Cerca e trova immobili

CANTONECassa malati e iniziativa per il 10%: si va verso il voto

16.10.23 - 16:40
Con 71 voti su 71, il Gran Consiglio ha ritenuto ricevibile l'iniziativa popolare presentata dal Ps.
Ti Press archivio
Cassa malati e iniziativa per il 10%: si va verso il voto
Con 71 voti su 71, il Gran Consiglio ha ritenuto ricevibile l'iniziativa popolare presentata dal Ps.

BELLINZONA - I costi dei premi della cassa malati stanno diventando insostenibili. E oggi, lunedì 16 ottobre, il Gran Consiglio ha deciso, all’unanimità, di ritenere ricevibile l'iniziativa popolare lanciata, nel dicembre del 2022, dal Partito Socialista (PS) Ticino "Esplosione premi di cassa malati: ora basta! (Iniziativa per il 10%)".

Presentate 9'695 firme

Promossa da Laura Riget (primo promotore), Marina Carobbio, Ivo Durish, Fabrizio Sirica, Danilo Fiorini, punta a essere «una misura concreta per il ceto medio». Se il popolo ticinese dovesse esprimersi favorevolmente, saranno introdotti dei parametri legali in modo che il costo netto del premio di cassa malati non super in nessun caso il 10% del reddito disponibile per unità di riferimento. La richiesta è di «aumentare l'impegno finanziario annuale netto a carico del Cantone nel settore delle riduzioni dei premi ordinari dell'assicurazione malattia obbligatoria».

Reazione del PS

La notizia della ricevibilità è stata accolta «con soddisfazione» dal Partito Socialista ticinese. «Dopo aver superato questo primo scoglio - si legge nella nota diffusa - chiediamo ora che il Consiglio di Stato presenti rapidamente un messaggio che approvi o che perlomeno presenti un controprogetto sostanziale e concreto a questa iniziativa. Iniziativa che ora più che mai è fondamentale per rispondere a una delle problematiche più sentite dalla cittadinanza ticinese, ossia l’esplosione dei premi di cassa malati. È importante agire rapidamente attuando questa iniziativa e facendo così un primo passo verso premi in base al reddito, con l'obiettivo a medio termine di implementare una cassa malati unica a livello federale finanziata sulla base di premi in base al reddito. Questo rappresenterebbe un passo importante verso una maggiore equità del nostro sistema sanitario».

A livello federale un'iniziativa simile

Il PS chiede dunque al governo di mettere il piede sull'acceleratore sulla questione. Ricordano, però, che il prossimo marzo a livello federale si voterà su un'iniziativa analoga: anch’essa sostiene che i premi non superino il 10% del reddito disponibile. «Il PS Ticino auspica che troverà un ampio consenso nella popolazione e che venga accettata in votazione. Se questo non dovesse succedere, è chiaro che la nostra iniziativa cantonale diventa ancora più importante e attuale per il Cantone Ticino, dove i salari sono i più bassi della Svizzera e l'aumento dei premi è ancora più sentito».

Lo studio Supsi

A sostegno della proposta, era stato presentato uno studio elaborato dalla SUPSI, a dimostrazione del fatto che le economie domestiche, quelle a ridosso della soglia per potere beneficiare delle riduzioni RIPAM (appena sotto o appena sopra), subiscono un impatto dei premi di cassa malati superiore al 10%. Sono soprattutto anziani senza prestazioni complementari, coppie senza figli e persone sole a pagare il prezzo più alto, tenuti a pagare fino al 20% del proprio reddito disponibile ogni mese. «Inaccettabile», aveva giudicato il PS. «Con questa proposta si vuole sostenere in maniera mirata il ceto medio al posto di sperperare milioni in sgravi fiscali per le famiglie più benestanti».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Dan1962 8 mesi fa su tio
Vengono tutti da noi a lavorare a causa di stipendi da 4/10 volte superiori hai paesi limitrofi quindi è assurdo

Dan1962 8 mesi fa su tio
Non si può migliorare i salari perché devono scendere non salire

Roger1980 8 mesi fa su tio
Al posto di puntare a migliorare i salari per far sì che nessuno abbia bisogno dei sussidi, si cerca di aumentare la fascia di chi ne ha diritto. Se fosse qualcosa a carico delle casse malati, direi, forse, ok, ma, essendo il Cantone già senza soldi, chi pagherà queste uscite straordinarie?!?

