CANTONE / SVIZZERASemafori e «lunghe code» sul Piano di Magadino, Marchesi interroga Berna

01.12.22 - 09:24
Il Consigliere nazionale chiede al Consiglio federale un «bilancio» e «cosa intende fare per migliorare la situazione»
Tipress (foto d'archivio)
Semafori e «lunghe code» sul Piano di Magadino, Marchesi interroga Berna
Il Consigliere nazionale chiede al Consiglio federale un «bilancio» e «cosa intende fare per migliorare la situazione»

L'annosa questione del traffico sul Piano di Magadino torna sui tavoli del Consiglio federale, oggetto di una nuova interrogazione presentata dal Consigliere nazionale Piero Marchesi.

I principali "protagonisti" dell'atto parlamentare sono i semafori di recente installati sul tratto stradale. Affossati alle urne (73%) dalla popolazione ticinese nel 2019 ma comunque realizzati dopo il passaggio di gestione alla Confederazione. «I semafori sono ora attivi e quanto si temeva si sta purtroppo verificando», scrive il deputato UDC, presentando il "conto": «Peggioramento delle condizioni generali del traffico, lunghe colonne, ingorghi e tempi di percorrenza apparentemente maggiorati».

Da qui la richiesta a Berna di stilare un primo «bilancio» dell'installazione del nuovo sistema di regolazione attivo sul Piano, esponendo «dati oggettivi che attestino il reale miglioramento della fluidificazione del traffico come indicato negli obiettivi del progetto». E se gli obiettivi non fossero raggiunti, conclude Marchesi, «cosa intende fare» il Consiglio federale «per migliorare la situazione?»

COMMENTI
 
Può accompagnare solo 1 mese fa su tio
E torno sulla questione: si discute di traffico i tutto il Ticino. Si adottano, si provano e si propongono soluzioni ovunque (Mappo-Morettina, Vedeggio-Cassarate, Bellinzona-Locarno, Mendrisio-Stabio, Svincolo Mendrisio, Semi-svincolo Bellinzona, Circonvallazione Agno-Bioggio, ma la "Agno-Ponte Tresa"? Eh sì che negli anni '70 del secolo scorso se ne parlava già... A parte qualche caramellina come ad esempio la costruzione di rotonde (che in alcuni casi hanno aumentato gli ingorghi) non si è mosso assolutamente nulla!!!! La situazione, già disastrosa allora con 30'000 frontalieri, ora è divenuta invivibile. Le code chilometriche durante tutta la giornata di quasi tutti i giorni dell'anno, oltre a generare disturbo, inquinamento, irritazione, ecc. rende sempre meno attrattiva la vita in quella zona con conseguenti perdite economiche per tutti i residenti, le aziende, il turismo e i proprietari di case proprie.
FoxOne72 1 mese fa su tio
Per qualcuno pare che la causa del problema siano i lavoratori pendolari, che qui per la maggior parte chiamiamo frontalieri in quanto arrivano da oltre frontiera appunto. Ma i lavoratori pendolari esistono in tutto il mondo e influiscono sulla viabilità attorno ai maggiori centri urbani, in tutto il mondo. Ma in nessun'altra parte del mondo si accusano i lavoratori pendolari di provocare il finimondo, nelle altre parti del mondo si cercano soluzioni migliorative, non sempre trovandole comunque. Non è di certo un azione migliorativa mettere dei semafori che per loro natura rappresentano dei tappi e in quanto tali tappano il traffico creando di conseguenza colonne e ingorghi. E poi da Pasqua a fine estate il Piano di Magadino è preso d'assalto dai turisti, non credo bisogna prendersela neanche con loro, ma trovare soluzioni alternative migliorative efficaci e permanenti
Thinks 1 mese fa su tio
Ma non ti sei ancora accorto che stanno allargando le autostrade per aumentare il pendolarismo di frontalieri da sfruttare? L'obbiettivo della politica è portare in Ticino oltre 500mila pendolari, per la gioia dei residenti, che di fatto il risultato è ancora più povertà per quest'ultimi. Quando avevamo 30mila pendolari, il Ticino i Ticinesi e i frontalieri stavano MEGLIO, lavoro per i nostri giovani, salari dignitosi, potere d'acquisto migliore, servizi efficienti, traffico scorrevole, ora stanno facendo terra bruciata per le tasche di pochi, smantellando servizi lasciando le briciole al popolo...
dan007 1 mese fa su tio
inutile abbiamo aperto le porte ad ogni tipo di abuso
MissKirova 1 mese fa su tio
Ringraziate la sinistra pro frontalieri senza tetto massimo!
tschädere 1 mese fa su tio
chidete le corsie frontalieri in dogana e lasciate passare le autovetture solo con minimo 2 persone.il traffico si riduce.obbligate tutte le dite che impiegano frontallieri di riprendere le corse con i bus frontalieri.
yvan 1 mese fa su tio
Aprite gli occhi, il piano viario ticinese è un disastro, creano zone industriali con un'unica via di accesso, cantieri come se dovesse succedere il finimondo entro domani e esperimenti senza senso sulla viabilità, vedi i semafori che il popolo aveva ampiamente bocciato. Ma la colpa è dei frontalieri... un capro espiatorio sempre in auge
Lucia69 1 mese fa su tio
ora danno la colpa ai semafori quando anche i sassi sanno che la colpa sono i 70mila italiani che invadono ogni giorno il Ticino....
Yoebar 1 mese fa su tio
Per migliorare la situazione? Al minimo dimezzare il traffico frontaliere, problema di traffico risolto.
NOTIZIE PIÙ LETTE