Guardia Nacional (GN_MEXICO)
MESSICO
07.09.2020 - 18:180

Sequestrato un furgone blindato "fatto in casa"

La Guardia Nazionale messicana ha scoperto e confiscato un corazzato utilizzato da un gruppo criminale della zona

SAN JOSé DE CHILA - Trovare un vero e proprio carro armato non è facile, e i cartelli messicani optano da tempo per soluzioni alternative, fabbricando dei veicoli corazzarti "artigianali" per avere il sopravvento contro le bande criminali rivali e le forze di polizia locali.

La Guardia Nazionale del paese centro americano ha svelato uno di questi veicoli in alcune foto postate sabato su Twitter. Il mezzo è stato trovato da una pattuglia di routine a San José de Chila, nella regione di Michoacán. 

Nel post, il personale della Guardia Nazionale ha dichiarato di aver «localizzato un camion blindato "artigianale", presumibilmente impiegato da un gruppo criminale della zona». 

Il quotidiano El Universal ha riferito che il veicolo sequestrato dovrebbe appartenere al cartello "Los Viagras", guidato da Nicolás Sierra Santana, chiamato "El Gordo", noto per operare nella regione di Tierra Caliente.

La criminalità organizzata ha già mostrato diverse volte, con vanto, le armi, attrezzature e persino i veicoli che ha a disposizione, e che vengono utilizzati durante le loro operazioni criminali. Su questi carri armati "fatti in casa" vengono spesso montate armi di grosso calibro, e vengono battezzati dai membri della gang con nomi ironici come "Mostro", o "Rinoceronte", spiega il portale informativo Infobae.

I Los Viagras, come comunicano i giornali locali, sono attualmente coinvolti in una guerra per il territorio con il cartello della Nuova Generazione di Jalisco, che ha già mostrato in passato sui social media la propria "flotta" di veicoli corazzati.

È il secondo caso simile nel 2020, in quanto alla fine di gennaio, l'esercito messicano aveva sequestrato anche un altro autocarro blindato nella stessa regione di Michoacán.

Guardia Nacional (GN_MEXICO)
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-04 16:44:12 | 91.208.130.86