tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
ARBEDO-CASTIONE
6 ore
Officine: «I terreni per il compenso agricolo ci sono?»
CAMORINO
7 ore
Asilanti in sciopero, l’appello a De Rosa: «Chiudete il bunker»
CEVIO
7 ore
Troppo caldo per la funivia San Carlo-Robiei
MURALTO
8 ore
Un telo nero per oscurare la scena del presunto delitto
CANTONE
9 ore
«Biometria 2020», quasi un milione per il progetto
BELLINZONA
9 ore
Con lo striscione in Parlamento per il diritto allo studio
CANTONE
10 ore
Sette milioni per sentieri e percorsi per mountain bike
CANTONE
10 ore
Il Fogazzaro fa scuola: stop alle autorizzazioni "infinite"
LUGANO
11 ore
«Altro che allarmismo, la canicola può uccidere»
CANTONE
12 ore
Mini-blocco dei ristorni: «Benino ma non benissimo»
TENERO
12 ore
Campofelice Camping Village entra nei migliori campeggi d'Europa
CANTONE
13 ore
Ristorni, il Governo trattiene i soldi dovuti da Campione
LUGANO
13 ore
Nuovi defibrillatori a Carabbia e Viganello
LOCARNO
13 ore
Droni, arrivano le nuove regole
LUGANO
14 ore
Lo IUFFP sarà alta scuola pedagogica
LOSONE
20.05.2019 - 17:120
Aggiornamento : 17:40

Tagli all'Agie Charmilles, lasciate a casa 14 persone

La decisione è giustificata «dall’andamento economico del settore»

LOSONE - C'è vento di crisi all'Agie Charmilles di Losone. Dalla scorsa settimana sono diversi i dipendenti lasciati a casa. Il motivo? «Taglio dei costi», ci segnala uno dei lavoratori rimasti improvvisamente senza lavoro. «E senza preavviso», sottolinea.

L'unico segnale della volontà di attuare un «piano di risparmio» sarebbe stato dato, circa un mese fa, a seguito di una riunione dalla quale era emersa la possibilità di diminuire le ore di lavoro dei dipendenti. Poi la sorpresa.

«Erano stati avvisati» - Contattata, l’azienda conferma parlando di quattordici persone lasciate a casa: «Quattro con un contratto a tempo indeterminato e dieci con un impiego temporaneo».

«La decisione - ci spiega la portavoce Silvia Früh dalla sede sciaffusana - è dovuta all’andamento economico del settore: già all’inizio di quest’anno si era osservato che il mercato non andava bene».

Secondo l’azienda i lavoratori erano invece stati avvisati: «Nel periodo tra febbraio e marzo li abbiamo informati sulla difficile situazione».

«Segnali di difficoltà» - Già negli scorsi anni l’Agie aveva dato segnali di difficoltà. Solo nel 2015 aveva deciso di combattere l’allora problema del franco forte con la richiesta  ai dipendenti di lavorare gratuitamente tre ore in più alla settimana. Per chi non avesse accettato il provvedimento, l’alternativa sarebbe stata la riduzione del salario del 7%.

Commenti
 
Cataldo Lettieri 1 mese fa su fb
Va via operai Canton Ticino...... Agie vergogna
Maurizio Roggero 1 mese fa su fb
Sicuramente saranno 14 manager che hanno fatto scelte sbagliate.... Ah no quelli scelgono chi licenziare.... 😪
streciadalbüter 1 mese fa su tio
Saranno tutti dei frontalieri.
curzio 1 mese fa su tio
@streciadalbüter Saranno tutti residenti. Sono quelli che costano di più.
Sandrini Sirio 1 mese fa su fb
Di sicuro
Carlo Aiele 1 mese fa su fb
5 persone sostituite con frontalieri dite la verità !
miba 1 mese fa su tio
....e sicuramente la Signora Silvia Früh da Sciaffusa si sarà dimenticata di dire che quando il mercato andrà meglio saranno senz'altro tutti riassunti.... Quanta ipocrisia in questi comunicati ufficiali di facciata....
curzio 1 mese fa su tio
@miba È una ditta privata, che opera con soldi privati. Non è come negli uffici pubblici dove pagano degli stipendi (con soldi pubblici) anche quando non c'è lavoro.
GI 1 mese fa su tio
strano....visti i buoni risultati del gruppo GF .....spiace per coloro che si ritrovano senza lavoro....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-27 01:07:57 | 91.208.130.86