64cleme 8 mesi fa su tio
Il sarcasmo che si legge in tanti commenti di cittadini sfiduciati è comprensibile dopo anni di continui salassi e chiacchiere al vento della classe politica, ma rendiamoci conto che non fa altro che mantenere lo status quo. Contro la bolla sanitaria bisogna sollecitare seriamente l’opinione pubblica per opporre con coraggio a colpi di iniziative popolari e ragionevoli controprogetti un complesso di misure concrete che inevitabilmente irriteranno gli interessi di alcuni ma mitigheranno la rabbia di molti. Intanto occorre partire dall’istituzione di una cassa malati pubblica svincolata da logiche di profitto e rischiose speculazioni finanziarie e che consideri finalmente la proporzionalità con il reddito imponibile. E la proposta del PS va infatti in questa direzione. Le casse private non devono tuttavia scomparire sia per evitare il sovraccarico burocratico di quella pubblica sia per offrire formule assicurative extra per chi ha maggiori possibilità finanziarie e ricerca coperture più differenziate rispetto a quella di base. Dopo questo primo passo si dovrebbero elaborare misure contenitive contro gli abusi e gli sprechi nei confronti di aziende e operatori sanitari (tariffario medico, fatturazioni, prezzo dei farmaci in Svizzera, diffusione di ambulatori medici, di farmacie e di cliniche, gestione ospedaliera,…), ma anche nei riguardi della responsabilità dei pazienti nello sviluppo del problema di salute (riduzione dei rimborsi e dei sussidi per chi persegue abitudini di vita palesemente dannose, ricorre con troppa facilità e senza un effettivo bisogno a medici e farmaci).

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a 64cleme
#64cleme, Pienamente d'accordo per quel che riguarda la cassa malati unica e per il controllo dei costi, per quest'ultimo ci sarebbero modelli interessanti in paesi ai primi posti per la qualità del sistema sanitario, ad esempio Svezia, Danimarca e Giappone, hanno un organo centrale che si occupa del controllo dei prezzi, del controllo della qualità delle cure e della pianificazione, in Svezia anche l'acquisto di farmaci è centralizzato. Non sono d'accordo per la penalizzazione di stili di vita o comportamenti potenzialmente dannosi poiché aprirebbe la strada a questo tipo di penalizzazione anche in altri campi assicurativi. L'alcolismo e la tossicomania sono delle malattie, così come in molti casi l'obesità. Nel campo dell'infortunistica si potrebbero definire comportamenti eccessivamente a rischio anche alcuni sport.

Bstx 8 mesi fa su tio
Onestamente? non l'ho capita... dai primi calcoli andrei a pagare di piu! Gia non ce la faccio ora! Scusate.. da ignorante... non basterebbe spostare l'asticella dei sussidi in base all'inflazione?

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a Bstx
Bstx, si vede che sei tra quelli che possono permetterselo, se il premio dovesse essere al 10% del reddito, per la mia famiglia per pagare più di adesso dovrei avere un reddito di 18'000 al mese.

Bstx 8 mesi fa su tio
Risposta a Voilà
MAGARI!! :D Ok.... non avevo capito...

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a Bstx
Ora pago più di 1600 per 3 persone, ma non ho ancora ricevuto le nuove polizze. Considerando che da quest'anno sono pensionato ed ho ancora un figlio agli studi la cosa mi preoccupa...

Area57 8 mesi fa su tio
Risposta a Voilà
Scusa vorrei capire, tu paghi come base più di 1600?? E con la complementare arrivi ad oltre 2000 immagino Ma questo 10% massimo sarà per base più complementare?? Non mi è chiaro 🤔🤔🤔

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a Area57
[url rimossa], facendo un giro nei calcolatori dei premi, l'anno prossimo per due adulti e un giovane adulto pagherò circa 1600 al mese solo di LAMAL, ho eliminato tutte le complementari perché troppo costose. comunque la regola del 10% vale solo per la base, le complementari non sono considerate. però Se le regole rimangono quelle degli attuali sussidi, se scegli una franchigia alta e un modello meno caro potrai risparmiare ulteriormente. In ogni caso se l'iniziativa dovesse essere accettata, si accetterà un principio, le regole per la sua applicazione arriveranno dopo.

Nikko 8 mesi fa su tio
Risposta a Area57
Il limite del 10% del reddito disponibile per i premi vale solo per la copertura LAMal, l’unica che è obbligatoria… la complementare non c’entra perché è facoltativa e regolata dalla LCA…

Tirasass 8 mesi fa su tio
Bene. Mi raccomando questa volta: non votatela solo perché arriva da sinistra. Meglio continuare a lamentarsi

PerTe 8 mesi fa su tio
Mah… sempre ste votazioni e sta carta da leggere.. non si potrebbe fare un bel gruppone su whatsapp.. e fare il sondaggio? Costo materiale 0.. Tempo di risposta immediata.. Risultato visibile in tempo reale.. Chilometro 0.. Insomma, si risparmierebbero millioni all’anno.. e dulcis in fundo, non serve serafe e avremmo i 300 fr per la franchigia.

Tirasass 8 mesi fa su tio
Risposta a PerTe
Uuhhh che sforzo informarsi! Meglio un gruppone moderno dove finisce dentro di tutto... lo sai cos è un referendum? Forse no

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a PerTe
#PerTe, prima delle votazioni alla radio e alla TV danno informazioni e organizzano dibattiti sugli oggetti in votazione. Poi puoi votare per corrispondenza, Km 0.

Keope1963 8 mesi fa su tio
Prima di andare a votare documentatevi bene perché leggendo qui sotto di capisce che pochi hanno letto e realizzato. Il materiale di Vito offre già una buona possibilità per capire poi ci sono sicuramente trasmissioni tv..

Lello 8 mesi fa su tio
si vogliono stipendi di 5000 fr minimo e poi pagare il 10% di cassa malati? ma rimango dove sono che risparmio grazie

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a Lello
Guarda lello che non si dice che deve essere il 10% del reddito, ma che non deve superare in nessun caso il 10% del reddito disponibile. Il reddito disponibile non è tutto quello che guadagni in un mese ma quello che ti rimane dopo aver pagato le spese ricorrenti, le cifre sono fissate dal Consiglio di Stato.

FaNaGhiGarii 8 mesi fa su tio
Visto che è obbligatoria la cassa malati, che venga innanzitutto tolta direttamente dallo stipendio. Stessa cosa vale per le tasse. Così la pagano tutti. Il sistema attuale favorisce i furboni...

ajeje 8 mesi fa su tio
Qua sotto tanti non hanno capito una mazza.

Keope1963 8 mesi fa su tio
Risposta a ajeje
Esatto una mazza è dire tanto

Keope1963 8 mesi fa su tio
Risposta a ajeje
Se fanno a votare fanno però più danni che a commentare..

rik1983 8 mesi fa su tio
Risposta a ajeje
Bravissimo

ajeje 8 mesi fa su tio
Bene.

OrsoTI 8 mesi fa su tio
Si certo:) e chi prende piu di 60.000 lordo annuo deve pagare per gli altri?:) quindi…. Se uno prende lordo 60.000 chf, deve pagare di base 6000? 1500 in piu del premio medio anno 2024. Quindi non è cambiato nulla…. Chi guadagna poco o non ha voglia di lavorare paghera meno di chi si fa il Mazzo😂

Gino 8 mesi fa su tio
Risposta a OrsoTI
Eh sì, bisogna prima mettersi d'accordo su quale sia la classe media

Tirasass 8 mesi fa su tio
Risposta a OrsoTI
Non si parla di solidarietà tra ricchi e poveri, ma di un tetto massimo laddove il costo cassa malati supera il 10%. Non c'è scritto che tutti pagheranno il 10%

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a OrsoTI
OrsoTI Il calcolo è riferito al reddito disponibile, non al reddito imponibile, quindi sarà molto più basso. Inoltre si dice che non deve superare in alcun caso il 10%, non che deve essere il 10%.

Area57 8 mesi fa su tio
Risposta a OrsoTI
OrsoTI esatto anch’io l’ho capita così mah 🤷‍♀️

HSF 8 mesi fa su tio
“Si va verso il referendum”: in che senso? Si parla di iniziative popolari.

