Immobili
Veicoli

CANTONEStato di necessità, l'UDC chiede meccanismi di controllo

24.05.20 - 14:43
Un'iniziativa parlamentare del gruppo democentrista propone cinque modifiche al Governo
Tipress (archivio)
Stato di necessità, l'UDC chiede meccanismi di controllo
Un'iniziativa parlamentare del gruppo democentrista propone cinque modifiche al Governo

BELLINZONA - L'UDC in Parlamento* chiede al Governo ticinese di «definire il quadro legale» e «introdurre dei meccanismi di controllo parlamentari» per quanto concerne lo stato di necessità, che conferisce all'esecutivo poteri eccezionali in situazioni di emergenza. E lo fa senza nascondere una certa perplessità nel recente prolungamento stabilito dal Consiglio di Stato. 

«Sappiamo tutti e conosciamo tutti gli effetti e le conseguenze, come pure gli scopi e le finalità dello stato di necessità. L’esperienza di questi mesi di Covid 19 e dell’attuazione dello stato di necessità, ci spingono però a definire meglio questa situazione politica e amministrativa eccezionale», si legge nel testo di un'iniziativa parlamentare generica depositata oggi.

Cinque punti - «È ovvio che mai prima d’ora ci eravamo confrontati con una situazione del genere, e per questo difficilmente si potevano prevedere a priori vantaggi e svantaggi», scrive il gruppo UDC che intende ora «correggere alcuni punti» con l'obiettivo di «salvaguardare i diritti democratici, lo Stato di diritto, i sani rapporti tra i livelli istituzionali e la libertà dei cittadini». 

In particolare viene chiesto al Governo di integrare cinque punti: limitare la durata dello stato di necessità e due mesi (da discutere), rinnovabili; ogni rinnovo deve essere approvato dal Gran Consiglio; ogni decisione del Governo deve essere formalizzata con decreto straordinario e trasmessa per conoscenza immediatamente all’Ufficio presidenziale del legislativo; le decisioni ad impatto finanziario vanno subito trasmesse anche alla Commissione della gestione e delle finanze, che - in conclusione - è quindi incaricata di creare una sottocommissione per seguire gli aspetti finanziari durante tutto il periodo dello Stato di necessità.

*Sergio Morisoli, Paolo Pamini, Lara Filippini, Roberta Soldati, Edo Pellegrini, Daniele Pinoja, Tiziano Galeazzi

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO