Immobili
Veicoli

REGNO UNITOLondra ha deciso: via quasi tutte le restrizioni

19.01.22 - 14:25
A partire da giovedì 27 gennaio in Inghilterra saranno revocate quasi tutte le restrizioni Covid
keystone-sda.ch (Tolga Akmen)
REGNO UNITO
19.01.22 - 14:25
Londra ha deciso: via quasi tutte le restrizioni
A partire da giovedì 27 gennaio in Inghilterra saranno revocate quasi tutte le restrizioni Covid
Rimarrà solo l'obbligo di isolarsi, se si risulta positivi al tampone

LONDRA - Niente più obbligo della mascherina, niente più obbligo del Certificato Covid.

È un liberi tutti, o quasi, quello annunciato oggi dal premier Boris Johnson al Parlamento britannico. Il Governo intende quindi abbandonare le misure urgenti introdotte per contrastare la variante Omicron.

Le misure che non saranno più in vigore in Inghilterra dal 27 gennaio includono: la fine dell'obbligo di certificato Covid per entrare nei locali o agli eventi, la fine dell'obbligo (anche se rimangono raccomandate) d'indossare le mascherine, anche per gli studenti e sui trasporti pubblici, la fine della raccomandazione del lavoro da casa e anche altri allentamenti (i cui dettagli dovranno ancora essere affinati) per le case di cura.

Rimarrà solo l'obbligo di mettersi in isolamento se si risulta positivi al coronavirus, e il mandato vaccinale per il personale sanitario (alcuni deputati conservatori hanno chiesto se sarebbe stato rimosso, e Johnson ha risposto che rimarrà in vigore: «Le prove a favore della vaccinazione sono chiare»). 

«Rimanete comunque cauti»
Johnson ha spiegato che il Governo vuole fidarsi completamente del popolo, che è capace di fare le scelte giuste anche senza obblighi. Popolo che è poi stato ringraziato dal premier per l'ottima adesione alla campagna vaccinale della terza dose.

In ogni caso, «la pandemia non è finita» e Omicron «non è leggera per tutti, soprattutto se non si è vaccinati» ha aggiunto il Primo Ministro, che ha chiesto di «rimanere comunque ancora cauti, in particolare per queste ultime settimane invernali».

A spingere la decisione del Governo sarebbero stati gli ultimi dati sull'andamento epidemiologico, con le infezioni che sono in calo e i ricoveri che sono stabili. Gli esperti credono quindi che l'ondata di Omicron abbia superato il suo picco.

«Protegge la salute dei cittadini o il suo lavoro?»
Il leader del partito d'opposizione Keir Starmer ha detto che sosterrà l'allentamento solo «se la scienza dice che è sicuro», e ricordando i 438 morti di Covid di ieri («un solenne promemoria che la pandemia non è finita») ha chiesto a Boris Johnson di rilasciare le prove scientifiche dietro alla sua decisione. Secondo Starmer, questo rassicurerà il pubblico sul fatto che Johnson «stia agendo per proteggere la loro salute, e non solo il suo lavoro».

L'annuncio arriva infatti nel pieno dello scandalo "partygate" che ha investito Johnson e il suo staff, e la mossa odierna potrebbe anche rappresentare un modo per riprendersi i favori di determinati colleghi parlamentari, in vista di un possibile voto di sfiducia.

COMMENTI
 
Princi 5 mesi fa su tio
Boris al posto di Berset .... grande Boris
Tato50 5 mesi fa su tio
Che bravo che sei !!!! Quello che sta facendo è tentare di mantenere la carica di Primo Ministro perché è in bilico. Non puoi obbligare la gente a rispettare le leggi e le regole e poi sei tu il primo a infrangerle. Basta leggere cosa ha combinato mentre gli altri erano tappati in casa e lui organizzava party a gogo senza nessuna prevenzione e contro le regole stabilite da lui. D'altra parte da uno che si lava i capelli in un lavaggio automatico per auto non si può pretendere di più ;-((
Ppaa 5 mesi fa su tio
Alleluia!!!!! Finalmente qualcuno ci è arrivato!!!!
Uluru 5 mesi fa su tio
Giusta o sbagliata che sia è una decisione straordinaria. Dovrebbe essere tra i titoli d’entrata al TG della RSI, ma chissà come mai non ne parlano…
Nandolf 5 mesi fa su tio
Ciumbia........ Abbiamo scoperto la verità! Ora per non essere linciati hanno cominciato con la loro strategia d'uscita dalle cavolate pazzesche che hanno fatto! Anche la Svizzera corre hai ripari...... Non gliela perdo eremo mai, fino a che non si dimettono, decisioni in mano a gente che non siano dei politici!
Luca 68 5 mesi fa su tio
credo sia un po' presto, tra qualche settimana lo vedremo
S.S.88 5 mesi fa su tio
Bravi!!!! Spero presto anche qui!
SteveC 5 mesi fa su tio
Un po’ come qui da noi, vero?
marco17 5 mesi fa su tio
Boris Johnson sarà anche un tipo poco affidabile e spaccone in certi suoi comportamenti, ma la linea politica britannica sul Covid dovrebbe ispirare anche gli altri Paesi, Svizzera compresa. È ora di finirla soprattutto con l'inutile pass sanitario e con la farsa dei tracciamenti.
Gio58 5 mesi fa su tio
In Svizzera non è andata poi così male. Se guardiamo cosa è successo/sta succedendo nei paesi a noi vicini, direi che non ci si può lamentare troppo. Ed ora che si torni al più presto alla normalità.
andrea28 5 mesi fa su tio
Gli inglesi stanno cogliendo l'opportunità di immunizzare tutti, vaccino-scettici compresi, in modo rapido e indolore. Vi é poi la possibilità che i non vaccinati ma guariti, risultino più protetti dei vaccinati.
Roger1980 5 mesi fa su tio
Via dalla fallita UE, via dal Covidterrorismo. Sempre avanti 👍
Thinks 5 mesi fa su tio
Cavolo sempre i primi a far da apripista!! 👍
Tato50 5 mesi fa su tio
Si, per poi tornare sui loro passi perché la situazione diventa ingestibile. Già avvenuto, come in Svezia e Danimarca !
Thinks 5 mesi fa su tio
Ciaoo Tato, non preoccuparti, la schifezza si sta estinguendo, in linea come tutte le pandemie di durata media di due anni, era già chiaro dalle ultime varianti che pur di sopravvivere in una popolazione ormai immunizzata, sono diventate meno pericolose... 😉
Dex 5 mesi fa su tio
Complottisti
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO