Keystone
BELLINZONA
02.07.2020 - 10:580
Aggiornamento : 03.07.2020 - 13:15

«In Comune niente lotta per l'uguaglianza di genere»

Il gruppo MPS-POP-Indipendenti aveva presentato una mozione contro l'oppressione di genere

di Redazione
Federica Ciommiento

BELLINZONA - Per il Municipio di Bellinzona l'atto parlamentare riguardante l'uguaglianza di genere non rientra nelle competenze del Legislativo comunale. Il gruppo MPS-POP-Indipendenti aveva presentato una mozione lo scorso 2 marzo chiedendo «l'istituzione di un dicastero per l'uguaglianza e la parità, la creazione di un ufficio comunale per la parità di genere e il potenziamento di strutture pubbliche alle quali le donne si possono rivolgere per consulenza professionale, giuridica, sociale e psicologica».

Secondo l'MPS la posizione del Municipio è strana «poiché presupporrebbe l'impossibilità da parte del Consiglio comunale di proporre, prendere delle iniziative, creare strutture e sviluppare determinate politiche. Tutti compiti che a noi pare siano proprio di loro competenza». Il gruppo accusa inoltre il Legislativo comunale di non considerare la lotta all’oppressione di genere una questione politica degna di nota.

L'MPS ha comunicato al Municipio che ritiene la mozione legittima e chiede che venga demandata a una commissione e segua il suo iter.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 13:07:58 | 91.208.130.86