Dex 8 mesi fa su tio
37 miliardi l’anno di cassa malati.

Dex 8 mesi fa su tio
9 milioni di persone pagano diciamo 350 fr di media al mese. Fate due calcoli!!!!

Yoebar 8 mesi fa su tio
Risposta a Dex
Non voglio aprire un discorso discriminatorio ma di questi 9 milioni almeno 2 milioni non la pagano …….

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a Yoebar
Non preoccuparti Yoebar, quelli che non pagano la cassa malati, sia perché non possono che perché non vogliono, non pesano sui nostri premi poiché per loro paga il Cantone, possono quindi pesare al massimo sulle imposte.

Dex 8 mesi fa su tio
10 % all’anno…il calcolo è presto fatto. Tra 5 anni la cassa malati sarà più cara del 50%. IL DOPPIO!!!

rik1983 8 mesi fa su tio
Risposta a Dex
Ti do un consiglio, non fumare la erba del giardino perchè dopo non riesci a leggere bene

Dex 8 mesi fa su tio
Risposta a rik1983
Non ho queste tue abitudini

rik1983 8 mesi fa su tio
Risposta a Dex
Si vede subito che non hai le mie abitudine! Povera Svizzera....

Dex 8 mesi fa su tio
Risposta a rik1983
Povera Svizzera si. Su questo siamo d’accordo. Continua ad annebbiarti la mente con le tue abitudini

Neiskry 8 mesi fa su tio
Ma quindi cosa vuol dire. Cos’è il reddito disponibile? Lo stipendio netto o il reddito imponibile secondo la tassazione? Mi sa tanto che si vanno a cercare soldi nelle tasche dei cittadini, senza pensare di limitare i costi. La cassa malati unica è l’unica soluzione, togliere tutti i soldi che si buttano via in sponsor, paghe dei 40 manager, riviste e investimenti in borsa. La spesa annuale dei costi diviso tutti e basta!

WhatwrongCH 8 mesi fa su tio
Risposta a Neiskry
Vero

Disà 8 mesi fa su tio
Risposta a Neiskry
infatti non ha senso , come andare al bar e pagare il caffè in base alla macchina con cui sei arrivato ..... poi per carità mettere un tetto e implementare i sussidi ci sta anche

PerTe 8 mesi fa su tio
Risposta a Neiskry
Infatti, quel 10% è poco chiaro.. imponibile o netto? Oppure è un nuovo riferimento? .. una via di mezzo?.. E che fine fa la franchigia? Con la franchigia bassa si arriva presto al 10%.. Insomma tante domande, sopratutto quei 71 voti su 71..🤔 ha più l’aria del: “brüson mia via quai voto.. mei restaa neutri”

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a Neiskry
Neiskry, il reddito disponibile viene già usato da qualche anno per il calcolo del diritto ai sussidi di cassa malati e per gli aiuti allo studio. Dal reddito netto vengono sottratte le spese ricorrenti, i parametri sono definiti dal Consiglio di Stato, quel che resta è il reddito disponibile.

MR81 8 mesi fa su tio
Risposta a PerTe
Infatti😂 è già successo un 71 su 71? tücc uregiatt sota votazion🙃

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a PerTe
#PerTe, Il calcolo viene effettuato sul premio base, se questo supera il 10% del reddito disponibile scatterà il diritto alla riduzione del premio, compensato dal Cantone direttamente alla cassa malati. Quello che paghi in meno con una franchigia alta andrà ancora a tuo favore. Il reddito disponibile è calcolato sul reddito netto ed è quello che ti rimane dopo aver pagato le spese ricorrenti, le cifre sono fissate dal Consiglio di Stato. Sistema usato da alcuni anni per i sussidi di cassa malati e per gli aiuti allo studio.

stef70 8 mesi fa su tio
sarebbe ora di fare qualcosa con questa vergognosa cassa malati siamo arrivati al limite della sopportazione.

mestesso 8 mesi fa su tio
ma da quale mente escono certe proposte? In questo modo aumenteranno a dismisura le entrate per le cassa malati!

