Immobili
Veicoli

CANTONENorman Gobbi è tornato a visitare i Comuni

06.10.22 - 14:51
Il Consigliere di Stato ha incontrato i municipi di Minusio, Tenero-Contra, Lavertezzo e Sant’Antonino.
Cancelleria dello Stato
Norman Gobbi è tornato a visitare i Comuni
Il Consigliere di Stato ha incontrato i municipi di Minusio, Tenero-Contra, Lavertezzo e Sant’Antonino.

BELLINZONA E LOCARNO - Il Consigliere di Stato Norman Gobbi visita i Comuni ticinesi.
Sono riprese in questi giorni, fra il Locarnese e il Bellinzonese, le visite del Consigliere di Stato Norman Gobbi nei Comuni ticinesi. Il ciclo, iniziato nel 2018 a Stabio, proseguirà il 17 ottobre in Valle Leventina. Tutte le suggestioni raccolte sono destinate a confluire nella revisione della legge organica comunale, che sarà sviluppata durante la legislatura cantonale.

Accompagnato dal capo della sezione degli enti locali Marzio Della Santa e dagli ispettori comunali Nicola Rossetti e Alberto Gamboni, Gobbi ha incontrato ieri i municipi di Minusio, Tenero-Contra, Lavertezzo e Sant’Antonino. In tutti e quattro gli enti locali «è proseguita la riflessione sul ruolo del Comune nel Ticino di questo inizio di XXI secolo - scrive in una nota il dipartimento delle Istituzioni - In particolare, ai Municipi è stato chiesto d'indicare quale fosse lo stato di salute della comunità locale, inteso come vitalità del tessuto sociale. Un problema evidenziato da tutti è la fatica nel trovare persone disposte a mettersi a disposizione per assumere una carica pubblica».

Da parte loro, i municipi hanno sottolineato le azioni già avviate per stimolare la cittadinanza a partecipare attivamente alla vita del Comune e alle decisioni politiche. Sono stati, in particolare, ricordati i sondaggi promossi su temi specifici, i contributi finanziari e in natura agli organizzatori di eventi locali, la creazione di momenti d’incontro tra popolazione e mondo associativo. Alla luce del contesto attuale, il direttore del dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi ha ricordato che «è essenziale», per i Comuni, interrogarsi su come stimolare la partecipazione attiva dei cittadini. «La democrazia ha bisogno di cittadine e di cittadini che si interessano alla cosa pubblica, e che si attivino in prima persona per il bene della comunità. Il Comune è il livello istituzionale che esprime al massimo la forza della nostra democrazia diretta, ma corre il rischio d'impoverirsi a causa della disaffezione della cittadinanza. Queste visite ci hanno permesso di tastare il polso dei Municipi ed è bello constatare la loro grande voglia di mettersi in gioco e stimolare nuove forme di partecipazione».

Dal canto suo, il capo della Sezione degli enti locali Marzio Della Santa ha ricordato che «i progetti che stiamo promuovendo sono arricchiti dagli spunti emersi durante questi incontri. Le osservazioni raccolte oggi, così come quelle che verranno fatte negli incontri futuri, ci serviranno per impostare al meglio la revisione della Legge organica comunale, che entrerà nel vivo durante la Legislatura cantonale 2023/2027».

COMMENTI
 
Evry 1 mese fa su tio
Ha iniziato al suon di campanacci..... la sua campagna elettorale !
Princi 1 mese fa su tio
con l'auto elettrica ? occhio ai consumi d'energia !!!! é arrivata la busta delle votazioni ..... ahi ahi ahi
vulpus 1 mese fa su tio
Le elezioni si avvicinano e la cadrega la bala.
KeepCalm 1 mese fa su tio
Già come la lengua da quaidün
Aargauer 1 mese fa su tio
👍🏻
NOTIZIE PIÙ LETTE