grazie al trading online. Alla fine della truffa le finanze dell'uomo sono prosciugate. Cy è stato l'ennesimo "maiale macellato".  

La “Macellazione dei maiali“ (in gergo “Pig butchering“) è una truffa finanziaria relativamente nuova in cui "maiali", o vittime, vengono "macellati" da persone che li convincono a investire somme sempre maggiori, in presunte piattaforme di trading alimentate da cripto valute. Le piattaforme fasulle, sono progettate per sembrare reali e far credere agli imprenditori che i loro investimenti stanno producendo rendimenti fantastici. Almeno fino a quando il loro truffatore, e tutti i soldi che credono di aver investito, scompaiono.

Le vittime, come nel caso di Cy, spesso perdono ingenti somme di denaro. La pratica è così redditizia che viene portata avanti in massa in paesi come Cambogia, Laos e Myanmar. Finora, le forze dell’ordine americane, sia a livello federale che locale, hanno fatto pochi progressi nel recupero dei fondi rubati o nella cattura dei colpevoli.

Molti dei truffatori, sono persone adescate nei paesi del sud-est asiatico, che lasciano il loro paese per la prospettiva di un lavoro meglio retribuito e vengono invece costrette a praticare Pig Butchering. Se si rifiutano a volte vengono minacciati con la violenza e, spesso, i loro passaporti e cellulari vengono sequestrati. Questo traffico di esseri umani rende più difficile il lavoro delle forze dell'ordine, che faticano a localizzarli. 

«Queste truffe vengono realizzate su larga scala, come se la frode fosse il prodotto di una fabbrica», ha spiegato a Forbes Jan Santiago, il vice direttore del gruppo di advocacy Global Anti-Scam Organization. Santiago stima infatti che le perdite globali ammontino a miliardi. 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE