deposit
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
8 ore
Il compito sul seno: «Ecco come è andata»
L'insegnante 60enne licenziato a Bellinzona racconta la sua versione dei fatti. E punta il dito contro il Decs
LUGANO
9 ore
Ad Agno qualcuno vola ancora
In mezzo alla crisi dello scalo, la compagnia Silver Air batte un colpo. «I nostri voli sono garantiti»
CANTONE / SVIZZERA
11 ore
«50 franchi per il Pronto Soccorso? Una misura anti-sociale»
Il Partito Comunista condanna la decisione del Nazionale e chiede ai "senatori" di opporsi
GRAVESANO
11 ore
Ars Medica non è sotto inchiesta
La presa di posizione della clinica, sul caso delle "operazioni fasulle". «Non siamo oggetto di procedimenti penali»
MENDRISIO
11 ore
Caos viario, l’SOS di cinque sindaci: «Siamo al limite della sopportazione»
L’appello lanciato dai sindaci del distretto ai colleghi del Luganese: «Ancora molto può essere fatto sul vostro territorio contro i posteggi selvaggi e per promuovere la mobilità aziendale»
LUGANO
11 ore
Arriva la tassa sul sacco: tutto quello che dovete sapere
Il prezzo dei sacchi. Le novità degli ecocentri. Quelli che il sacco possono averlo a un prezzo agevolato. Lugano si prepara alla rivoluzione dei rifiuti.
FOTO E VIDEO
AROGNO
11 ore
Cade per 20 metri e si ferisce gravemente
Un uomo di 82 anni è stato vittima di un serio infortunio mentre stava effettuando dei lavori di disboscamento in zona Devoggio ad Arogno
BREGGIA
11 ore
Dopo 20 giorni l'acqua torna potabile
A Cabbio e Muggio l'acqua è rimasta troppo torbida per settimane. Ma in attesa del rinnovamento degli impianti il Comune ha le mani legate
CANTONE
12 ore
Shopping natalizio senz'auto nel Malcantone
L’iniziativa si allaccia a quella promossa dalla città di Lugano per il proprio territorio, e prevede l’ampliamento dell’utilizzo dei mezzi pubblici gratuitamente
CANTONE
04.12.2019 - 21:350

Truffe online: «Decine all'anno». Ecco come evitarle

Guardarsi bene da prezzi troppo convenienti è una delle strade da percorrere per non passare un brutto Natale. Ma c'è chi l'ha scoperto troppo tardi

LUGANO - Una truffa tentata e due riuscite. Sempre attraverso portali di vendita online. Tuttavia, il fenomeno segnalatoci da alcuni lettori è esteso a tal punto da contare «alcune decine di casi segnalati all'anno», come riferisce la Polizia cantonale. La modalità è sempre la stessa: il prodotto viene ceduto a prezzi molto convenienti e il venditore, che afferma di vivere in Svizzera, si mostra così comprensivo da offrire, compresa nel prezzo già allettante, anche la spedizione a casa. Nonostante l'oggetto sia di grosse dimensioni. Unica richiesta: il pagamento anticipato.

Se un nostro lettore ha annusato la fregatura prima di cadervi con tutte le scarpe (in quel caso a svelare il piano truffaldino sono state le foto dell'oggetto che tradivano una provenienza non esattamente "local". Sullo sfondo, infatti si notavano bidoni della spazzatura canadesi), c'è pure chi ci ha raccontato di essere rimasto gabbato dall'annuncio/trappola. È il caso di P.* che per una bicicletta ha versato ben 1'035 franchi senza poterci mai nemmeno fare una pedalata. Oppure di A.*, che ha sborsato un anticipo di 200 franchi per un vogatore. Mai arrivato. In quest'ultimo caso il venditore ha anche tentato di ottenere un secondo bonifico spiegando di aver avuto problemi di natura economica.

Per la Polizia, le precauzioni da adottare in queste circostanze (vista anche la recrudescenza del fenomeno) sono abbastanza semplici e ricorrenti in molti altri ambiti in cui vengono commessi questi illeciti.

Prima di tutto il potenziale acquirente è invitato a «diffidare dai prezzi evidentemente troppo bassi e allettanti». Se il prezzo è così basso, in effetti, un motivo ci sarà. In secondo luogo l'invito è a «contattare di persona la persona di riferimento. Se nell’inserzione manca il contatto, questo è un primo elemento che deve far nascere un sospetto». Non bisogna poi «fornire indicazioni sui propri conti o relazioni finanziarie» e, se si tratta di annunci su portali locali, è il caso di «verificare e prendere in consegna di persona la merce prima di regolarne il pagamento». Tutto questo per non avere brutte sorprese. O, peggio, per evitare di trovarsi un bel niente sotto l'albero di natale.

Commenti
 
cacos 16 ore fa su tio
Esteso a tal punto... Alcune decine all anno, woh estesissimo 10 20 persone in un anno o poco Più ci sta sono i polli. Capisco il furto di dati virus malevoli che si nascondono nel PC ma qui parliamo di abboccare e ingoiare l amo. Quindi nessun problema ci saranno sempre sia i polli che i furbi e questo è da sempre.
Zico 16 ore fa su tio
@cacos giusto. e se uno è pollo non deve sorprendersi se prima o poi viene spellato!
Zico 16 ore fa su tio
@Zico spennato...ovviamente
Pongo 18 ore fa su tio
andate a comprare nei negozi somari
interceptors 19 ore fa su tio
Grazie comunque ad una giustizia, che anche quando li denunci e vengono identificati, non subiscono nessun tipo di pena...pora "giustizia" made CH...
Orso 1 gior fa su tio
Polli:)
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-06 03:55:36 | 91.208.130.85