Immobili
Veicoli

LUGANOQuest'estate si parte senza il Covid

10.06.22 - 06:31
Ecco le misure sanitarie da tenere in considerazione nella pianificazione dei prossimi viaggi. Spoiler: quasi nessuna
Depositphotos (ArturVerkhovetskiy)
Quest'estate si parte senza il Covid
Ecco le misure sanitarie da tenere in considerazione nella pianificazione dei prossimi viaggi. Spoiler: quasi nessuna

LUGANO - Nella lista delle cose da mettere in valigia, mascherina e certificato Covid non dovrebbero essere inclusi. L'estate dei ticinesi si prospetta ricca in viaggi e povera in preoccupazioni sanitarie. Ecco una lista delle destinazioni top della bella stagione secondo Hotelplan e tutti gli aspetti pandemici da tenere in considerazione.

Chi resta in Europa, volerà soprattutto in Grecia, Spagna, Italia e nella Repubblica di Cipro. Che il decollo sia previsto da suolo svizzero o italiano, a partire dal 15 marzo per atterrare all'interno dei confini ellenici non è più necessario presentare un Passenger Locator Form, mentre dal primo di maggio, indipendentemente dalla nazione di arrivo, certificato Covid e test non fanno più parte dei requisiti di viaggio. Stessa storia a Cipro, dove l'obbligo di presentare i documenti sanitari è caduto il primo giugno.

In Grecia bisogna tuttavia tener presente che fino al 15 settembre l'obbligo di mascherina è sì sospeso nei luoghi al chiuso, ma non vale lo stesso in aerei, mezzi pubblici e traghetti, dove invece è necessario coprirsi naso e bocca.

Anche per atterrare in Spagna a partire dal 3 giugno non è più richiesto dimostrare di essere vaccinati, guariti o testati negativi al Covid-19. Per quanto riguarda le misure sanitarie in vigore in loco, le regioni spagnole scelgono in maniera autonoma. Non è una cattiva idea, quindi, prima della partenza, consultare i siti delle amministrazioni regionali per capire se e dove è richiesto l'ausilio della mascherina.

Per quanto riguarda l'Italia, dal primo giugno è caduto l'obbligo per i viaggiatori provenienti da Paesi europei e terzi di essere forniti di Green Pass all'entrata o al rientro nella nazione. Tuttavia, fino al 15 giugno resterà in vigore l'obbligo di mascherina FFP2 a bordo dei mezzi pubblici.

Destinazioni extra-europee - Sempre secondo la lista redatta da Hotelplan, numerosi ticinesi sono pronti a uscire dai confini europei. I viaggi global più richiesti hanno come meta Stati Uniti, Mauritius, Egitto e Turchia. Quest'ultimo è l'unico tra questi a non avere requisiti Covid di entrata.

Per entrare negli States, a meno che non si sia cittadini e/o residenti regolari bisogna essere completamente vaccinati. E tutti coloro che hanno più di due anni di età devono anche mostrare un test negativo o un certificato di guarigione valido - ovvero erogato entro tre mesi prima della partenza. Infine va compilato un formulario in cui si conferma di avere tutti i documenti necessari in regola.

Anche l'Egitto ha un certo numero di obblighi a cui attenersi. Le persone non vaccinate devono presentare un test negativo antigenico o rapido. Il Pcr è fortemente consigliato dalle autorità locali. I vaccinati invece devono presentare un certificato Covid e dimostrare di aver ricevuto l'ultima dose almeno 14 giorni prima della partenza. Il certificato di guarigione non è accettato. È preferibile che i documenti Covid siano in inglese o in lingua araba. Per ottenere un Qr Code valido basta registrarsi sulla piattaforma "Visit Egypt".

Per quanto riguardo le isole Mauritius, infine, non è necessario fornire un test negativo alla partenza, ma è obbligatorio sottoscrivere un'assicurazione sanitaria e compilare il "Mauritius All in One travel form". Una volta atterrati, bisogna sottoporsi a un test che può essere effettuato gratuitamente in hotel o in aeroporto.

Conviene tuttavia, soprattutto nel caso in cui si prevede di restare nel paese solo pochi giorni, essere vaccinati con due dosi - l'ultima delle quali è necessario sia stata inoculata più di 14 giorni prima della partenza. Si è considerati completamente vaccinati anche nel caso in cui è stata contratta la malattia e a questa sia stata abbinata una dose di vaccino. Solo così è possibile evitare una quarantena obbligatoria di sette giorni.

Prima di mettersi in viaggio - Considerando che le regole sanitarie cambiano velocemente e che quelle qui riportate si riferiscono a un periodi strettamente attuale, Davide Nettuno, portavoce di Hotelplan, consiglia a chi prevede di partire per l'estate, di verificare a corto termine prima della partenza che le disposizioni non siano state nuovamente aggiornate.

«Non si può sempre correggere il tiro, in alcuni Paesi, se i documenti necessari non vengono presentati, non è proprio possibile entrare». Aggiunge, infine, di verificare anche le regole in vigore per quanto riguarda gli scali aeroportuali.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO