Keystone
STATI UNITI
06.08.2020 - 07:280

La California fa causa a Uber e Lyft

Le due società sono accusate del reato di «furto salariale».

Uber e Lyft avrebbero negato ai propri dipendenti i benefici dovuti con uno stratagemma contrattuale.

LOS ANGELES - La California ha avviato un'azione legale contro Uber e Lyft accusate del reato di "furto salariale", per aver negato ai propri dipendenti i benefici dovuti classificandoli come contrattisti indipendenti invece di lavoratori dipendenti.

Sarebbe stata violata dunque la legge dello stato che impone di riconoscere ai lavoratori della gig economy, inclusi gli autisti delle due società, gli stessi benefit dei dipendenti.

Se Uber e Lyft dovessero perdere la causa dovrebbero pagare ai loro autisti gli straordinari, la copertura sanitaria e altri benefit.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-30 08:44:04 | 91.208.130.87