Keystone (archivio)
BELGIO
15.06.2020 - 12:350

Coronavirus, un nuovo focolaio all'aeroporto di Liegi

Una ventina di dipendenti di Swissport Cargo sono risultati positivi al contagio

LIEGI - Un nuovo focolaio d'infezione da coronavirus è stato identificato in Belgio fra il personale di Swissport Cargo, la società che tratta circa un quarto delle merci in arrivo e in partenza dall'aeroporto di Liegi. Lo riportano i media locali.

Fra la cinquantina di dipendenti che si occupano dell'amministrazione della società, che impiega 200 persone, 21 sarebbero stati testati positivi. I contagiati sono stati messi in quarantena e i locali completamente disinfettati.

«Non appena abbiamo saputo i risultati abbiamo messo tutti i dipendenti colpiti in quarantena. Fortunatamente, nessuno ha dovuto essere ricoverato in ospedale», ha spiegato il numero uno dell'azienda, Koen Gouweloose.

Il calo del personale disponibile ha portato al dirottamento di alcuni voli verso altri aeroporti, ha indicato il portavoce dello scalo. Dall'inizio della crisi l'aeroporto di Liegi è un nodo centrale nella distribuzione di materiale medico nel Paese e in Europa.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-27 03:59:18 | 91.208.130.85