BELLINZONA
27.11.2015 - 16:540

“Mobbing sul congedo maternità nell'Amministrazione cantonale e nella Magistratura?

BELLINZONA - Matteo Quadranti (PLR), assieme agli altri cofirmatari, ha inoltrato un’interrogazione in merito ai rischi di mobbing nell’Amministrazione cantonale e nella Magistratura a proposito casi dei congedi di maternità/paternità.

Secondo il liberale “Sembrerebbe che vi siano stati alcuni casi in seno all’amministrazione e/o alla magistratura (in senso lato) in cui o il funzionario/magistrato dirigente non pareva essere compiutamente informato delle normative in vigore (articoli 1b e 1c, e 45, 46 e 47 della LORD) o le ignorava o le interpretava “à la carte” suscitando timore di ripercussioni e/o mobbing nell’impiegata che postulava per un congedo maternità.”

Per questi motivi “e al fine di rassicurare le donne dipendenti dell’amministrazione e delle autorità giudiziarie, nonché nell’ambito della valutazione periodica del clima di lavoro e di rispetto dei principi e dei diritti della LORD”, Quadranti chiede al Consiglio di Stato se esistano delle linee guida trasmesse ai funzionari/magistrati dirigenti che illustrino i termini, le condizioni e le modalità per la concessione dei congedi pagati e non, e se sempre questi ultimi sono compiutamente informati sui diritti delle impiegate circa il congedo maternità.

Inoltre il liberale, assieme agli altri cofirmatari, chiede se siano previste sanzioni/misure disciplinari per i funzionari/magistrati dirigenti che dovessero violare untenzionalmente i diritti delle impiegate.

Viene chiesto inoltre come viene risolto il potenziale conflitto d’interessi nei piccoli uffici, in cui il funzionario/magistrato dirigente è al contempo il capo diretto dell’impiegata che chiede il congedo e colui che emette la decisione di concessione o diniego del congedo.

In ultimo il liberale chiede se la Sezione delle risorse umane sia al corrente, direttamente o indirettamente, di casi in cui siano stati segnalati o siano state realizzate delle violazioni nel contesto della concessione o meno di congedi maternità, e se la risposta fosse affermativa, di quanti casi si tratta e come si è intervenuti; in caso di risposta negativa il motivo per il quale non si è intervenuti.

Cofirmatari: Lisa Bosia (PS), Nicola Pini (PLR), Francesco Maggi (Verdi), Alessandra Gianella (PLR), Sara Beretta Piccoli (PPD), Raul Ghisletta (PS), Milena Garobbio (PS), Fabio Käppeli (PLR).


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-02 23:31:45 | 91.208.130.87