KEYSTONE
Ahmad Massoud ha lanciato un appello alla resistenza contro i talebani.
AFGHANISTAN
17.08.2021 - 09:130

L'appello alla resistenza del figlio del comandante Massoud: «I miei compagni d'armi e io daremo il nostro sangue»

L'appello all'Occidente e al mondo arabo: «La nostra fiducia in voi, nonostante il tradimento di alcuni, è grande»

KABUL - Ahmad Massoud, il figlio dello storico comandante afghano Ahmad Shah Massoud (noto come il Leone del Panjshir, ucciso il 9 settembre 2001 da al-Qaeda), ha lanciato un appello alla resistenza contro i talebani attraverso la stampa.

Lo ha fatto scrivendo su una rubrica sulla rivista francese La Règle du jeu: «I miei compagni d'armi e io daremo il nostro sangue, insieme a tutti gli afghani liberi che rifiutano la servitù e che invito a unirsi a me nella nostra roccaforte del Panjshir, che è l'ultima regione libera del nostro paese morente». Un appello rivolto ai connazionali «di tutte le regioni e di tutte le tribù». 

Massoud ritiene che «siamo nella situazione dell'Europa nel 1940», con Hitler e il nazismo in rapida ascesa e apparentemente incontrollabili. Ma, «nonostante la totale debacle» delle scorse ore, Massoud crede che «non tutto sia perduto».

«Parlo a tutti voi, in Francia, in Europa, in America, nel mondo arabo, altrove, che tanto ci avete aiutato nella nostra lotta per la libertà, contro i sovietici in passato, contro i talebani vent'anni fa. Voi, cari amici della libertà, ci aiutate ancora una volta come in passato? La nostra fiducia in voi, nonostante il tradimento di alcuni, è grande» ha concluso.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 05:20:03 | 91.208.130.85