WhatwrongCH 8 mesi fa su tio
Risposta a mestesso
Hai ragione, tuttavia sono sicuro che il profitto extra sui carburanti, potrebbe essere convogliato a favore di tutti, specialmente in questo periodo…

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a mestesso
#mestesso, il rischio ci potrebbe essere, ma i premi devono essere accettati annualmente dall'ufficio federale preposto. E poi, vista la situazione, questa dovrebbe essere una misura transitoria d'urgenza, dovrà essere poi seguita da una cassa malati unica e da misure di contenimento dei costi.

Gio58 8 mesi fa su tio
Risposta a WhatwrongCH
Esatto. Queste sono solo misure per aumentare le entrate non per ridurre i costi!! E quelli che le propongo sono gli stessi che anni fa han venduto al popolo i "vantaggi" della LaMal. Vantaggi che ora stiamo toccando con mano. E ci dicono anche che è per proteggere il ceto medio. E c'è anche ci ci crede!!

Alone 8 mesi fa su tio
a me hanno aumentato del 20% anche le assicurazioni auto.. nessuno ne parla?

rik1983 8 mesi fa su tio
Risposta a Alone
Se non la puoi pagare cambia auto.

Lello 8 mesi fa su tio
Risposta a Alone
è stato voluto così,si pensava di risparmiare mettendola in quel posto al cantone,o meglio così ce l'hanno venduta e invece taac a novanta ancora il cittadino,e come pensate andrà con la cassa unica?

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a Lello
Lello, le votazioni non sono fatte per metterla in quel posto a qualcuno! La LAMAL ha fatto sì che tutti avessero accesso alle cure. Oggi, dopo 30 anni dalla sua entrata in vigore, deve essere rivista. Siamo in ritardo perché le due iniziative per una cassa malati unica, la prima nel 2007 e la seconda nel 2014, sono state respinte dal popolo. E magari perché molti hanno pensato di metterla in quel posto ai socialisti.

WhatwrongCH 8 mesi fa su tio
70000 Statuti “s” che non pagano un premio medio di 400 chf = 336 Mio, poi aggiungiamo la quota parte ( 700.-) , circa 50Mio, affitto 500 al mese… altri 400 Mio e avanti così… arriviamo subito a 1 miliardo… come minimo. E nüm pagum. Dato il rincaro della benzina, perché non riversare parte dei proventi derivanti dalle tasse sugli oli minerali nella cassa malati? Mah..

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a WhatwrongCH
#WhatwrongCH, i dazi sugli oli minerali sono fissi per un litro, non sono in %, quindi non aumentano insieme al rincaro. la benzina non addizionata di piombo a 76,82 centesimi al litro l'olio diesel a 79,57 centesimi al litro l'olio da riscaldamento extra leggero a 0,3 centesimi al litro

teamsabotage 8 mesi fa su tio
Lo so, molti di voi rideranno ma mi sono arrivate anche le polizze della cassa malati dei miei due cani, aumentate anche quelle... del 42% l'una! Che sia colpa della fisio? Che sia l'esodo di cani dalla svizzera interna che vengono a far la pensione in Ticino? O che ci stiano prendendo per i fondelli da tutte le parti?

Joe_malcantone 8 mesi fa su tio
Risposta a teamsabotage
Hanno dato una ripassata pure a me per la mia e quella del cane

Disà 8 mesi fa su tio
Risposta a teamsabotage
direi l' ultima che hai scritto :)

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a teamsabotage
O è l'aria del Ticino che fa male o hanno capito che i ticinesi si possono mungere facilmente.

baranzoS 8 mesi fa su tio
L'unico rischio che vedo è che chi oggi paga poco meno del 10% grazie al fatto di avere innalzato al massimo la franchigia e a modelli assicurativi che permettono un risparmio decidano di ridurre al minimo la franchigia e passino a coperture più onerose, questo potrebbe portare ad un ulteriore aumento dei costi della salute e in definitiva a una bolletta ancora più salata per la collettività.

Gino 8 mesi fa su tio
Risposta a baranzoS
Esatto, e poi, finita presto la franchigia minima, si ha un motivo in più per andare dal medico senza pensarci due volte.

Voilà 8 mesi fa su tio
Risposta a baranzoS
[url rimossa], la franchigia non influisce sul 10% perché il calcolo viene fatto sul premio base. Se scegli un modello meno caro o se alzi la franchigia risparmi ulteriormente.
NOTIZIE PIÙ LETTE